Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
la trasfigurazione di raffaello

La trasfigurazione di Raffaello di G.P. Rossi

La storia inizia con l’apertura da parte della Pontificia accademia romana di archeologia della tomba di Raffaello nel 1833

Giampiero Rossi, conosciuto nel mondo dell’editoria come G.P. Rossi, entra a far parte di quella schiera di autori che prendono come soggetti dei loro thriller tra i personaggi più conosciuti e che hanno lasciato un segno indelebile nella storia; in questo caso nella storia dell’arte italiana conosciuta in tutto il mondo. Il thriller storico si intitola La trasfigurazione di Raffaello.

Raffaello in particolare è già stato protagonista di diversi romanzi, per citarne uno: Raffaello Il giovane favoloso. In questo caso sono le opere del grande artista al centro del romanzo.

 

La storia inizia con l’apertura da parte della Pontificia accademia romana di archeologia della tomba la trasfigurazione di raffaello - Giampiero Rossidi Raffaello nel 1833, momento in cui la sua autenticità verrà messa in discussione. Si prosegue, poi, tornando indietro fino al 1520, pochi giorni prima della morte di Raffaello, artista ricco e circondato da amici, come il banchiere Agostino Chigi o il suo discepolo preferito, Giulio Romano, ma soprattutto da nemici, come il rivale alla Fabbrica di San Pietro, l’artista Antonio da Sangallo, o il cardinale Bernardo Dovizi da Bibbiena che, saputo del matrimonio segreto dell’artista con la Fornarina, vuole attentare alla vita della sua amata.
Tra particolari storici, incastrati in maniera certosina, e personaggi realmente esistiti, come l’alchimista Zoroastro da Peretola (discepolo di Leonardo da Vinci) e la strega Bellezza Orsini, che intrecceranno le loro vite con il divino Raffaello, sarà proprio in una Roma del 1520, con i suoi Rioni e in mezzo al suo magnifico Tevere e ai suoi porti, che, prima di morire, l’artista troverà gli spunti per finire il suo più grande e ultimo capolavoro, la Trasfigurazione, in cui inserirà un rivoluzionario messaggio che gli costerà la vita.

 

Chi è Giampiero Rossi?

Giampiero Rossi è nato a Roma e pubblica con lo pseudonimo di G.P. Rossi. Lavora nelle Telecomunicazioni, è giornalista pubblicista e scrive su CorCom, quotidiano online che si occupa di economia digitale e innovazione. Precedentemente ha pubblicato Leonardo e la morte della Gioconda per la Diarkos, Sherlock Holmes. La Vestaglia della Contessa di Castiglione” per la Castelvecchi Editore, Sherlock Holmes e la Sindrome di Abraham de Moivre e Sherlock Holmes e il mistero di Eilean Mòr per la Delos Digital.

Per la Delos Digital ha pubblicato i quattro saggi: Digital Identity, Realtà Virtuale e Aumentata e Blockchain.

Potrebbe interessarti...

Come una formica rossa in una goccia d'acqua

Novità in libreria: Come una formica rossa in una goccia d’acqua di Duilio Scalici

Lo Hobbit. Un viaggio inaspettato

Le offerte di Libri: Lo Hobbit. Il gioco da tavolo

Manuale di sopravvivenza, come liberarsi dalla trappola narcisista quando l'arma sono i figli

Manuale di sopravvivenza, come liberarsi dalla trappola narcisista quando l’arma sono i figli, Ambra Sansolini

Speciale

Lawrence Ferlinghetti ci ha lasciati a 101 anni

Il suo ultimo segreto

Il suo ultimo segreto di Barbara Copperthwaite, la recensione

I sogni dei bambini sono gratis

Novità in libreria: I sogni dei bambini sono gratis di Luca Fiscariello

Un thriller storico che ha Raffaello come protagonista. Ne hai già letti?
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0