0

Regalalo anche tu: Io esisto – Babbo Natale vuota il sacco. Di Saverio Raimondo

un libro dalle mille sfaccettature, dal comico al filosofico, riguardante il Natale e... tutti noi. Io esisto, di Saverio Raimondo, un testo diverso dal solito da regalare e regalarsi.

Natale
Dopo quasi due secoli, finalmente Babbo Natale (sì, proprio lui!) risponde a tutte le lettere ricevute. Ha trovato il tempo perché quest’anno, per la prima volta, Babbo Natale ha deciso di non portare regali: la secolarizzazione avanza e sempre meno bambini credono in lui (complice anche l’e-commerce); nel teso scenario globale, le sue ripetute violazioni dello spazio aereo non saranno più tollerate da organi militari e sovranazionali; gli animalisti non intendono più soprassedere al suo sfruttamento delle renne; e l’ombra del MeToo si allunga anche su di lui e sul suo proverbiale far sedere i bambini sulle ginocchia, comportamento ritenuto ormai inappropriato. Ma soprattutto, Babbo Natale quest’anno non porterà doni perché a meritarseli sono solo i bambini buoni; ma ormai i bambini sono tutti cattivi! Rispondendo a bambini comuni e ad altri famosi (come Greta Thunberg e il principino George), a bambini di oggi e ad altri che non lo sono più da un pezzo (come il Santo Padre e Donald Trump), di lettera in lettera Babbo Natale si racconta e ci racconta chi siamo e cosa siamo diventati: ipocriti, contraddittori, fanatici, ma soprattutto ridicoli. Fino all’ultima rivelazione. Un epistolario comico, invettivo e spudorato, da parte di un osservatore privilegiato dell’umanità che non ha più nulla da perdere nel rompere il suo silenzio e dirci in faccia la verità
Leggi la sinossi
Dopo quasi due secoli, finalmente Babbo Natale (sì, proprio lui!) risponde a tutte le lettere ricevute. Ha trovato il tempo perché quest’anno, per la prima volta, Babbo Natale ha deciso di non portare regali: la secolarizzazione avanza e sempre meno bambini credono in lui (complice anche l’e-commerce); nel teso scenario globale, le sue ripetute violazioni dello spazio aereo non saranno più tollerate da organi militari e sovranazionali; gli animalisti non intendono più soprassedere al suo sfruttamento delle renne; e l’ombra del MeToo si allunga anche su di lui e sul suo proverbiale far sedere i bambini sulle ginocchia, comportamento ritenuto ormai inappropriato. Ma soprattutto, Babbo Natale quest’anno non porterà doni perché a meritarseli sono solo i bambini buoni; ma ormai i bambini sono tutti cattivi! Rispondendo a bambini comuni e ad altri famosi (come Greta Thunberg e il principino George), a bambini di oggi e ad altri che non lo sono più da un pezzo (come il Santo Padre e Donald Trump), di lettera in lettera Babbo Natale si racconta e ci racconta chi siamo e cosa siamo diventati: ipocriti, contraddittori, fanatici, ma soprattutto ridicoli. Fino all’ultima rivelazione. Un epistolario comico, invettivo e spudorato, da parte di un osservatore privilegiato dell’umanità che non ha più nulla da perdere nel rompere il suo silenzio e dirci in faccia la verità
Leggi la sinossi

Dal 5 novembre è disponibile per DeA Planeta Io esisto – Babbo Natale vuota il sacco, scritto da Saverio Raimondo, un’interessante visione dei nostri tempi attraverso gli occhi di Babbo Natale. Un’idea alternativa al solito regalo, ma anche un’interessante lettura che spunti di riflessione. Vediamone i dettagli.

Non solo Babbo Natale esiste, ma finalmente
risponde alle lettere che gli abbiamo mandato.
E non è detto che la risposta ci piacerà…

Dopo quasi due secoli, finalmente Babbo Natale (sì, proprio lui!) risponde a tutte le lettere ricevute. Ha trovato il tempo perché quest’anno, per la prima volta, Babbo Natale ha deciso di non portare regali: la secolarizzazione avanza e sempre meno bambini credono in lui (complice anche l’e-commerce); nel teso scenario globale, le sue ripetute violazioni dello spazio aereo non saranno più tollerate da organi militari e sovranazionali; gli animalisti non intendono più soprassedere al suo sfruttamento delle renne; e l’ombra del MeToo si allunga anche su di lui e sul suo proverbiale far sedere i bambini sulle sue ginocchia, comportamento ritenuto ormai inappropriato. Ma soprattutto, Babbo Natale quest’anno non porterà doni perché a meritarseli sono solo i bambini buoni; ma ormai i bambini sono tutti cattivi! Rispondendo a bambini comuni e ad altri famosi (come Greta Thunberg e il principino George), a bambini di oggi e ad altri che non lo sono più da un pezzo (come il Santo Padre e Donald Trump), di lettera in lettera Babbo Natale si racconta ma soprattutto ci racconta chi siamo e cosa siamo diventati: ipocriti, contraddittori, fanatici, ma soprattutto ridicoli. Fino all’ultima, fulminante rivelazione. Un epistolario comico, invettivo e spudorato, da parte di un osservatore privilegiato dell’umanità che non ha più nulla da perdere nel rompere il suo silenzio e dirci in faccia la verità.”

“Il più bravo comico in circolazione.
Le sue battute sono taglienti, perfette.”
Aldo Grasso

L’AUTORE

io esisto babbo natale vuota il saccoSaverio Raimondo è nato a Roma nel 1984 ed è uno dei più apprezzati comici italiani, il cui umorismo si rifà alla tradizione americana della stand-up comedy. Ha fatto radio, Televisione (dal 2015 conduce il suo show CCN su Comedy Central), centinaia di spettacoli live e, tra le altre cose, è presenza fissa a Porta a Porta di Bruno Vespa. Il suo spettacolo Il satiro parlante è distribuito da Netflix in 190 paesi del mondo. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo libro, Stiamo calmi. Come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare l’ansia.

Caro iCrewer, che ne pensi di questo libro dallo spirito comico/satirico/natalizio? Potrebbe essere un’idea regalo per le prossime festività. Conosci già il famoso personaggio che l’ha scritto? Facci sapere nei commenti!

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Caro iCrewer, che ne pensi di questo libro dallo spirito comico/satirico/natalizio? Potrebbe essere un’idea regalo per le prossime festività. Conosci già il famoso personaggio che l’ha scritto? Facci sapere nei commenti!
1+