Una serie di sfortunati eventi è ormai una serie che spopola su Netflix; vediamo quali sono le sue origini e chi sta dietro alla creazione degli orfani Baudelaire

In occasione dell’uscita, il primo gennaio, della stagione finale di Una serie di sfortunati eventi, colgo l’occasione per parlarvi non tanto della serie, quanto dei libri da cui è stata tratta.

Ricordo che da piccola, ossia più o meno dieci anni fa, andai in libreria, indecisa se comprare un libro di Valentina o di Geronimo Stilton (che vi confesso continuo a leggere) e invece mi imbattei in questi libri mai visti, dalle copertine scolorite e dai tratti malinconici. Comprai il primo, Una serie di sfortunati eventi: Un infausto inizio e da lì non mi sono più fermata. Ho divorato tutti e dodici i romanzi successivi, uno di seguito all’altro. Le storie erano senz’altro cupe e spesso malinconiche, ma stava proprio qui il loro fascino. Racchiudevano una realtà a me estranea, ma anche ricca di avventure, di scoperte, di personaggi talmente stravaganti da farmi innamorare.

Adesso, vediamo se riesco a incuriosire anche voi.

I libri

Una serie di sfortunati eventi, in lingua originale A Series of Unfortunate Events, è un ciclo di romanzi per ragazzi scritto da Lemony Snicket, pseudonimo di Daniel Handler, e illustrato da Brett Helquist, entrambi statunitensi. La serie ha venduto più di 55 milioni di copie, ottenendo un grandissimo successo in tutto il mondo.

I libri, in totale, sono tredici, un numero che ricorre spesso nella saga. Tredici sono anche i capitoli di ogni libro e venerdì 13 è la data in cui è uscito l’ultimo libro. Dopotutto di sfortunati eventi si tratta e cosa c’è di più sfortunato del numero maledetto per eccellenza?

  1. Un infausto inizio (The Bad Beginning)
  2. La stanza delle serpi (The Reptile Room)
  3. La funesta finestra (The Wide Window)
  4. La sinistra segheria (The Miserable Mill)
  5. L’atroce accademia (The Austere Academy)
  6. L’ascensore ansiogeno (The Ersatz Elevator)
  7. Il vile villaggio (The Vile Village)
  8. L’ostile ospedale (The Hostile Hospital)
  9. Il carosello carnivoro (The Carnivorous Carnival)
  10. La scivolosa scarpata (The Slippery Slope)
  11. L’atro antro (The Grim Grotto)
  12. Il penultimo pericolo (The Penultimate Peril)
  13. La fine (The End)

La trama

Nei libri vengono narrate le sfortunate vicende dei tre orfani Violet, Klaus e Sunny Baudelaire. I tre vanno incontro a continue disgrazie e sembrano destinati a una vita infelice. Persi i genitori in un incendio, vengono affidati alle cure del tutore Conte Olaf. Un uomo stravagante, che ben presto si rivela anche estremamente malvagio e pronto a tutto pur di impossessarsi del loro vasto patrimonio economico. Riusciti a sfuggirgli, per tutti i libri successivi sono costretti a difendersi e a evitare i suoi malvagi tranelli. I tre sono però anche decisi a scoprire i misteri collegati alla morte dei genitori, aiutati solo dal loro impegno, dalle doti naturali e dai trigemini Pantano, un altro gruppo di orfani che condivide una storia simile a quella dei Baudelaire.

I personaggi

Sicuramente uno dei tanti punti di forza della saga sono i personaggi, particolari, assurdi, potremmo dire. Oltre al Conte Olaf, un essere spregevole, grezzo e spietato, abbiamo, ovviamente, i tre fratelli Baudelaire. Violet, la sorella maggiore, è una ragazzina geniale che spesso riesce a tirare fuori dai guai i fratelli grazie alle sue assurde invenzioni. Klaus ha 12 anni e anche lui, come la sorella, è incredibilmente intelligente. In particolare, ha il talento di ricordare tutto quello che vede e che legge, una capacità che sicuramente è di grande utilità per i tre orfani. Sunny Baudelaire, l’ultima e piccola sorellina, ha anche lei un piccolo grande punto di forza: i suoi quattro dentini, affilati, con i quali riesce a mordere qualsiasi materiale. Ultimo personaggio che mi piacerebbe presentarvi è il Signor Poe, banchiere che si occupa del patrimonio degli orfani Baudelaire e anche loro amico, che verrà quasi sempre coinvolto nelle loro misteriose avventure.

La serie televisiva

Per finire, non posso non parlarvi anche della serie televisiva, di grande successo, che ha messo d’accordo pubblico e critica. Sicuramente il talentuoso Neil Patrick Harris, attore conosciuto per la serie How I Met Your Mother, contribuisce in larga parte a renderla una serie di qualità. Il suo Conte Olaf è indimenticabile e, direi, anche molto vicino al personaggio che abbiamo conosciuto nei libri. Ma Neil Patrick, essendo l’uomo e l’attore istrionico che tutti noi amiamo, non rinuncia a qualche tocco di teatralità in più, offrendoci anche meravigliosi numeri musicali e regalandoci voci e interpretazioni sempre diverse in ogni episodio.

La prima stagione della serie televisiva è composta da 8 episodi, è stata pubblicata su Netflix il 13 gennaio 2017 e riprende i primi quattro libri della serie. La seconda stagione è composta da 10 episodi ed è uscita su Netflix il 30 marzo 2018. Questa stagione adatta dal quinto al nono libro della serie. La terza e ultima stagione della serie televisiva, composta da 7 episodi, è stata, come già detto, pubblicata il 1º gennaio 2019 e racconta gli ultimi quattro romanzi della serie.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami