Alla Casa Internazionale delle Donne di Roma, si presenta con il secondo appuntamento della Fiera dell’editoria delle donne: Femminism.

Taglierano il nastro dell’inaugurazione di “Femminism” la scrittrice Michela Murgia e la storica statunitense Max Dashu, attivista femminista e fondatrice nel 1970 dei Suppressed Histories Archives, alle ore 14.

Ecco a voi il programma dell’8 marzo con ingresso gratuito:

Nell’antico Palazzo del Buon Pastore, Giovanna Olivieri e Maria Palazzesi dell’Associazione Archivia, Anna Maria Crispino della rivista Leggendaria, Marina Del Vecchio della Casa Internazionale delle Donne e Stefania Vulterini della collana Sessismoerazzismo di Ediesse hanno realizzato e organizzato la manifestazione; Iacobellieditore e ADEI (Associazione degli Editori Indipendenti), SIL (Società Italiana delle Letterate) sono i sostenitori.

libri feminism

Tema di questa seconda edizione è: “Passa le parole”.

Sarà un calendario ricco e costruito con le settanta case editrici partecipanti tra cui: Donzelli, ManifestoLibri, Manni, LucianaTufani Venexia con la sua recente traduzione di Streghe e pagane. Le donne nella religione popolare europea di Max Dashu.

Quest’anno a Femminism le case editrici si rivolgeranno al pubblico dei più giovani: insieme a Settenove e a Sinnos, che porterà in fiera la storia di Jella Lepman, Matilda, Orecchio acerbo e Nube Ocho. E tra le autrici anche un’inedita Ada Gobetti con Storia del gallo Sebastiano delle Edizioni di Storia e Letteratura, presentato da Goffredo Fofi. Ci sarà anche Marcello Baraghini, uno dei primi editori in Italia a pubblicare libri sulle disparità di genere, con Strade Bianche di Stampa Alternativa.

Fra gli editori che affronteranno il tema della violenza contro le donne: Edizioni SEB27 presenta Femminicidio e violenza di genere di Maria Concetta Tringali. Spicca dalla collana “Sessismoerazzismo” di Ediesse, la presentazione di Uomini che pagano le donne di Giorgia Serughetti e Le parole e i corpi. Scritti femministi di Maria Luisa Boccia.  Questi sono solo alcuni dei molti autori e case editrici che saranno presenti.

La Fiera proporrà tre “Focus” su cui riflettere: i primi due curati da Anna Maria Crispino, il terzo da Stefania Vulterini in collaborazione con Isabella Peretti e Nadia Pizzuti:

donna e libriIl primo coordinato da Maria Vittoria Vittori, è dedicato all’editoria dell’infanzia e dell’adolescenza: “Piccole ribelli crescono”, nella convinzione che soprattutto alle bambine di oggi e donne di domani dobbiamo “passare parole” ricche di esperienze e saperi. A seguire l’inaugurazione della mostra delle tavole illustrate dal libro Lei, Vivien Maier con Cinzia Ghigliano.

Il secondo Focus è un’incursione nell’analisi dei linguaggi dove le parole e i generi si amalgamano felicemente: il fumetto, le serie tv e la graphic novel.

Il terzo Focus, coordinato da Lidia Curti, sarà dedicato all’“Afrofuturismo femminista e indaga nell’immaginario narrativo, artistico o musicale i temi della differenza sessuale e di genere, della migrazione odierna e della devastazione del pianeta.

Infine, gli incontri tematici Nutrimenti curati da CLN (Concorso Lingua Madre) e SIL (Società Italiana delle Letterate), dove emerge Linguaggi dell’esperienza femminile – Disturbi alimentari, donne e scrittura dall’Unità al miracolo economico di Francesca Calamita per le edizioni Il Poligrafo.

“Leggendaria” sarà l’evento conclusivo della Fiera discutendo poi de “La rabbia degli uomini e i nuovi protagonismi femminili”.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami