Agostino Trombetta e Luciano Ciavarella: un nuovo progetto umanitario

Dopo il successo del libro di racconti “Il gigante, Jairzinho“, storia che ha contribuito, con gli incassi raccolti, a finanziare il progetto di ripristino del sistema idrico che porta l’acqua al villaggio di Chibumagwa, in Benin. Agostino Trombetta e Luciano Ciavarella due scrittori in erba, ma che come tali non osano definirsi, ci allietano con un altro libro di racconti “Dei-Amori-Elettrotecnici e Cheyenne“, che come l’altro succitato, andrà a finanziare un progetto atto al miglioramento del livello di scolarizzazione per i bambini di Abitanga (Benin) e di Barsaloi e dintorni (Kenya), dove andare a scuola significa non soltanto ricevere l’istruzione ma anche assicurarsi un pasto al giorno, su cui non tutti i bambini africani possono contare. Ad affiancare i due autori “Missione Africa” la onlus presieduta da Raffaele Longo, profondo conoscitore dell’Africa e delle esigenze dei più poveri e dei bisognosi distretti del Kenya e del Benin che segue da 7 anni in modo impeccabile e trasparente.

I due scrittori sembrano usciti da un fumetto di super eroi. Il primo, medico di pronto soccorso, si reca puntualmente in Africa un mese l’anno a fare volontariato; il secondo è un insegnante dedito a prestarsi per i diritti umanitari. In un’epoca così agghiacciante dove tutti sono pronti a puntare il dito nei confronti degli extracomunitari, in un clima politico che non fa altro che oscurare notizie importanti, inasprendo e deviando l’opinione pubblica su tematiche antisemite, sopraggiungono loro “due paladini a spada tratta”: Agostino Trombetta e Luciano Ciavarella.

Dei-Amori-Elettrotecnici e Cheyenne è un libro di racconti alla portata di tutti “grandi & piccoli”, di semplice lettura con lo scopo principale di rallegrare, allietare e deliziare, ma anche in grado di fornire dei temi su cui riflettere.

Rientrando come narrativa comico-satirica, in cui i due autori giocano con le parole, in primis per divertire loro stessi e “magari anche il lettore”

 

Che cosa aspetti allora per andarlo a comprare?

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami