La bibliodiversità a scuola, in biblioteca e in libreria: ecco il tema del prossimo XIV Forum Passaparola.

Pistoia è stata indicata come Capitale della Cultura 2017 e con la Biblioteca San Giorgio ha organizzato il XIV Forum Passaparola. L’edizione di quest’anno ha per tema la bibliodiversità.

Che cos’è la bibliodiversità?

La bibliodiversità è la diversità culturale applicata al mondo del libro.

Pubblicare libri non è solo un’attività commerciale, ma dovrebbe essere soprattutto un’attività culturale. Per fare ciò è necessaria una sempre più ampia offerta editoriale. Da qui il concetto di bibliodiversità: la necessaria diversificazione della produzione editoriale messa a disposizione dei lettori. Di conseguenza, bibliodiversità significa offrire il più ampio spettro possibile di contenuti, voci, idee attraverso l’editoria e non solo.

A Pistoia si discuterà, appunto, di questo concetto considerando la produzione, la distribuzione e la vendita dei libri, oltre all’organizzazione di biblioteche, di scuole e di tutte le attività correlate.

Gli appuntamenti proposti

La manifestazione, dalle ore 15.00 del 3 novembre, ospiterà i seminari aperti al pubblico, dedicati rispettivamente alla biblioteca, alla libreria e alla scuola, che godranno della partecipazione di competenti protagonisti.

“Bibliodiversità in biblioteca. Proporre letture diverse per libri diversi”. Riflessione sulla biblioteca come habitat sociale neutro, trasversale. Un ambiente accogliente grazie al quale possano essere possibili differenti forme di lettura, modalità di esposizione e collocazione dei libri.

“Bibliodiversità in libreria. Nuove forme di alleanza tra librai ed editori”. Parteciperanno librai e editori; questi sperimentano nuove forme di relazione e di coinvolgimento dei lettori nelle attività delle librerie per combattere la tendenza all’omologazione e all’abbassamento del livello culturale delle proposte editoriali.

Infine “Bibliodiversità nella scuola. Dal libro di testo alla biblioteca diffusa”. Si affronterà la problematica che riguarda l’adozione alternativa o extra scolastica.

Alle ore 10.00 del sabato si ricorderà Alberto Manzi, con alcuni filmati della sua attività televisiva, in collaborazione con il Centro Alberto Manzi e con la RAI. A commentare sarà la figlia Giulia Manzi (editor e autrice del libro a lui dedicato Il tempo non basta mai); con lei Barbara Ardito, responsabile web di RAI Cultura, e Gino Roncaglia (Università della Tuscia). Il tema sarà l’educazione alla lettura in vari linguaggi e spazi.

In conclusione un incontro tra Goffredo Fofi e Giuseppe Montesano, vincitore del Premio Viareggio Rèpaci 2017 per la Saggistica con Come diventare vivi. Vademecum per lettori selvaggi (Bompiani).

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami