“Io son ribelle, non mi piace questo mondo, che non vuol la fantasia…”

Grazie Molleggiato, per tutta la musica che hai regalato al mondo. Auguri per il tuo ottantunesimo compleanno!

La fantasia è una parola meravigliosa, implica l’utilizzo dell’immaginazione, che consente un’alterazione della realtà. Ci insegnano le sue applicazioni fin da quando siamo bambini. I maggiori generatori di questa delicata arte sono i libri, opere scritte da autori vicini o lontani alla nostra realtà, che ci consentono di viaggiare in mondi meravigliosi, di conoscere persone straordinarie.

Consigli letterari per i bambini

Epifania è la festa dei bambini, che la attendono come un Babbo Natale al femminile; quindi inizio consigliandovi proprio i libri per i giovani lettori. “La Befana e il colpo della strega” di Tea Ranno è un’avventura da leggere insieme ai vostri bambini. “Il carbone va agli adulti: fanno le guerre, avvelenano l’aria” Dondomelia ha le sue ragioni… ma addirittura provocare il mal di schiena ad una vecchina così simpatica come la Befana… Tulipandra risolverà la situazione? Molti bambini tendono ad umanizzare la Befana, domandandosi chi sia suo marito o cosa ci sia nel suo armadio, “Manuale della Befana” di Anna Lavatelli spero possa rispondere a tutte le domande dei piccoli lettori più curiosi, grazie anche alle illustrazioni curate da Valentina Magnaschi. Dai 5 anni, consigliati per questo libro, passiamo al raddoppio per il libro successivo. “Come fu che Babbo Natale sposò la Befana” è una favola di Andrea Vitali, fatta per i ragazzi che stanno facendo il passaggio dall’innocenza delle favole alle domande della curiosità di chi sta crescendo. E’ un divertente racconto dove i personaggi si schierano tra Babbo Natale e la Befana… sono sicura che anche i vostri figli si schiereranno verso il loro personaggio preferito. Infine l’ultimo libro è più un promemoria, ve ne ho già parlato durante il Calendario dell’avvento, quindi se ve lo siete perso vi invito a leggerlo, “La freccia azzurra” di Gianni Rodari.

Consigli letterari per i lettori più grandi

Per i lettori più grandi, sono sicura che potrete trovare numerosi testi religiosi sul significato dell’Epifania del Signore. In origine questa festa è stata istituita per commemorare la triplice manifestazione di Gesù: come Dio, facendosi adorare dai Magi; come uomo, ricevendo il Battesimo da San Giovanni; come operatore di miracoli, cambiando, alle nozze di Cana, l’acqua in vino. Tra i romanzi, invece, vi offro un altro promemoria di un libro di cui ho parlato nel mese scorso, durante il calendario: “Pianoforte vendesi” di Andrea Vitali.

Auguri agli autori nati oggi

Oggi voglio ricordare la nascita di Giovanna d’Arco, grande condottiera francese, detta anche Pulzella d’Orleans (1412 – 1431); Lady Elizabeth Stanley (1588 – 1633), scrittrice e nobildonna inglese; conte Gebhard XXV von Alvensleben (1619 – 1681), poeta tedesco; Carlo Musitano (1635 – 1714), scrittore, medico e presbitero italiano; Olfert Dapper (1639 – 1689), scrittore e medico tedesco; Ján Baltazár Magin (1681 – 1735), poeta, storico e presbitero slovacco; Francesco Maria Zanotti Cavazzoni (1692 – 1777), scrittore e filosofo italiano; Karl Friedrich von Rumohr (1785 – 1843), scrittore, storico dell’arte e disegnatore tedesco; Herman Friedrich Grimm (1828 – 1901), scrittore e storico dell’arte tedesco; Aniceto dos Reis Gonçalves Viana (1840 – 1914), scrittore e orientalista portoghese; Milovan Glišić (1847 – 1908), scrittore e drammaturgo serbo; Hristo Botyov Petkov, più noto come Hristo Botev (1848 – 1876), poeta e giornalista bulgaro, noto anche come rivoluzionario ed eroe nazionale; Manuel González Prada (Lima, 6 gennaio 1848 – Lima, 22 luglio 1918), scrittore, critico letterario e politico peruviano; Eduard Bernstein (1850 – 1932), scrittore, politico e filosofo tedesco; Elena Šoltésová, nata Maróthy, (1855 – 1939), scrittrice slovacca; Adolf Georg Wiedersheim-Paul (1863 – 1943), scrittore svedese; Baldomero Lillo Figueroa (1867 – 1923), scrittore cileno, considerato il maestro del realismo sociale nel suo paese; Salvatore Poddighe (1871 – 1938), poeta italiano, autore di un poemetto in lingua sarda; Ceccardo Roccatagliata Ceccardi (1871 – 1919), poeta italiano; Sidney Fowler Wright (1874 – 1965), scrittore britannico di fantascienza e orrore; Carl Sandburg (1878 – 1967), poeta statunitense, insignito di due Premi Pulitzer: uno per la poesia nel 1951 ed uno per la storia nel 1959; Khalil Gibran (1883 – 1931), poeta, pittore e aforista libanese naturalizzato statunitense; Vincas Mykolaitis-Putinas (1893 – 1967), scrittore e poeta lituano, firmava i suoi scritti come Putinas, che significa viburno, pianta della famiglia delle Caprifoglie; Ionel Teodoreanu (1897 – 1954), scrittore e avvocato romeno, principalmente ricordato per i suoi racconti autobiografici legati all’infanzia, all’adolescenza ed a ricordi di famiglia; Tómas Guðmundsson (1901 – 1983), poeta e saggista islandese; Wright Marion Morris (1910 – 1998), scrittore, saggista e fotografo statunitense, vincitore del National Book Award per la narrativa nel 1957 per “The Field of Vision” e nel 1981 per “Canto delle pianure“; Silvio Micheli (1911 – 1990), scrittore italiano; Vittorio Bodini (1914 – 1970), poeta e traduttore italiano, uno dei maggiori interpreti e traduttori italiani della letteratura spagnola; Ines Poggetto (1919 – 2007), poetessa, insegnante, partigiana e ricercatrice storica italiana; durante la seconda guerra mondiale ricoprì il ruolo di staffetta partigiana con compiti di collegamento e rifornimento armi; Giuseppe Ganduscio (1925 – 1963), poeta italiano; Edgar Lawrence Doctorow, più noto come E. L. Doctorow (1931 – 2015), scrittore statunitense; Tito Maniacco (1932 – 2010), poeta, storico e scrittore italiano di narrativa, saggistica, critico, curatore di mostre d’arte ed artista; Mario Luis Rodríguez Cobos detto Silo (1938 – 2010), scrittore argentino; Osvaldo Soriano (1943 – 1997), scrittore e giornalista argentino; Carolyn D., C.D. Wright (1949 – 2016), poetessa e accademica statunitense; Mirella Scriboni (1950 – 2017), scrittrice e insegnante italiana che si è occupata di letteratura di viaggio e, in particolare, di viaggiatrici italiane dell’Ottocento.

Oggi voglio fare gli auguri a Mario Uderzo De Losa, 1933, scrittore, teologo, regista e attore italiano; a Gabor Maté, 1944, scrittore e medico ungherese naturalizzato canadese; a Alfredo Conde Cid, 1945, scrittore, poeta e politico spagnolo; a Athos Bigongiali, 1945, scrittore italiano; a Maurizio Giannini, 1951, scrittore italiano, specializzato in opere rivolte agli adolescenti; a Elizabeth Strout, 1956, scrittrice statunitense; a Alberto Melloni,1959, storico italiano, ordinario di storia del cristianesimo nell’Università di Modena-Reggio Emilia; a Gaetano Longo, 1964, poeta, narratore, traduttore e giornalista free-lance italiano; a Anne Marie “Ree” Drummond, 1969, scrittrice, blogger, cuoca e personaggio televisivo statunitense; a Karin Slaughter, 1971 scrittrice statunitense.

Il mio calendario letterario che vi ha fatto compagnia durante le festività natalizie è terminato. La nostra redazione sta mettendo in cantiere numerose idee, per accompagnarvi durante questo 2019, vi invito pertanto a continuare a seguirci, a conoscerci per numerosi consigli e idee “librose”.

 

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami