La forma dell’acqua: film e libro

La forma dell’acqua è il film di Guillermo Del Toro che si è aggiudicato l’Oscar come miglior film presentato alla 90° edizione a Los Angeles; oltre a questa statuetta il regista ha conquistato anche quella come miglior regia mentre ad Alexandre Desplat è da attribuire l’Oscar come migliore colonna sonora originale; da ricordare il riconoscimento anche come migliore scenografia.

 

Ricordiamo che la pellicola ha già vinto il Leone d’oro come miglior film alla 74° Mostra internazionale dell’arte cinematografica di Venezia.

Il film ha fatto il suo debutto il 14 febbraio. Tra i personaggi principali ricordiamo l’attrice Sally Hawkins nei panni di Elisa l’addetta alle pulizie che vive in un mondo fatto di silenzi con la collega Zelda, interpretata da Octavia Spencer.

In contemporanea al film è stato scritto il romanzo, che porta lo stesso titolo, dal regista Guillermo del Toro e da Daniel Kraus edito da Tre60; lo troviamo nelle librerie dal 1 marzo.

Riguardo al libro Daniel Kraus ha affermato:

The Shape of Water rappresenta il primo frammento di idea che abbia avuto. Me la porto dietro da quando avevo quindici anni, ma non è diventata una storia vera e propria fino a quando non ho incontrato Guillermo. […] È l’artista più onesto e sensibile che io conosca e, con la sua apertura emotiva, completa alla perfezione la mia vena più oscura”.

Mentre Guillermo del Toro dice:

“[…] una storia che avevo in mente da quando, a sei anni, ho visto Julie Adams nel Mostro della laguna nera. […] Un giorno Daniel Kraus mi ha parlato di una sua idea per una storia che era molto simile alla mia. Ho capito subito che avevamo fatto centro: avevamo per le mani un soggetto pazzesco sia per un libro che per un film”.

Ecco a voi la trama

Baltimora, 1962. Dopo aver perso l’uso della voce a causa di un incidente, la giovane Elisa conduce una vita spenta, senza ambizioni. Ma un giorno, all’interno del laboratorio in cui lavora come donna delle pulizie, entra per sbaglio in una stanza e fa una scoperta straordinaria: in una vasca piena d’acqua c’è una strana creatura. È sicuramente prigioniera e con ogni probabilità è lì perché oggetto di un esperimento. Ma cos’è? Anzi: chi è? All’insaputa di tutti, Elisa entra in contatto con quella creatura e tra i due si crea un legame sempre più forte. Un legame incomprensibile al mondo, che vede in lei una donna insignificante e nella creatura soltanto un mostro da studiare. Un legame che però ha i tratti e la forza del vero amore…

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami