Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Fran Lebowitz

Conosci Fran Lebowitz?

Fran Lebowitz  la più grande scrittrice non scrivente d’America

 

Fran Lebowitz questo nome non mi dice nulla eppure in America è una donna conosciuta, al punto che è soprannominata la più grande scrittrice non scrivente d’America. Bompiani pubblica una raccolta degli unici due libri da lei stilati corredata da un’intervista, intitolata La vita è qualcosa da fare quando non si riesce a dormire. Per la prima volta i suio scritti vengono tradotti in italiano.

la vita è qualcosa da fare

Fran Lebowitz è senza dubbio la voce umoristica più sferzante d’America. Ha un’opinione su qualsiasi argomento e non si fa pregare per esternarla. La sua grande amica Toni Morrison diceva: “Ha sempre ragione perché non è mai imparziale.” È arguta, crudele, pungente, se colpisce è per affondare. Newyorchese impenitente, amante della moda, dei mobili di lusso e dell’arte, è diventata suo malgrado un’icona di stile: dagli anni Settanta porta occhiali tondi tartarugati, camicia con gemelli, jeans, giacca di taglio maschile e camperos. Ha ufficialmente smesso di scrivere nel 1981 e da allora non ha mai smesso di parlare: si è ritagliata una carriera come public speaker e ha tenuto conferenze e interviste pubbliche praticamente su tutto: dalla politica alla moda, all’arte, al cinema, al teatro. Nessuno ha mai osato contraddirla.

Bompiani ha raccolto quasi tutti i suoi scritti, tratti dagli unici due libri per adulti pubblicati, Metropolitan Life e Social Studies. Il libro è composto anche da due interviste: una realizzata da George Plimpton all’indomani dell’inizio del blocco dello scrittore più famoso del mondo, l’altra inedita realizzata dal curatore del testo.

Due parole riguardo Fran Lebowitz

Fran Lebowitz, ha 70 anni, la maggior parte dei quali vissuti a New York; è la protagonista di Fran Lebowitz. Una vita a New York, documentario di Netflix che Martin Scorsese le ha dedicato.

Di Fran Lebowitz non sappiamo molto. Siamo certi che nei primi anni settanta fu assunta da Andy Warhol per scrivere sulla rivista Interview, qui curò due rubriche: una assai particolare The Best of the Worst, trattava di film brutti, mentre nella seconda, I Cover the Waterfront, si dedicava alla mondanità newyorkese. Il suo amico Martin Scorsese la consider ottima scrittrice, umorista e opinionista.
Lasciato questo incarico scrisse per la rivista femminile di moda Mademoiselle. Questa stessa rivista lanciò grandi scrittori come Truman Capote, William Faulkner, James Baldwin e Tennessee Williams.

0 0 voto
Voto iCrewers

Potrebbe interessarti...

Orgoglio e pregiudizio

Spazio ai classici: Cos’è un grande classico e cosa no?

Speciale

Festival Romance Italiano 2022: le case editrici

Un impero in rovina

Novità in libreria: Un impero in rovina di Mitchell Hogan

Le parole che vorrei saperti dire

Lifestyle: Julia Elle e la straordinarietà di essere madri

Speciale

Le novità di Baldini e Castoldi Edizioni per settembre 2021

Break me down

Novità in libreria: Break me down di Alice Marcotti

Fran Lebowitz in America è una donna conosciuta, al punto che è soprannominata la più grande scrittrice non scrivente d’America. Sai di chi si tratta?
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

26 settembre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0