0

Rubrica animalibri: l’elefante e il suo barrito

Elefante
0

0

Leggi la sinossi

Un elefante si dondolava su un altalena… e ritenendo la cosa interessante andò a chiamare un altro elefante!

Scommetto che leggendo questa strofa, mentalmente risuonava in testa la melodia, che ci ha insegnato a contare, ma ora vi racconto quello che insegna! Nella filastrocca un elefante chiama l’altro: tendono a vivere in gruppi, dove comandano le “nonne”, ovvero le elefantesse con più esperienza; possono fare chiamate a lunga distanza, grazie al potente barrito e allo sviluppato udito, che gli permette di riconoscere i vari suoni; imparano osservando i loro simili, proprio come nella filastrocca.

Le altre curiosità di questo grande animale sono: il loro senso di famiglia, i cuccioli che restano orfani, hanno tante “mamme” che non li lasceranno mai indietro; sono, quindi, molto solidali con tutti i membri del clan; hanno una potente memoria, che utilizzano per ritrovare piante e fonti di acqua che gli consentono la sopravvivenza fino all’arrivo nel territorio più florido; la proboscide è molto potente, può sollevare fino a 250 Kg; dormono solo 3-4 ore al giorno.

Cucciolo di elefante

Consigli letterari

Il primo libro dedicato ai piccoli lettori è un simpatico cartonato, bello e divertente da sfogliare, per imparare i colori, Elmer, l’elefante variopinto di David Mckee. Un altro simpatico e colorato libro è Quando un elefante si innamora di Davide Calì e Alice Lotti. I piccoli lettori fanno fatica a immaginare la grandezza di questo animale, ecco un libro per aiutarli a fare delle adeguate proporzioni: Quanto è grande un elefante di Rossana Bossù. Un elefante nella stanza di Susan Kreller è una bellissima storia, protagonista una tredicenne, per avvicinare i ragazzi ai problemi legati al bullismo e insegnargli il rispetto dei più deboli.

Se amate il genere, vi posso consigliare una raccolta di quattro racconti di Haruki Murakami, L’elefante scomparso e altri racconti. Volete leggere una favola, che è anche una metafora, ambientata nel XVI secolo, che vi trasporterà in un viaggio dal Portogallo all’Austria, allora vi consiglio Il viaggio dell’elefante di José Saramago. Dal disprezzo allo stupore, attraverso le differenze culturali, questi sono i presupposti di L’elefante invisibile di Giuseppe Mantovani. Amate leggere i libri psicologici sui rapporti familiari, allora vi posso consigliare Il senso dell’elefante di Marco Missiroli.

Leggete… con la lettura volerete! Buona lettura!

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp