Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Review Party: Dimmi che sarai mia – The Turner series vol. 3 di Ester Ashton

Volevo scacciare ogni incubo, ogni gemito di dolore che l’affliggeva da sveglia e l’angosciava di notte e farli miei.- Gregor Turner-

Dimmi che sarai mia - Turner series vol. 3
Dimmi che sarai mia - Turner series vol. 3

Una storia appassionante, intrigante con tanto mistero e passione. L’autrice ha aggiunto un pò di brutalità che ha dato alla storia un senso di realtà. Le scene e le ambientazioni sono particolareggiate e ben descritte come i protagonisti, Ester Ashton ha una capacità innata di rendere i suoi personaggi molto realistici creando empatia con il lettore.

Caro iCrewer, eccoci al terzo appuntamento con la serie nata dalla tastiera di Ester Ashton

Dimmi che sarai mia – The Turner series vol. 3 di Ester Ashton

Dopo i primi due romanzi che hanno come protagonisti i fratelli Turner, Un amore spezzato che narra di John e Vorrei dirti di no che tratta di Max, questo nuovo capitolo vede come protagonista Gregor, terzo fratello, che abbiamo cominciato a conoscere già nei precedenti romanzi.

La storia raccontata è molto avvincente e ricca i colpi di scena che tengono il lettore incollato alle pagine, spesso con il fiato sospeso. La scrittura è come sempre fluente, ricca di dettagli e le descrizioni degli ambienti sono dettagliate, più volte con l’immaginazione mi sembrava di trovarmi insieme alla protagonista.

Ho notato un lieve cambiamento nella scrittura dell’autrice. Già nei romanzi precedenti, anche se meno che in questo, Ester Ashton ha aggiunto un po’ di “brutalità”. Dimmi che sarai mia è sicuramente un Erotic Suspance, in quanto entrambe le parti sono ugualmente presenti e ben amalgamate.

La parte Suspance è intrigante, non lascia trapelare nulla del mistero che aleggia tra le pagine, fino alla fine del romanzo, quando lo capiscono  anche i protagonisti. Qui l’autrice ha aggiunto quel poco di brutalità di cui ti parlavo prima. Le scene anche in questo caso vengono descritte dettagliatamente e ti trovi a tremare a volte al pensiero di quello che può accadere nelle pagine successive.

Le scene hot sono molto hot, come solo Ester Ashton sa scriverle. Sono molto timida e più di una volta, mentre leggevo il libro, i miei figli mi hanno chiesto come mai fossi arrossita.

Sia i protagonisti che i personaggi primari e secondari sono ben caratterizzati e delineati. Alcuni li conosciamo dai precedenti romanzi, altri li incontriamo la prima volta in questo. Melissa, la protagonista femminile, è una donna forte e determinata, a volte testarda. Ha un lato fragile che non permette a nessuno di conoscere. Entrare in empatia con lei viene spontaneo. Questa è una cosa che ho spesso notato per le protagoniste femminili di Ester Ashton: l’empatia che si crea con loro viene naturale, perché potrebbero essere persone che incontri ogni giorno, se non addirittura potrebbero assomigliare a te che leggi.

Gregor è il terzo fratello Turner. Determinato, forte, sexy, d’altronde, non poteva essere diverso, buon sangue non mente! A differenza dei fratelli però non nasconde i suoi sentimenti, li accoglie e li accetta, non cerca di sfuggirgli. È sicuramente il fratello che preferisco, quindi al momento sono #TeamGregor.

Dimmi che sarai mia

 

Mi piace molto come scrive l’autrice, come nei precedenti anche in Dimmi che sarai miala narrazione alternata, dando voce ad entrambi protagonisti permette di avere la visione degli eventi a 360 gradi, almeno quelli che li riguardano direttamente dando alla storia completezza. La trama è appassionante e crea una linea cronologica nel tempo dando continuità ai tre romanzi, rivelando al lettore anche nuovi fatti che riguardano i precedenti protagonisti in modo che si possa rimanere in contatto con loro. Non so se capita anche a te, ma a me piacerebbe scoprire cosa accade dopo la parola fine e Ester Ashton con questa serie permette al lettore di saperlo.

Della cover ti ho già parlato in un precedente articolo. Credo rappresenti Gregor, e leggendo la sua descrizione, me lo ricorda molto.

Dimmi che sarai mia è il romanzo che tra i tre mi è piaciuto di più e mi ha più appassionato per questo 4,5 stelline penso siano più che meritate. Aspetto ancora di scoprire qualcosa di più su Patrick e su Kenna, chissà magari la Turner series non è ancora giunta al termine, e quando leggerai il finale capirai perché.

 

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
1+