Dal 3 sino al 19 agosto si terrà, a Calasetta, la settima edizione di LiberEvento, il festival che unisce letteratura, musica, teatro e arte, organizzato dall’associazione culturale Contramilonga in collaborazione con il Comune di Calasetta.

Se il tema della sesta edizione era l’andare a indagare il punto di vista dell’altro, con questa edizione 2018 si parlerà di “storie di donne“, attraverso sette incontri tutti al femminile. A fare da sfondo la suggestiva piazza della Torre Sabauda, costruita nel 1726, per controllare dall’alto il Canale di san Pietro e per difendersi dagli attacchi dei pirati delle tonnare e della città di Carloforte.

L’organizzazione dell’evento è affidata allo scrittore e giornalista Claudio Moica, affiancato, nella parte musicale, dal compositore Fabio Furìa. Proprio sotto la direzione artistica di Furìa si inaugurerà questa settima edizione, venerdì 3 agosto alle 21 e 45. La piazza si animerà sulle note del trio formato da Gennario Minichiello (violino), Giovanna d’Amato (violoncello) e Pasquale Coviello (fisarmonica). “Incantamenti dal vecchio al nuovo mondo” sarà un concerto che porterà a scoprire le più belle musiche dall’Ottocento e del Novecento, con brani di artisti del calibro di Astor Piazzolla, Gioacchino Rossini, Johannes Brahms. Subito dopo, alle 22 e 45, inizierà il primo incontro con la prima ospite: l’autrice cagliaritana Vanessa Roggeri, che presenterà il suo ultimo libro “La cercatrice di corallo” , uscito a gennaio per Rizzoli. A dialogare con la scrittrice sarà il giornalista Andrea Corda.

Sabato 4 agosto, protagonista della serata sarà l’attrice e regista Francesca D’Aloja, che presenterà il suo terzo romanzo, “Cuore sopporta”. La storia di Adele, che cerca di riscoprire se stessa rifugiandosi in una villa isolata sul mare. A dialogare con lei Cinzia Micheletti, già assessora alla Cultura dell’ex provincia di Carbonia-Iglesias. A rendere ancora più interessante l’incontro contribuirà una performance dal vivo del vignettista Massimo Piga che realizzerà in tempo reale un disegno ispirato al libro di D’Aloja. La serata proseguirà con la pièce teatraleQuotidianamente insieme”, la storia di una crisi coniugale messa in scena dagli attori Carlo Angioni e Floriana Ancis.

Domenica 5 agosto, sempre alle 22, ospite speciale sarà il veterinario- scrittore Marcello Introna, autore nel 2017 di “Castigo di Dio”, libro edito da Mondadori, ambientato a Bari durante la seconda guerra mondiale. L’incontro, diretto dallo scrittore Francesco Fiabane, vedrà nuovamente la partecipazione del vignettista Massimo Piga. Alle 23 si lascerà lo spazio a un altro concerto, “Tangata”, messo in scena dal quartetto composto da Fabio Furìa (bandoneon), Gianmaria Melis (violino), Marcello Melis (pianoforte) e Giovanni Chiaramonte (contrabbasso).

La sera del 6 agosto vedrà protagonisti Cesare Bocci e Daniela Spada con il loro “Pesce d’aprile. Lo scherzo del destino ci ha reso più forti”. A loro si affiancherà lo storico dell’arte Marco Loi.

Venerdì 17, alle 22.00, l’esperto di storia dell’arte Luca Sarriu e Cristina Caboni parleranno del suo ultimo lavoro “La rilegatrice di storie perdute”. Durante l’incontro, si esibirà, ancora una volta, il vignettista Massimo Piga.

La sera del 18 agosto, Gesuino Nemus presenterà l’instant book “I bambini sardi non piangono mai”. A dialogare con lui ci sarà il giornalista Carlo Martinelli.

Domenica 19, il festival si chiuderà con l’incontro con la scrittrice cagliaritana Anna Melis, che illustrerà il suo terzo libro, “Lunissanti”. Dialogherà con l’autrice l’insegnante Enrico Scano. A concludere la serata, alle 23, il chitarrista Gavino Loche con il concerto dal titolo “Contemporary fingerpicking guitar”.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami