E Niente... la mia vita con Antonio che non saluta mai! Book Cover E Niente... la mia vita con Antonio che non saluta mai!
Marco Morrone
Piemme
2018
ebook, cartaceo
106

Oggi Marco è «il re indiscusso delle webstar italiane», come dicono Le Iene, ma prima era un tredicenne come gli altri, preso in giro per qualche chilo in più. E vuole far sapere a quanti si nascondono pensando di non essere all'altezza, che la vita è anche un'altra, e che chiunque può viverla, a pieno.

"Saluta Andonio! Antonio, chissà se ci hai capito qualcosa di quello che è successo. E meno male che non mi hai salutato, e che eri nervoso, se no non ci sarebbe stato niente di tutto questo. Anche se ormai mi tocca dire buonaseeera sempre, pure di mattina."

E NIENTE…, 

[amazon_link asins=’8856666138′ template=’ProductCarousel’ store=’game0ec3-21′ marketplace=’IT’ link_id=’814ec31c-6838-11e8-8aee-85d8ba5fe700′]

Così comincia il diario della sue giornate il giovane tredicenne cosentino, Marco Morrone, diventato all’improvviso il più cliccato sul web, precisamente su youtube, con un video visualizzato da più di 10milioni di persone in un arco di tempo brevissimo.

In quel “E niente” è racchiuso tutto il suo mondo di adolescente alle prese con il bullismo operato nei suoi riguardi per il solo fatto di essere un pò in carne, dell’indifferenza di un padre sempre impegnato a lavorare, delle sue giornate chiuso in casa, al sicuro, a far passare un occhio nero e giocare alla playstation.

Poi, per gioco, dopo aver avuto in regalo uno smartphone decide di girare un video il cui protagonista è il padre Antonio e a cui chiede di salutare e, sempre per gioco, lo posta su youtube. Ed è l’inizio di un turbine che non si arresta, tenta anche di “cancellare” dal sito il suo operato, si pente di quel che ha fatto, ma non c’è nulla da fare.

All’inizio tutta la pubblicità che è scaturita lo ha sconvolto, il video, diventato virale, lo ha gettato nello sconforto e per un po’ è ritornato a “nascondersi” nella sua camera giocando al suo gioco preferito. Finché, un giorno, nuovamente in macchina con il padre, ha “scoperto” una persona nuova, sorridente e non più nervosa, e non voleva dividerla con nessuno.

Oggi Marco ha capito che deve “saper sfruttare” la sua notorietà.

E’ emblematica la sua frase: “….un giorno non so cosa, me ne stavo sdraiato sul divano, ho pensato che non potevo arrendermi così e se non si poteva più tornare indietro allora bisognava andare avanti, e più forte di prima, e se tutti si divertono con questo video adesso voglio divertirmi pure io, ho pensato, e mi sono detto, mo’ sai che faccio?, apro una pagina e poi vediamo che succede.” 

Nonostante la giovane età e la notorietà, tutti lo vogliono, lo cercano, ma Marco dimostra di avere i piedi per terra e anche se gli altri si approfittano del suo essere famoso risponde che per lui non è un problema perchè approfitta della gente sfruttando la sua popolarità, e così facendo riesce a guadagnare 1500 euro per mezz’ora ogni qualvolta deve fare lo sketch che lo ha reso così famoso:

“saluta Andonio”

Meditate gente, meditate prima di farvi selfie o girare video, potrebbero diventare virali e non potreste essere più in grado di venirne fuori….Oppure è il contrario?

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami