La culla della civiltà occidentale… e della letteratura

Caro iCrewer, il nostro viaggio attraverso le letterature del mondo si sposta oggi nel Mar Mediterraneo, più precisamente in Grecia.

Non credo siano necessarie grosse presentazioni per questa meravigliosa terra, composta da una penisola prevalentemente montuosa e da un migliaio di isole e isolotti: nella nostra carriera scolastica tutti abbiamo avuto a che fare con essa. L’abbiamo studiata in geografia e in storia, dato che è stata la culla della cultura occidentale. Nell’antichità la Grecia è stata infatti residenza della prima civiltà avanzata del continente europeo, che ha plasmato la nostra idea di politica e di filosofia e le cui idee sopravvivono ancora oggi. Anche la letteratura che noi conosciamo è merito degli antichi Greci: senza Omero non avremmo mai assaporato l’epica e i grandi temi come l’amore, l’amicizia e l’onore in battaglia, che sarà centrale nei poemi cavallereschi. Non dimentichiamoci del teatro, che è stato istituito e sviluppato verso il secolo VI a.C.  e le cui opere sono tuttora il modello e l’ispirazione delle moderne rappresentazioni.

Insomma, l’antica Grecia ci ha trasmesso tanto! Invece la Grecia attuale com’è e cosa ci sta dando? È una repubblica parlamentare indipendente dal 1822 ed è membro dell‘Unione Europea dal 1981. Nel 2004 la sua capitale, Atene, ha ospitato i Giochi della XXVIII Olimpiade, competizione sportiva nata nell’antica Grecia e che dal 1984 coinvolge Nazioni di tutto il mondo. Negli ultimi anni è stata invece molto chiacchierata per la sua politica economica, che ha ridotto il Paese a gravi condizioni fiscali. Tuttavia il turismo verso i luoghi di villeggiatura sulla costa o nelle isole è sempre più apprezzato per la sua movida e la bellezza di quei luoghi. Anche l’interesse per i resti archeologici è in crescita, infatti le città che raccolgono testimonianze dell’antica civiltà greca attraggono sempre più curiosi e appassionati, oltre agli storici, ai ricercatori e agli archeologi impegnati nei vari scavi presenti sul territorio.

Atene
L’acropoli di Atene

Se sei interessato a leggere autori contemporanei della letteratura neogreca (denominata così per distinguerla da quella prodotta in greco antico), puoi trovare un’ampia scelta di titoli sul mercato nostrano che parlano di questo Stato. Uno scrittore che racconta della Grecia degli ultimi anni è Christos Ikonomou: nelle sue raccolte di racconti Dal mare verrà ogni bene  e Qualcosa capiterà, vedrai!, entrambi editi da Elliot nel 2016, viene delineata con incredibile crudezza e poeticità la condizione sociale e morale di Atene dopo la crisi finanziaria.

Un altro testo che racconta la storia di questo Stato è La sorella segreta (Edizioni E/O, 2014) della romanziera ateniese Fotini Zalikoglu: si tratta del viaggio che compie un giovane ragazzo americano, nipote di immigrati ellenici, ritrovando le radici della propria famiglia nella travagliata Grecia del Novecento.

Caro iCrewer, se preferisci una lettura più leggera ma sempre ambientata in Grecia, ti consiglio allora Lena Manta, apprezzata voce della letteratura romantica. L’autrice è originaria di Istanbul, ma si è trasferita in giovanissima età in terra ellenica e da allora vi è rimasta e vi ambienta i suoi romanzi rosa. L’opera che le ha dato notorietà in Italia è La casa sul fiume (Giunti, 2007), ma anche Infinito come il mare (Giunti, 2009) e La lettera d’oro (Giunti, 2017) sono stati dei grandi successi con quasi 2 milioni di copie vendute.

Per quanto riguarda la poesia invece, non posso non citare i due premi Nobel per la Letteratura che la Grecia si aggiudicò negli anni 1963 e 1979Giorgios Seferis e Odysseas Elytīs.

Ci sarebbero tanti altri autori di cui parlare, caro iCrewer, ma lo spazio a mia disposizione è terminato. Se conosci qualche altro scrittore contemporaneo proveniente dalla penisola ellenica, non esitare a suggerircelo!

La nostra tappa in Grecia si conclude qui. Continua a seguirci ogni giorno nel nostro giro del mondo letterario!

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami