2018 Accadde che… L’Amica geniale della Ferrante conquista il pubblico italiano

Brexit, Facebook in tribunale, primo governo populista europeo e varie politiche anti-immigrazione

Caro lettore, oggi non ti porto in un passato troppo lontano. Facciamo insieme un passo indietro di appena due anni e ci soffermiamo sul 2018. Visto il breve lasso di tempo trascorso, sicuramente ricorderai qualcosa di ciò che è accaduto. Ad ogni modo quest’articolo ti rinfrescherà la memoria.

Inizio subito con L’amica geniale di Elena Ferrante (Edizioni e/o), il romanzo best seller in Italia del 2018, anche se la sua pubblicazione risale al 2011. Il suo successo è stato in seguito accentuato dalla produzione televisiva della RAI che è stata seguita da un vasto pubblico.

andrea camilleri e luca zingaretti 2018
Luca Zingaretti, interprete del famoso commissario Montalbano con lo scrittore Andrea Camilleri

Al secondo posto nella classifica dei best seller del 2018 vi è Metodo Catalanotti di Andrea Camilleri (Sellerio) con protagonista il Commissario Montalbano.

Il 2018 è stato un anno decisamente importante anche dal punto di vista politico. Da un lato è nato il primo governo populista in Europa, formato da Lega e M5S in Italia; dall’altro vi sono state grandi manovre internazionali da parte di Donald Trump, quali il ritiro dei soldati statunitensi dalla Siria e la guerra commerciale con la Cina. A ciò si aggiungono le varie politiche anti-immigrazione adottate un po’ ovunque, la decisione di Angela Merkel in Germania di lasciare la leadership del partito e l’inizio dei negoziati per la Brexit, ossia l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

2018: che successe a Facebook

Il 2018 è stato l’anno peggiore di Facebook, il più grande social network del mondo fu accusato di non proteggere a sufficienza e in modo corretto i dati dei suoi iscritti.

Ad ottobre ci fu l’omicidio del giornalista saudita Jamal Khashoggi che entrò nel consolato saudita a Istanbul per recuperare alcuni documenti del suo divorzio e non ne uscì più. Secondo alcune indagini successive, fu ucciso da 15 uomini mandati direttamente dal regime saudita e legati al potente principe ereditario Mohammed bin Salman. L’Arabia Saudita, dopo aver tentato più volte di nascondere la verità, alla fine ha ceduto e ammesso la colpevolezza.

Come ogni anno, non sono mancati disastri naturali, tra i tanti cito lo tsunami in Indonesia provocato dal crollo di parte del fianco del vulcano Anak Krakatoa, tra le isole di Giava e Sumatra.

Infine, gli appassionati di cronaca rosa ricorderanno sicuramente che il 19 maggio, nel Castello di Windsor, ad un’ora di auto da Buckingham Palace, si è celebrato il royal wedding tra l’attrice statunitense Meghan Markle e il principe Harry d’Inghilterra. Una cerimonia privata con 600 ospiti.

0 0 voti
Voto iCrewers

E tu, se avessi avuto la possibilità di scegliere, avresti preferito il successo della Ferrante o il titolo di sposa del principino d'Inghilterra?

Maria Grazia Cotena
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI