0

0

Shinsetsu. Il potere della gentilezza – Recensione

Shinsetsu - arte della pace

clovis de barros
3/5
0

0

  • Metti una sera d'estate in compagnia di Jo March sarà pubblicato alle 10:00 del 10.07
  • Coenraad Nell, il coscritto, e la campagna di Russia sarà pubblicato alle 12:00 del 10.07
  • Metti una sera d'estate in compagnia di Jo March sarà pubblicato alle 10:00 del 10.07
  • Coenraad Nell, il coscritto, e la campagna di Russia sarà pubblicato alle 12:00 del 10.07
3/5

Shinsetsu Il potere della gentilezza

Shinsetsu Il potere della gentilezza un libro fuori dal comune

“Le dà fastidio se reclino il sedile? mi domanda un passeggero giapponese seduto davanti a me, poco dopo il decollo […] Il giovane giapponese vuole davvero sapere se può abbassare lo schienale del sedile, se la cosa mi dà fastidio. Rimane voltato indietro in attesa di una risposta. Non si muove finché non gliela do. Ha intenzione di abbassare lo schienale soltanto se io gli esprimo il mio benestare. Vuole sapere se lo spostamento dello schienale limiterà ulteriormente il mio spazio e se, per caso, ciò creerà in me qualche genere di tristezza o frustrazione.”

Ti è mai successo di trovarti in una situazione dove un perfetto sconosciuto si pone in modo gentile e ci tiene a sapere se una sua azione possa crearti un problema?

Shinsetsu Il potere della gentilezza di Clòvis De Barros

Mi ci è voluto un po’ per leggere questo libro, mi sono dovuta mettere d’impegno perché sono convinta che libri che trattano argomenti importanti come la gentilezza debbano essere letti con attenzione.

Ero molto incuriosita dal titolo, dato anche il sottotitolo che promette di “migliorare te stesso e il rapporto con gli altri”.

La sua copertina richiama quella dei grandi manuali, bianca, con in primo piano una grande farfalla simbolo per i giapponesi della gentilezza con titolo e sottotitolo in bella vista.

Inizialmente si parte con il confronto tra due parole, Suntsu, di origine cinese e maschile che “insegna l’arte della guerra” e Shinsetsu, di origine giapponese e femminile che “insegna l’arte della pace“. Queste due parole sono opposte tra loro e in questo libro sarà presa in considerazione solo la seconda e cioè la gentilezza.

L’autore attraverso situazioni da lui vissute mette in evidenza come Shinsetsu può essere utilizzata nella nostra quotidianità e tutti i benefici che se ne possono trarre. Ne spiega i molteplici significati che le si possono attribuire e che portano tutti allo stesso grande punto di incontro e cioè che l‘arte della pace e della gentilezza può migliorare le nostre vite e procurarci beneficio.

Nella nostra quotidianità non siamo più abituati alla gentilezza da parte degli altri senza secondi fini, tendiamo ad essere dubbiosi nei riguardi di chi si preoccupa di un nostro bisogno in modo disinteressato, senza chiedere nulla in cambio, questo perché siamo convinti che l’essere umano sia un manipolatore di natura e che non faccia mai niente per niente.

Nella maggior parte dei casi non abbiamo torto, il più delle volte chi ci riserva delle attenzioni si aspetta indietro un atto di ringraziamento cosa che non dovrebbe essere data sempre per scontato.

Il motivo per il quale l’autore scrive questo libro è per spiegare che la cosa a cui bisogna dare più importanza è la persona con la quale entriamo in contatto, in quel momento tutto deve gravitare intorno ad essa e darle modo di prendere da noi solo attenzioni positive nei suoi confronti.

Questo atteggiamento porta benessere anche a noi stessi che lo mettiamo in atto, fare del bene ci fa sentire bene e ne richiama altrettanto.

“Se accettiamo le persone come il vero altro, vale a dire come qualcuno che appartiene alla nostra stessa umanità e vive lo stesso genere di vita che viviamo noi, nello stesso mondo, allora l’empatia sembra sgorgare naturalmente dalle nostre intenzioni. Anche se non ne siamo sempre consapevoli.”

Questo libro nasce dalla voglia dell’autore di creare qualcosa che potesse aiutare tutti a coesistere in modo armonioso insieme, trasformando la mancanza di ascolto e la rabbia in riconoscimento per gli altri.

Shinsetsu. Il potere della gentilezza punta a mostrarci l’efficacia e il potere della gentilezza per realizzare una convivenza migliore e più utile con se stessi e con gli altri.

L’autore usa delle frasi brevi, composte da sole due o tre parole. Confesso che non amo questo stile di scrittura mi risulta difficile e poco scorrevole ma sicuramente focalizza l’attenzione su ogni frase evitando di perdersi tra concetti troppo elaborati.

Spiega attraverso esempi della sua vita il concetto della gentilezza e l’idea che ha dato vita al suo libro.

Shinsetsu. Il potere della gentilezza è edito da Newton Compton Editori.

Conosciamo l’autore: Clòvis De Barros

Shinsetsu. Il
Clòvis De Barros

Clòvis De Barros è avvocato, giornalista e professore alla Escola de Comunicação e Artes dell’Università di San Paolo. È relatore e consulente etico dell’UNESCO. Ha pubblicato molti libri e ha tenuto seminari di filosofia in Brasile e all’estero.

 

Credo che ognuno di noi debba imparare a vedere il mondo con occhi diversi, capire che l’essere negativi influenza tutto il ciò che ci circonda. Siamo ciò che pensiamo e quindi se imparassimo a dare agli altri quello che vorremmo ricevere anche noi tutto sarebbe sicuramente migliore.

3

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x

Credo che ognuno di noi debba imparare a vedere il mondo con occhi diversi, capire che l’essere negativi influenza tutto il ciò che ci circonda. Siamo ciò che pensiamo e quindi se imparassimo a dare agli altri quello che vorremmo ricevere anche noi tutto sarebbe sicuramente migliore.

3

0