Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
una promessa da mantenere

Recensione: Una promessa da mantenere, di Emy Petrucci. Mazzanti Editore

L'esordio di un'autrice per Mazzanti editore, un racconto da leggersi tutto d'un fiato: Una promessa da mantenere, di Emy Petrucci

Una promessa da mantenere

è il titolo, caro iCrewer, di questo racconto breve scritto da Emy Petrucci per Mazzanti Editore, disponibile in formato cartaceo con audiolibro letto dall’autrice. Una promessa da mantenere è anche una frase che in questo periodo molto difficili a livello emotivo ammetto che mi ha regalato un’emozione in più, non so perché, forse perché sa di speranza, forse perché sa di impegno e di volontà positiva, fatto sta che è stato uno dei fattori per cui ho scelto di leggere il libro.

una promessa da mantenere
Cover di Una promessa da mantenere, di Emy Petrucci

A questa esperienza emozionale aggiungo che anche la cover mi ha attirata particolarmente: le provette e gli strumenti scientifici riportano ovviamente a parte del contenuto della storia ma hanno avuto un impatto piacevole, non mi hanno trasmesso inquietudine, nonostante il romanzo voglia essere (e ci riesce) un po’ giallo e un po’ thriller.

Ho accennato al fatto che fosse un racconto breve poiché il libro è di sole 100 pagine, e quindi si tratta di una storia la cui trama si snoda velocemente, senza soffermarsi troppo su analisi dei personaggi, flashback o dilungazioni narrative, ma il risultato è comunque coinvolgente, riesce a tenerti sulle spine fino in fondo, ti fa porre molte domande e riesce a soddisfarti nel finale. Ottimo, quindi, considerato che si tratta del romanzo d’esordio di questa scrittrice, Emy Petrucci.

Il talento c’è e si vede, si legge e si apprezza, dunque. La scrittura è semplice e fluida, i dialoghi ben costruiti, i personaggi descritti quanto basta per tracciarne le singolarità e la trama è costruita secondo le regole. Consiglio questo romanzo quindi perché piacevole, veloce da leggere e da gustarsi durante uno di questi (un po’ interminabili ahimè) giorni di quarantena. Approvato a pieni voti.

Una promessa da mantenere
La foto di Emy Petrucci sul suo profilo Facebook

La stessa casa editrice ci presenta così Emy Petrucci: “Diciannove anni, al suo esordio, inaugura la collana di Mazzanti Libri “Troppo giovani per non scrivere”. Emy Petrucci irrompe sul palcoscenico della narrativa con un romanzo breve da leggere tutto d’un fiato. Un giallo fresco e incalzante come la sua età.”

0 0 voto
Voto iCrewers

Consiglio questo romanzo perché piacevole, veloce da leggere e da gustarsi durante uno di questi (un po’ interminabili ahimè) giorni di quarantena. Approvato a pieni voti.

Altre recensioni

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

6 minuti fa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0