giulia lamarca

Novità in Libreria: Prometto che ti darò il mondo, di Giulia Lamarca

Il nuovo romanzo di Giulia Lamarca intitolato "Prometto che ti darò il mondo"; una storia che parla di disabilità, ma soprattutto di amore, di perseveranza e di libertà

Ciao iCrewer! Oggi ti presento un nuovo libro dal genere no-fiction; si intitola Prometto che ti darò il mondo, scritto dalla penna di Giulia Lamarca (edito DeAgostini) che uscirà il 7 settembre 2021 in formato cartaceo mentre è già disponibile in versione e-book.

Prometto che ti darò il mondo: trama

Giulia ha diciannove anni e davanti a sé una storia ancora tutta da scrivere e riempire di colori ed esperienze. Poi un motorino, una curva presa male in un pomeriggio qualunque, e la realtà che conosceva viene cancellata di colpo. Davanti a lei si apre un’altra vita, che include una nuova compagna di viaggio: una carrozzina.

Nel corso di nove lunghi mesi in ospedale, Giulia deve imparare a guardare il mondo da un nuovo punto di vista, a muoversi, a sentirsi se stessa. Dall’ospedale, però, porta con sé anche l’incontro con Andrea, un giovane tirocinante fisioterapista che riesce a conquistarla con la sua tenacia e la sua dolcezza.

Un giorno, lui le fa una proposta “folle”: partire insieme per l’Australia. E, quasi per scherzo, lei accetta. Senza sapere che quell’aereo lo prenderanno davvero, che il loro amore diventerà sempre più grande e che non si fermeranno più. Quel viaggio sarà l’occasione per cambiare prospettiva, mettersi alla prova, conoscersi meglio e comprendere, infine, che i limiti sono innanzitutto dentro di noi.

Viaggio dopo viaggio, impresa dopo impresa, Giulia si ritrova a scalare il Machu Picchu, a salire sulla Muraglia cinese, a contemplare la fioritura dei ciliegi in GiapponeE inizia a comprendere non solo che, carrozzina o no, può andare alla conquista del mondo, ma che può spendersi in prima persona per l’inclusione – e trasmettere forza agli altri.

Con la sua grinta e allegria, Giulia rappresenta per tutti noi una chiamata a uscire dalla nostra zona di comfort e a misurarci con le nostre paure e i nostri sogni “impossibili”: è questa l’unica via per avere davvero la vita che vogliamo. Con la sua complessità, le sue contraddizioni e tutta la sua bellezza.

Attraverso il racconto dei suoi viaggi, Giulia Lamarca ripercorre la sua storia drammatica quanto straordinaria: una storia che parla di disabilità, ma soprattutto di amore, di perseveranza e di libertà.

Una testimonianza che resta attaccata alla pelle.

Un’autrice capace di portarci lontano con la sua voglia di vivere e di non arrendersi mai.

«Ho ribaltato la prospettiva e mi sono detta: finora hai pensato a tutto ciò che non potevi fare. Ma tutto il resto? Tutto il resto è la vita.»

L’autrice – Giulia Lamarcagiulia lamarca

Giulia Lamarca, 29 anni, è psicologa, formatrice aziendale e content creator. Nel 2020 è intervenuta al TEDx Torino con un discorso intitolato Come superare i propri limiti e farne una risorsa.

Insieme al marito Andrea viaggia da ormai dieci anni in giro per i cinque continenti, raccontando le sue esperienze prima sul blog My travels: the hard truth e poi sul suo profilo Instagram.

Si definisce una changemaker e progetta di intraprendere un giro del mondo per promuovere un cambiamento globale che permetta a tutti di godere liberamente di quanto di bello ogni luogo ha da offrire.

Le parole dell’autrice Giulia Lamarca

«Vorrei che questo libro fosse per voi quello che la vita è stata per me. Dicono che il mondo sia privo di confini, che ora possiamo andare dove vogliamo e che siamo liberi di essere ciò che vogliamo. Forse, prima di compiere i miei diciannove anni, anch’io la pensavo così. Ma ora è tutto diverso.

Dieci anni fa è successo qualcosa, nella mia vita, che mi ha fatto capire che quella libertà che sembra esserci data di diritto non è assolutamente scontata, e non sarà un tatuaggio con la scritta freedom a garantircela. Dieci anni fa tutto è cambiato. È pazzesco, ma forse è proprio quando la vita prova a immobilizzarti che tu decidi di oltrepassare i confini.

Alle volte, precisamente prima della partenza di ogni viaggio, mi capita di pensare e chiedermi perché mi senta davvero così viva solo in quei momenti. Sento che per me la partenza verso l’ignoto è catartica. Ha a che fare con il mio scopo, con il mio percorso in questa vita… con la mia rinascita.

Sì, questo libro parla di morte e di rinascita, della linea sottile che divide queste due realtà di  cui si dice così poco.»

0 0 voti
Voto iCrewers

A me incuriosisce molto questa storia; e tu, Leggerai questo romanzo? Fammelo sapere nei commenti! Per ora è tutto, ti mando un saluto virtuale e alla prossima!

Eleonora Scarapazzi
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI