Moby Dick è il vostro libro preferito? E allora perché non leggere il romanzo di Herman Melville scritto interamente con gli emoji: Emoji Dick. Scopriamo di più su questo progetto bizzarro, lanciato da Fred Benenson su Kickstarter.

Benenson è un ingegnere informatico di Kickstarter, società che gestisce un sito web di finanziamento collettivo per progetti creativi. Vista la sua professione, è venuto a contatto con gli emoji ancor prima che avesse il suo vero e proprio boom di successo: ne fu da subito colpito. Vide in quelle faccine, la possibilità di rivoluzionare il mondo della comunicazione e della scrittura. Ed ebbe ragione, gli emoji infatti, come già abbiamo precedentemente detto, risultano, ad oggi, essere il linguaggio più usato al mondo.

Convinto delle sue idee, Benenson, insieme ad alcuni colleghi, cominciò a scrivere brevi frasi utilizzando solo le faccine, che poi divennero alcune righe e, in seguito, brevi racconti. Fu allora che si chiesero se sarebbero riusciti a scrivere un intero libro solo con gli emoji. Decisero che, visto che scriverne uno da zero sarebbe stato troppo complicato, fosse più fattibile tradurne uno esistente.

emoji dick

Benenson si mise alla ricerca del testo da tradurre, cercava qualcosa d’impatto. Dopo aver scartato l’ipotesi di tradurre la Bibbia, troppo dispendiosa nei tempi, trovò il libro che faceva al caso suo: Moby Dick di Herman Melville, la celebre caccia alla balena del capitano Achab.

La realizzazione richiese diversi anni, ad essa collaborarono diverse persone. Benenson decise di sottotitolare il testo originale inglese con l’utilizzo degli emoji.

Il progetto fu finanziato grazie alle donazioni Kickstarter. In poche settimane, il libro, raccolse 3,676 dollari. Nasce così Emoji Dick.

emoji dick

Terminato il lavoro, il libro è stato reso in formato cartaceo, inizialmente al prezzo di 40 dollari nella versione economica, e 200 dollari nella versione più curata, quella con copertina rigida e pagine plastificate. Una copia del libro è entrato a far parte della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

[su_button url=”http://www.emojidick.com/” background=”#ef8a2d” icon=”icon: user”]Fonte[/su_button]

Un successo immediato e inaspettato! Gli emoji sono ormai un idioma universale, valido e comprensibile per tutti. Sarà davvero la lingua del futuro? Voi cosa ne pensate?

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami