0

Berlino: librerie e non solo in una delle capitali più amate

immagineleggiloanchetu
0

0

Leggi la sinossi

Berlino: librerie e non solo

Berlino è una città amatissima soprattutto dai giovani. Quartieri multietnici dove puoi trovare una varietà di negozi, musei, centri culturali e naturalmente librerie. Vi farò conoscere alcune tra le più particolari sia per la tipologia dei libri trattati sia per il tipo di eventi che vi si svolgono e non ultimo per l’architettura del posto. Perché Berlino è una città in cui grandi architetti del 900 hanno portato la loro arte e dato nuova vita a questa capitale tanto martoriata dalle guerre mondiali.

Iniziamo da un caffè letterario-libreria il Village Voice. Inaugurato nel 1992 è specializzato in letteratura americana e propone libri dei grandi classici: Fitzgerald, Hemingway,.. E’ un vero e proprio punto di riferimento nel quartiere Mitte per le rappresentazioni artistiche che vengono proposte al pubblico.

Un altro luogo in cui si organizzano eventi letterari e cinematografici è Another Country. Ma la particolarità di questa libreria è che si possono prendere i volumi in prestito, leggerli e restituirli per pochi euro. A vostra disposizione circa 20.000 volumi.

Quando l’architettura la fa da padrone

Dicevamo in precedenza di librerie da visitare per la prepotenza della loro struttura architettonica. Una è sicuramente The Berlin Brain. Non è una vera e propria libreria in quanto biblioteca della Libera Università di Berlino, ma contiene 700.000 libri ed è soprannominata “il cervello” per la struttura esterna che ricorda il cranio. L’architetto Norman Forster della Forster & Partners non si è limitato a questo in quanto le balconate interne ricordano le circonvoluzioni del cervello.

La biblioteca di stato e il cinema

Una bellissima biblioteca da ricordare per gli amanti del cinema è la Biblioteca di Stato di Berlino (Staatsbibliothek) meglio conosciuta dai berlinesi come Stabi. Gli interni della biblioteca sono spettacolari e sono stati mostrati nel fortunato film di Wenders. Infatti alcune scene de Il cielo sopra Berlino di Wim Wenders sono state girate proprio qui. Realizzato nel 1987, due anni prima della caduta del Muro, il film ci mostra una Berlino che non c’è più. I due angeli de Il Cielo Sopra Berlino si fermano tra le scrivanie e le scale della biblioteca per ascoltare i pensieri delle persone presenti. L’acume del regista è stato quello di rappresentare il punto di vista degli angeli mostrando la grandezza della biblioteca dall’alto.

In questo luogo magnifico potrete inoltre trovare vari manoscritti di Bach, Mozart e Beethoven.

A Berlino esiste una delle più grandi librerie d’Europa: si tratta di Dussmann a Friedrichstrasse. Fondato nel 1997 da Peter Dussmann, il negozio rappresenta un punto di riferimento dello shopping cittadino. Ospita diversi eventi, soprattutto di libri.

Dussmann non è solo il regno dei libri, ma della cultura in generale. Oltre a libri di narrativa e letteratura, riviste specialistiche, romanzi in lingua originale, guide turistiche e testi per corsi di lingua, ha un ampio reparto di musica con CD di ogni genere e uno di cinema, oltre a una sezione cancelleria. Particolarissimo il fatto che si può essere sorteggiati per dormire all’interno della libreria che comunque resta aperta tutti i giorni fino a mezzanotte.

Dal 2012 al suo interno si trova anche il Café-ristorante Ursprung. Non è raro vedere persone che dopo aver pranzato passano il loro tempo immersi in un’atmosfera rilassante e stimolante allo stesso tempo, sfogliando e leggendo anche per ore i libri esposti, senza che nessuno chieda loro di alzarsi.

Bookmarked By

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp