0

Recensione: Passaggi ponti e pontefici di Luigi Antonello Armando

Un viaggio in 31 tappe alla scoperta delle religioni

Passaggi ponti pontefici
3.5/5
0

0

  • La biblioteca civica di Stoccarda: moderna e geometrica sarà pubblicato alle 10:00 del 04.06
  • Lego incontra la letteratura! sarà pubblicato alle 12:00 del 04.06
  • La biblioteca civica di Stoccarda: moderna e geometrica sarà pubblicato alle 10:00 del 04.06
  • Lego incontra la letteratura! sarà pubblicato alle 12:00 del 04.06
  • Dalla maestosa penna di Bjarne Reuter, Elise e il cane di seconda mano sarà pubblicato alle 13:00 del 04.06
  • In viaggio tra natura e cultura per la Giornata Mondiale dell’Ambiente sarà pubblicato alle 14:00 del 04.06
  • You are my dream. Il retelling romance ispirato ad Aladdin di Aura Conte e Connie Furnari sarà pubblicato alle 15:00 del 04.06
3.5/5

Caro iCrewer, quello che stiamo per intraprendere è un viaggio tra le religioni attraverso le 31 tappe di Passaggi ponti pontefici di Luigi Antonello Armando, edito da Armando Editore.

Passaggi ponti pontefici

Passaggi ponti ponteficiIl viaggio parte da Roma. Si parte da ciò che vediamo fin da piccoli, da ciò che è più vicino a noi, da ciò che ci risulta più familiare.

Via via prosegue verso fedi e territori sempre più lontani, per arrivare fino a quelle più remote.

Il racconto non si limita all’osservazione dello stato attuale delle religioni, ma ne ripercorre a ritroso la storia. Da quelle ancora esistenti fino ad arrivare a credi che non esistono più.

Osserva come siano mutate nel tempo, come sono nate, come alcune si siano sovrapposte e sostituite ad altre, come alcune siano andate perdute per sempre.

Non vengono trascurate neppure credenze che sembrano religioni ma non lo sono e fedi che non sembrano religioni ma lo sono.

Si indaga sul ruolo delle religioni, e in che modo le persone ne traggono forza per superare le proprie paure e compiere determinati passaggi.

Pur essendo un argomento impegnativo, viene trattato senza pregiudizi e senza sbilanciarsi in favoritismi.

La lettura di questo libro è scorrevole e il linguaggio piuttosto semplice si adatta perfettamente anche alla comprensione di ragazzi molto giovani.

La mia personale opinione è che Passaggi ponti pontefici sarebbe il libro di testo perfetto per l’ora di religione nelle scuole medie e le motivazioni che mi spingono a pensarla così sono diverse.

La prima ragione è l’apertura ideologica. Questo volume dà spazio a ogni religione senza trascurarne nessuna, di conseguenza è un potenziale strumento in grado di arricchire tutti, attraverso la conoscenza di un ampio ventaglio di realtà e possibilità.

La seconda ragione è  la capacità di alimentare il confronto, fattore fondamentale in una scuola che è sempre più multietnica e religiosamente variegata. Non ha una visione schierata su una ideologia dato che non è stata scritta da un religioso, ma da uno psicoterapeuta esperto nella formazione.

Tratta tutte le religioni con trasparenza e senza ipocrisie, senza nascondere quanto sangue sia stato versato nel nome della fede da ciascuna dottrina. Va talmente indietro nel tempo da mostrare con quanta facilità si siano ripetute sempre le stesse dinamiche, e quali sono gli effetti che si ottengono quando congregazioni vogliono prevalere sulle altre a tutti i costi.

Questa a mio avviso è un’ottima base per un dialogo aperto su uguaglianze e differenze, che valorizza la diversità e neutralizza l’astio attraverso la comprensione.

La terza ragione è che stimola l’inclusione. Riesce a mostrare le diverse religioni in modo obiettivo, nessun punto di vista è trascurato o giudicato, incluso chi sceglie di non seguire alcuna religione. In questo modo, ad esempio, nessuno dovrebbe uscire dalla classe perché non cattolico, e si darebbe vita ad un dibattito da cui nessuno è escluso.

Un manuale  che potrebbe guidare i ragazzi in un percorso di consapevolezza spirituale non necessariamente di tipo religioso.

Lo ritengo un vero e proprio stimolo alla tolleranza e al rispetto.

Luigi Antonello Armando

Luigi antonello armando passaggi ponti ponteficiLaureato nel 1961 in Filosofia a Roma. Nel 1971 è diventato membro della società italiana di pscicoanalisi, dalla quale è stato poi espulso nel 1976 per aver mosso alcune critiche alla teoria di Freud e aver tentato di introdurre cambiamenti nel percorso istituzionale di formazione degli Psiconalisti.

Dal 1972 e al 2002, ha insegnato, Psicologia generale, Psicologia dinamica e Psicologia della comunicazione in diverse università tra Siena, Roma, Napoli e Lecce.

Con la legge Ossicini è tornato a fare parte dell’Albo degli psicologi. Attualmente esercita la professione di psicoterapeuta a psicanalista a Roma e continua a insegnare in scuole di formazione all’esercizio della psicoterapia.

Le sue pubblicazioni sono numerosissime, ha scritto e collaborato alla stesura di ben venti libri tra cui Passaggi ponti pontefici.

Ha curato le collane di Psicologia, Psichiatria e Psicoanalisi della casa editrice del padre, la Armando editori. Ha collaborato con diverse riviste tra cui: Nuova Rivista Storica, Letture di Storia, Studi filosofici, Psiche, Psicoterapia e Scienze Umane, Psychiatry on line, The European Journal of Psychoanalysis, Psichiatria culturale.

 

In conclusione su

Un viaggio tra le religioni attraverso lo spazio e il tempo. Un testo che stimola all’apertura ideologica, al confronto e all’inclusione. Un manuale  che potrebbe guidare i ragazzi in un percorso di consapevolezza spirituale non necessariamente di tipo religioso.

Un vero e proprio stimolo alla tolleranza e al rispetto.

3.5

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Un viaggio tra le religioni attraverso lo spazio e il tempo. Un testo che stimola all’apertura ideologica, al confronto e all’inclusione. Un manuale  che potrebbe guidare i ragazzi in un percorso di consapevolezza spirituale non necessariamente di tipo religioso.

Un vero e proprio stimolo alla tolleranza e al rispetto.

3.5

0