Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Autori in tasca: il premio Nobel Thomas Stearns Eliot

Thomas Stearns Eliot non solo critico e poeta

Thomas Stearns Eliot nacque da famiglia di tradizione unitariana negli Stati uniti nel 1988 e divenne cittadino britannico nel 1927. Poeta e critico letterario dal 1906 al 1910 studiò filosofia tra la Harvard University e la Sorbona di Parigi.  Allo scoppio della guerra si trasferì in Inghilterra, precisamente a Londra, che divenne la sua città d’adozione. In questo periodo iniziava la sua attività di critico letterario sulla rivista The Egoist, fonda e dirige in seguito Criterion.

Di questi anni sono i saggi The sacred wood, da questi avrà inizio quel tipo di critica che influenzerà notevolmente le generazioni future.

Nel 1914 a Londra Thomas Stearns Eliot incontrerà Ezra Pound, da qui nascerà il suo amore per Dante, lo Stilnovo e i Thomas Stearns Eliot nobel 1948poeti provenzali, oltre a prendere consapevolezza della tecnica del linguaggio.

The waste land del 1922 è una delle opere che più hanno influenzato la poesia del Novecento in Occidente.

Nel 1948 gli fu conferito il Premio Nobel per la letteratura “per il suo eccezionale e pionieristico contributo alla poesia contemporanea“.

Thomas Stearns Eliot non solo critico e poeta

Thomas Stearns Eliot fu autore di opere teatrali in versi come Murder in the cathedral del 1935,  The family reunion del 1939; è un teatro dove la poesia la fa da padrone col la creazione di situazioni affascinanti più che di personaggi.

L’impegno socio-politico di Thomas Stearns Eliot lo ritroviamo in After strange gods del 1964, in The idea of a christian society del 1939 e in Notes towards a definition of culture del 1948.

Oggi tutta la sua opera poetica e teatrale la ritroviamo raccolta in The complete poems and plays 1909-1980 e in Collected poems 1909-19o2; le poesie giovanili in Poems written in early youth.

Morì a Londra nel 1965.

Puoi trovare le poesie di in una raccolta curata da Roberto Sanesi:
La raccolta, curata e tradotta da Roberto Sanesi, con un’introduzione di David Gascoyne, ha il pregio di offrire al lettore un panorama esauriente dell’opera poetica eliotiana. Le “Poesie giovanili”, “Prufrock e altre osservazioni”, “La terra desolata”, “Gli uomini vuoti”, “Mercoledi delle ceneri” e le “Poesie minori” attraversano e caratterizzano il percorso intellettuale di Eliot, dalla lucida consapevolezza della crisi esistenziale dell’uomo moderno, alla prospettiva di una possibile, intima, salvezza spirituale.

Potrebbe interessarti...

Come una formica rossa in una goccia d'acqua

Novità in libreria: Come una formica rossa in una goccia d’acqua di Duilio Scalici

Lo Hobbit. Un viaggio inaspettato

Le offerte di Libri: Lo Hobbit. Il gioco da tavolo

Manuale di sopravvivenza, come liberarsi dalla trappola narcisista quando l'arma sono i figli

Manuale di sopravvivenza, come liberarsi dalla trappola narcisista quando l’arma sono i figli, Ambra Sansolini

Speciale

Lawrence Ferlinghetti ci ha lasciati a 101 anni

Il suo ultimo segreto

Il suo ultimo segreto di Barbara Copperthwaite, la recensione

I sogni dei bambini sono gratis

Novità in libreria: I sogni dei bambini sono gratis di Luca Fiscariello

Thomas Stearns Eliot non solo critico e poeta
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0