Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
novità in libreria garzanti

In libreria: le novità Garzanti di fine maggio

Due nuovi romanzi firmati Garzanti disponibili in tutte le librerie

Il rischio è quello di essere ripetitivo e di iniziare gli articoli sempre allo stesso modo, ma ogni volta che mi metto a scrivere di nuove uscite e nuovi libri da leggere, mi assale l’entusiasmo di un bambino davanti a una fila interminabile di giocattoli. Quindi, anche questa volta, con gioia, ti segnalo due titoli da inserire tra le novità Garzanti di fine maggio. 

Due romanzi che hanno attirato la mia attenzione, tra la vasta proposta di news che sono già disponibili in tutte le librerie da qualche giorno.

Prima di iniziare, ti porgo le solita domande, quelle che caratterizzano tutti noi appassionati di libri e di lettura: che emozioni provi quando ti informi sulle nuove uscite letterarie? Compreresti tutto? Alla fine come scegli il libro, o più spesso i libri, da portare a casa con te? Un giorno faremo un vero e proprio sondaggio tra tutti voi che ci seguite regolarmente e lo condivideremo in un articolo.

Le novità Garzanti di fine maggio in libreria

Il primo libro che ti segnalo, tra le novità Garzanti di fine maggio, è un romanzo che alla sola lettura della sinossi mi ha molto incuriosito. Uno di quei testi che potrei amare, che parlano in un certo senso di vita vissuta e vita sognata.

Si tratta di La meraviglia di un gesto gentile scritto da Jane Riley e tradotto in italiano da Elisabetta Valdrè. Un vero e proprio omaggio, anzi direi inno, al detto “Non è mai troppo tardi”. 

novità Garzanti di fine maggio

Il protagonista è Oliver, un quasi quarantenne che vive una vita lineare e molto prevedibile. Un lavoro fisso, i vestiti ben riposti nell’armadio e una grande dose di piatti pronti nel frigorifero. La sua timidezza e la sua semplicità nascondono però la grande anima di un sognatore cronico. Ogni sera, infatti, scrive su un quaderno le idee per una vita più frizzante, diversa.

Piccole cose e piccoli gesti che renderebbero la sua esistenza più movimentata. Tipo fare una seconda colazione a metà mattina, fare un viaggio e tante altre cose semplici di questo tipo.

Permettimi, caro Icrewer, di inserire a questo punto un pensiero personale. Io trovo che sia straordinaria l’idea di avere un blocchetto su cui appuntare le idee per una vita diversa. Non necessariamente più bella, ma molto più vicina a quella che vorremmo di quanto non lo sia quella che viviamo. Mi domando come io abbia fatto a non pensarci fino a oggi.

Ricordarsi di andare a comprare un quaderno appena finisco di scrivere questo pezzo. A proposito di appunti 🙂

Tornando alle novità Garzanti di fine maggio, e nello specifico alla trama del libro in questione, il problema del protagonista è quello di trovare il coraggio. Perché è vero che mettere nero su bianco le buone intenzioni è una pratica fantastica, poi però bisogna anche avere gli attributi per muovere il primo passo verso la realizzazione. Chissà quanti di noi potranno riconoscersi nel protagonista.

Come spesso accade, e questa affermazione la sottolineo, per dare una spinta nella vita di un uomo ci vuole una donna. Oliver infatti incontra Edie, una persona esattamente agli opposti rispetto a lui. Viva, eccentrica, euforica e ricca di iniziative. A partire dal lavoro singolare che fa: produce candele con il profumo delle persone che incontra. Sarà lei a trascinare Oliver fuori dalla comfort zone e a fargli assaporare il gusto dolce e inebriante di una esistenza vissuta davvero.

Come è il detto? Dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna. La mia esperienza non può che confermarlo.

L’autrice, Jane Riley, ha iniziato la sua carriera nelle pubbliche relazioni, prima di passare all’editoria. Lavora come blogger di design e questo libro segna il suo debutto letterario. A mio avviso promette bene, non vedo l’ora di leggerlo.


Cambiamo decisamente argomento e atmosfera, passando al secondo titolo scelto tra le novità Garzanti di fine maggio. In realtà si tratta di un libro che, seppur in modo differente, evidenzia il ruolo fondamentale delle donne.

Il titolo del romanzo è Il quaderno delle parole perdute, scritto dall’autrice Pip Williams con traduzione in italiano di Stefano Beretta. Anche in questo caso di tratta del testo che sancisce il debutto letterario dell’autrice.

Una trama che evidenzia come le parole e i libri possano cambiare il corso della storia intera, con un occhio di riguardo all’importanza della donna nel campo culturale e sociale. Un tema di grande attualità con una ambientazione storica. Il libro, infatti, è ispirato dalla vera storia della nascita dell’Oxford English Dictionary.

il quaderno delle parole perdute

Oxford. Lo Scriptorium nel giardino segreto è il luogo preferito della piccola Esme. Lì, nascosta sotto un immenso tavolo di legno, ruba parole scritte su bianchi fogli. Parole che il padre lessicografo scarta mentre redige il primo dizionario universale.

Più Esme cresce, più capisce che le definizioni che non compariranno nel lemmario ufficiale hanno qualcosa in comune: parlano delle donne, del loro modo di essere, delle loro esperienze. Parlano della sorellanza, dell’amore che non è solo possesso, dell’essere compagne in una lotta comune. Escluderle significa non dar loro una voce, guardare il mondo da un unico punto di vista, soffocare possibilità e speranze.

Eppure c’è chi fa di tutto per farle scomparire per sempre.

Anni dopo, Esme è determinata a fare in modo che questo non accada. Per tutta la vita ha collezionato quelle parole con l’intenzione di proteggerle, perché ha un sogno: scrivere un dizionario delle donne, che restituisca a ciò che è andato perduto il rispetto che merita. Per farlo deve combattere contro chi non la pensa come lei.

Ma a darle coraggio ci sono tutte le donne che da secoli non aspettano altro che far parte della storia e non essere dimenticate.

Un romanzo che, prendendo spunto dalla storia vera della nascita dell’Oxford English Dictionary, scrive un inno all’importanza delle parole e dei libri. Un inno al diritto delle donne di rivestire un ruolo centrale nella cultura e nella società. Una storia che unisce al fascino intramontabile dell’ambientazione accademica di Oxford e Cambridge un messaggio di potente attualità.

Pip Williams è nata a Londra, ma vive in Australia, paese in cui è anche cresciuta. Lavora come scrittrice e giornalista.

Queste sono le mie due proposte di lettura per quanto riguarda le novità Garzanti di fine maggio, ma sai benissimo anche tu, amico iCrewer, che la lista di nuove pagine da leggere per sognare è ogni giorno più che infinita.

Ti basta continuare a seguirci per essere sempre aggiornato.

 

 

0 0 voto
Voto iCrewers

Potrebbe interessarti...

La passione per la libertà

Pier Franco Quaglieni, La passione per la libertà

La mafia nello zaino - Il bimbo, il nano e l'assassino

Novità in Libreria: La mafia nello zaino – Il bimbo, il nano e l’assassino di Alessandro Cortese

Speciale

Lifstyle. Il monaco buddhista Thich Nhat Hanh: attivista vietnamita per la pace

Speciale

Premio Strega 2022 i primi pronostici

Speciale

FRI: Dietro le Quinte – Gli autori e le autrici

Speciale

Alla scoperta dei generi letterari # 62: il genere Battle Royale

Che ne pensi di queste due proposte?
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0