0

Leggilo anche tu: “Dove sei stata” di Giusi Marchetta, edizioni Rizzoli

IMG_20181205_085959
0

0

Leggi la sinossi

 Fonte d’ispirazione la Reggia di Caserta, patria del cuore carica di fascino e misteri, per un romanzo alla ricerca di un passato con mille punti interrogativi.

             

Uno scrittore che trae ispirazione dall’inconsueto, può far diventare tutto  sua fonte d’ispirazione e i meccanismi mentali che si attivano, dipendono certamente dalla sensibilità personale ma anche dall’ambiente in cui  egli vive o in cui viene a trovarsi. Visionando, tra tanti, questo libro, incuriosita dal titolo e dalla copertina, (…a proposito di meccanismi mentali, chissà cosa ha suscitato la mia attenzione…) mi sono chiesta quanto la sua autrice, Giusi Marchetta,  sia stata influenzata dal luogo dove è cresciuta, Caserta e quanto materiale vi ha trovato per impostare questo suo nuovo romanzo: [amazon_textlink asin=’B079Q7CXWG’ text=’Dove sei stata’ template=’ProductLink’ store=’game0ec3-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b108be1c-fa5e-11e8-984b-21acfc18365c’], edito da Rizzoli.

Nata a Milano nel 1982, Giusi Marchetta, è cresciuta a Caserta, dove avrà certamente avuto modo di conoscere gli splendidi scenari della Reggia, vive a Torino e lavora come insegnante.

Vincitrice del Premio Calvino nel 2008, con la raccolta di racconti che ha visto il suo esordio come scrittrice, Da un bacio a chi vuoi  tu, ha in seguito pubblicato altre opere compreso un saggio dal titolo: Lettori si nasce… (che ci trova d’accordo!)

In [amazon_textlink asin=’B079Q7CXWG’ text=’Dove sei stata,’ template=’ProductLink’ store=’game0ec3-21′ marketplace=’IT’ link_id=’00f7f762-fa48-11e8-9b21-111a95a97ed5′] Giusi Marchetta porta il lettore nella terra che l’ha vista crescere e formarsi, Mario il protagonista del romanzo, torna dopo dieci anni di assenza nel luogo in cui è nato e cresciuto, tra giochi scatenati lungo i viali e fantasticherie sulle statue a soggetto mitologico sparse nei giardini: la Reggia di Caserta, appunto.

Il padre, uomo freddo e distaccato nei confronti del figlio, non gradisce molto la sua presenza e Mario, cresciuto senza madre in quanto lo ha abbandonato da piccolo, si trova a dover fare i conti con un passato nebuloso e pieno di interrogativi…

Ci sono tutti gli ingredienti, per una lettura coinvolgente e il luogo di ambientazione, con il suo fascino e le sue storie misteriose, aggiunge quel quid in più che incuriosisce e appassiona.

Penso proprio che lo leggeremo…che ne dite?

Bookmarked By

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp