0

Leggilo anche tu: L’età dalla mia parte di Alessandro Casillo

Sogni. Emozioni. Talento. Successo. Felicità. Che significato hanno?

l'età dalla mia parte
Sogni. Emozioni. Talento. Successo. Felicità. Che cosa significano davvero queste parole? Quanto è difficile per ciascuno di noi trovare la propria definizione, unica e personale? Bisogna mettersi in gioco per farlo, e a ogni bivio che la vita ci mette davanti bisogna fare una scelta. Alessandro Casillo ripercorre le svolte più importanti del suo percorso artistico e personale, dalle prime lezioni di canto alla vittoria a Sanremo Giovani nel 2012, dall’impatto della fama all’abbandono della scuola di Amici, passando per gli anni in cui ha scelto di mollare la musica e le scene per fare uno dei lavori più “normali” che ci siano: l’idraulico.
Leggi la sinossi

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Sogni. Emozioni. Talento. Successo. Felicità. Che cosa significano davvero queste parole? Quanto è difficile per ciascuno di noi trovare la propria definizione, unica e personale? Bisogna mettersi in gioco per farlo, e a ogni bivio che la vita ci mette davanti bisogna fare una scelta. Alessandro Casillo ripercorre le svolte più importanti del suo percorso artistico e personale, dalle prime lezioni di canto alla vittoria a Sanremo Giovani nel 2012, dall’impatto della fama all’abbandono della scuola di Amici, passando per gli anni in cui ha scelto di mollare la musica e le scene per fare uno dei lavori più “normali” che ci siano: l’idraulico.
Leggi la sinossi

Alessandro Casillo! Chi è?

Caro iCrewer neanche io lo conoscevo; è il vincitore delle Nuove Proposte del Festival di Sanremo del 2012, ma è assurto, quest’anno,  agli onori della cronaca per essere stato uno dei pochi, se non l’unico, che abbia avuto il coraggio di abbandonare la scuola di Maria De Filippi, Amici 18; ( lo scrivo tra parentesi perché non avendo mai visto il programma, non ho la certezza di poter asserire che sia stato l’unico ad abbandonare!).

Una delle motivazioni è riportata in un testo che è stato anche pubblicato, e che oggi fa parte del libro che ha scritto: L’età dalla mia parte.

“… Me ne sono andato prima della registrazione della puntata che per me poteva rappresentare l’ultima opportunità di proseguire il mio percorso. Sono pronto a prendermi tutte le responsabilità di questa scelta che è solo mia, e di prendermi ovviamente tutti i giudizi, le critiche e le sentenze. Sono stati cinque mesi di alti e bassi, come è la vita. Ad Amici ho deciso io di partecipare e in tutti questi mesi, fino all’ultimo giorno, tutte le mattine mi sono sempre alzato con tanta voglia di studiare, provare, cantare, fare lezione, crescere.”

A ogni bivio, a ogni stop, a ogni ripartenza c’è qualcosa da imparare, qualcosa da portare con sé, qualcosa che lo aiuta a guardarsi dentro per capire chi è e cosa vuole. Proprio come i grandi personaggi che lo hanno ispirato con le loro scelte di vita e la loro unicità. E proprio come tantissimi ragazzi e ragazze della sua età, che si affacciano sul futuro pieni di sogni, dubbi e speranze. L’età dalla mia parte è la storia di un giovane che va quotidianamente alla ricerca della propria strada e non ha paura di mettersi in discussione, scoprendo che non esiste un solo modo di esprimere il talento e che si può essere straordinariamente felici anche nelle cose semplici, ogni giorno.

 

Bookmarked By

L’unica cosa  che mi lascia perplessa è una frase: “Non posso accettare di non piacere a chi deve giudicarmi.”  Tu che ne pensi? Sarei felice di conoscere anche il tuo pensiero.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
L’unica cosa  che mi lascia perplessa è una frase: “Non posso accettare di non piacere a chi deve giudicarmi.”  Tu che ne pensi? Sarei felice di conoscere anche il tuo pensiero.
1+