0

Andiamo alla scuola materna con un bel libro!

Cliff wright
0

0

Come affrontare l’inizio della scuola dell’infanzia con i libri

Settembre è iniziato e questo significa solo una cosa: riaprono le scuole! Come ogni anno, c’è chi ci torna dopo più di due mesi di vacanze e c’è chi ci entra per la prima volta.

Iniziare la scuola materna, o scuola dell’infanzia come viene chiamata oggi, è un passo importante per il bambino: per molti è la prima conquista di autonomia, dal mangiare senza l’aiuto della mamma all’usare un bagno vero.

Tuttavia, proprio per questo motivo, incominciare la materna può essere anche un trauma, soprattutto se il bambino non ha ancora avuto a che fare con persone esterne al proprio nucleo famigliare. Ci sono tante cose che bisogna imparare per stare con gli altri, ad esempio saper andare d’accordo con gli altri bambini oppure avere rispetto dell’educatore o educatrice. Insomma, le solite regole di convivenza, che proprio in questi anni si apprendono.

Anche se esistono dei programmi per l’inserimento alla scuola dell’infanzia, le prime settimane sono sempre le più complicate, poiché il bambino viene catapultato in un ambiente diverso in cui non è presente la mamma per rassicurarlo e proteggerlo, invece al suo fianco ci sono persone che non conosce.

Care iCrewers mamme, se state vivendo questa delicata fase e non sapete come affrontare il discorso “scuola materna” con i vostri figli, ecco alcuni libri che potrebbero fare al caso vostro. Sono infatti storie pensate per aiutare i più piccoli a familiarizzare con le nuove figure che si troverà davanti e a rassicurarlo sul distacco da voi, che anche se breve, le prime volte spaventa sempre.

Il primo che vi propongo si intitola Anch’io vado a scuola! di Paola Milani e illustrato da Luisa Gialma. Quest’albo illustrato è perfetto per l’inserimento del bimbo a scuola, perchè racconta in maniera tenera e poetica la prima giornata di materna dal punto di vista del bambino. Il protagonista è infatti triste perchè gli manca la sua mamma, ma grazie all’amorevole maestra e ai suoi nuovi amici riesce ad accettare i suoi sentimenti e a  vivere con serenità l’assenza del genitore. Ideale per spiegare ai più piccoli come si affronta la separazione dai genitori.

Sara va alla scuola materna di Pauline Oud fa invece leva sulla possibilità del bambino di fare nuove amicizie alla materna. Il libro parla infatti di Sara, una simpatica bambina che si ritrova in classe un nuovo compagno e decide che sarà la sua guida personale all’interno della scuola e la sua migliore amica. Perchè è risaputo che si va più volentieri alla materna, se c’è un amichetto che vi aspetta!

Un altro albo che consigliamo è Pronta per la scuola! di Zeynep Gürsel e Ursula Bucher. La piccola protagonista è Carla Millecuori, che non ha sempre voglia di andare a scuola, però ha una fervida immaginazione, che le permette di trasformare il tragitto da casa alla materna in un fantastico viaggio! Basta sapere che tempo fa fuori per scegliere il mezzo giusto per arrivare a scuola: se c’è il sole, Camilla cavalca un cammello; col freddo è invece una pattinatrice su ghiaccio e, quando piove, nuota in mezzo al mare! Questo libro insegna che ogni giorno di scuola è un’avventura che parte da quando si esce da casa.

[amazon_link asins=’8878740349′ template=’ProductCarousel’ store=’game0ec3-21′ marketplace=’IT’ link_id=’08226901-b5de-11e8-b8f6-e9401a67120a’]

Care mamme, se vostro figlio non vuole proprio saperne di andare a scuola, ci penserà Superconiglio di Stephanie Blake a convincerlo con l’avventura Non voglio andare a scuola!

Se invece vi è stata fatta la fatidica domanda: “Che cosa fai quando sono a scuola?” e non sapete come rispondere, abbiamo un libro apposta anche per questo! Si intitola Cosa fanno le mamme quando i bambini sono alla scuola materna?, di Libby Gleeson e Leila Rudge, e racconta appunto in modo spiritoso cosa fa la mamma dopo aver portato il bambino alla materna.

Queste sono solo alcune delle possibili letture per accompagnare i vostri figli verso l’inserimento alla scuola dell’infanzia. Se i titoli che vi ho proposto qui non dovessero bastare, potete sempre recarvi alla biblioteca della vostra città e vedere che cosa offre la sezione dedicata ai più piccoli. Oppure potete consultare questi siti in cerca di altri spunti:

 

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp