bambini ucraini

Lifestyle: I progetti letterari per i bambini ucraini

Ucraina e Europa uniscono le forze per l'inclusione dei bambini ucraini rifugiati

Per dare un sorriso ai bambini ucraini rifugiati, ci sono state molte iniziative a livello internazionale per l’inclusione della lingua ucraina nelle altre Nazioni ospitanti.

Per garantire che i bambini in Ucraina possano conoscere meglio la storia e la cultura del loro paese, il Ministero della Cultura Ucraino sta lavorando per migliorare le loro abilità linguistiche. Dopo che molti bambini hanno lasciato le loro case a causa dell’invasione russa, L’Ucraina e l’Europa hanno unito le forze per garantire l’inclusione dei piccoli nelle comunità e dare loro una parvenza di normalità e di casa in un luogo culturalmente e linguisticamente diverso dal loro.

In un’intervista, il Ministro della cultura e della politica dell’informazione dell’Ucraina Oleksandr Tkachenko ha dichiarato che secondo lui è molto importante che i bambini si sentano in contatto con la loro casa e imparino a parlare e leggere nella loro lingua madre, ma stando così lontani dalla loro terra, ciò può avvenire solo attraverso la promozione di vari progetti letterari a scopo educativo.

In Italia, ci sono stati molti progetti a favore dell’inclusione letteraria e sociale sia di bambini che adulti ucraini, con svariate iniziative, come la collaborazione con molte realtà editoriali e letterarie ucraine.

I progetti letterari per i bambini ucraini rifugiati

In Ucraina, è stato organizzato un evento di beneficienza dalla Presidenza, dal Comitato di Stato per la Radio e Televisione e dal Ministero della Cultura, in cui si sono raccolti fondi per l’acquisto di libri da spedire in tutte le zone di guerra. Anche gli editori nazionali ucraini hanno contribuito al progetto fornendo oltre un milione di copie di libri ai bambini.

Oltre 150.000 libri sono già stati donati ai bambini in Ucraina grazie a questa campagna di beneficienza, ma non solo! Sono stati distribuiti anche alle ambasciate dell’Ucraina in vari paesi, come Repubblica Ceca, Slovacchia e Polonia, tutti paesi che subito si sono prodigati per l’accoglienza dei rifugiati ucraini e che tutt’ora lottano attivamente per garantire il loro benessere. Questa raccolta è stata così importante su scala nazionale che il Ministero della Cultura sta progettando, insieme ai Ministeri Europei, la creazione di hub logistici nelle principali capitali europee in modo da avere una maggiore libertà nell’inviare i libri dall’Ucraina.

bambini ucraini

Lo scaffale ucraino per grandi e piccini

Il progetto è stato avviato dalla First Lady dell’Ucraina, Olena Zelenska. Grazie al supporto di varie agenzie, come il Ministero degli Affari Esteri , libri in lingua ucraina sono disseminati nelle librerie di molte città europee per invogliare i rifugiati non solo a sentirsi a casa, ma anche a partecipare alla vita del paese ospitante in sicurezza e con la massima inclusività.

Prima della guerra, il progetto doveva essere lanciato a marzo di quest’anno per la distribuzione e la diffusione della letteratura ucraina nelle principali biblioteche del mondo. In risposta alla guerra, l’Ucraina ha istituito un consiglio per rimuovere la letteratura russa e sovietica dalle biblioteche. Il consiglio è adesso responsabile di garantire che i libri siano disponibili solo in lingua ucraina come forma di disobbedienza sociale. Secondo le prime persone che hanno iniziato a lavorare al progetto, ora il suo obiettivo principale è proteggere la cultura ucraina dall’aggressione russa.

La Biblioteca Nazionale d’Austria ha un’ampia selezione di opere di Ivan Kotlyarevsky, Taras Shevchenko e Lina Kostenko, tre delle più importanti figure letterarie ucraine nel mondo. Per promuovere ancora di più l’inclusività del progetto, sono disponibili non solo in lingua originale, ma anche nella loro traduzione, in modo da garantire e chiunque l’accessibilità alle opere.

In Olanda, I libri per bambini del principale editore di libri per bambini ucraini, la casa editrice A-BA-BA-GA-LA-MA-GA, sono stati esposti nella Biblioteca centrale dell’Aia. In alcune città francesi, ma soprattutto nella capitale, i libri ucraini sono disponibili anche nelle scuole di tutti i gradi.

La Biblioteca Centrale di Riga ha una varietà di libri di poesie di poeti ucraini, come Lesia Ukrainka e  Serhiy Loyko. Diverse opere di Serhiy Zhadyan, Kateryna Babkin e Andriy Andrukhovych sono disponibili anche presso la Biblioteca Nazionale Greca.

Ukrainian Book Institute e l’iniziativa Books without borders

L’ Ukraine Book Institute è un’agenzia governativa che promuove la lettura di libri in Ucraina e aiuta l’industria editoriale del paese. Dal 2016, anno della sua fondazione, mira a fornire incentivi per la traduzione e la pubblicazione di letteratura in altri paesi. Nonostante la guerra in Ucraina, il Book Ukraine Institute sta ancora lavorando per rendere i libri ucraini più accessibili al panorama letterario internazionale. Sebbene la maggior parte dei membri del suo staff abbia già lasciato Kiev a causa dei bombardamenti, sono ancora impegnati a garantire che i libri del paese siano conosciuti e accessibili a chiunque.

bambini ucraini

Il progetto Books without borders è stato realizzato con il patrocinio della First Lady Olena Zelenska, e grazie alla cooperazione tra il Ministero degli Affari Esteri di Kiev e L’Ucrainian Book Institute. Migliaia di libri dall’Ucraina sono stati distribuiti in vari paesi come Germania, Lettonia, Lituania e Norvegia. Per l’iniziativa, sono stati stampati più di 6,000 libri: questa iniziativa prevede la stampa dei libri direttamente in case editrici estere per ovviare al problema del trasporto, e la stampa è finanziata grazie alle opere di beneficienza e il crowfunding. 

Inoltre, i libri sono disponibili per essere stampati a casa, o è possibile comprare libri direttamente da editori ucraini, non solo per promuovere la circolarità delle opere ucraine, ma anche per dare un contributo attivo al supporto di chi ha deciso di rimanere in patria. Per maggiori informazioni, il sito dell’ UBI è disponibile per chiarire qualsiasi dubbio.

0 0 voti
Voto iCrewers

Hai sentito parlare di questi progetti?

Bianca Sofia Porcelli
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI