0

Spazio alla cultura: Romanzo Italiano e il viaggio in Sicilia

Ritorniamo sui passi di Romanzo Italiano alla scoperta della Sicilia

romanzo italiano rai 3

Un viaggio in…Sicilia

Caro Lettore, dopo esserci fermati per una piccola pausa, riprendiamo il viaggio di Romanzo Italiano, il programma geo-letterario di Rai 3 che ogni sabato alle ore 18 ci porta alla scoperta dei territori nostrani e dei suoi scrittori. Dopo aver esplorato la Campania con Valeria Parrella, la Toscana di Sandro Veronesi, la Puglia di Gianrico Carofiglio e l’Emilia Romagna di Carlo Lucarelli, il nostro viaggio prosegue in Sicilia.

siciliaTra panorami mozzafiato e immagini suggestive, Annalena Benini ci guida alla volta di Messina, dove incontriamo Nadia Terranova. Nata e cresciuta a Messina, Nadia Terranova vive da anni a Roma, ma il richiamo della sua terra è da sempre forte. Lo vediamo nei suoi romanzi, che sono intrisi della luce dell’inquietudine siciliana. Lo sguardo di questa scrittrice si muove tra presente e passato, tra infanzia ed età adulta, indagando l’abisso tra la memoria e il sentimento. Messina è il luogo che l’ha formata, il punto da cui sono partite le sue ambizioni di scrittrice.

Tra uno scorcio della città e un altro, Nadia Terranova ci parla di Addio fantasmi, finalista al Premio strega 2019, un romanzo fortemente legato alla Sicilia ed estremamente intimo, che mette in luce il rapporto con la sua città e come essa abbia contribuito a farle continuare a sentire la presenza del padre, perso alla giovane età di 11 anni. In questa infanzia siciliana della scrittrice stava già germogliando il seme della scrittura, tra le ferite della perdita del padre e l’immaginazione: in lei si faceva sempre più chiaro il desiderio di raccontare.

sicilia

Abbandoniamo Messina per spostarci a Palermo, grande scrigno di mondi sovrapposti. Palermo è una città che presta il suo corpo all’arte e alla scrittura in molti modi diversi: con leggerezza o con senso del tragico, con partecipazione o con distacco. Il primo scrittore palermitano che incontriamo è Roberto Alajmo: non ha mai lasciato la sua città e forse è proprio per questo che è colui che più ha saputo raccontarla. Proprio in Palermo è una cipolla, Alajmo ci parla di una città multiculturale, in cui ogni strato è la commistione di vari elementi ed è spesso difficile cogliere tutte le mille sfumature e sfaccettature di Palermo.

Roberto Alajmo ci parla anche di un altro suo libro. L’estate del ’78 è un romanzo molto personale, in cui l’autore cerca di ricostruire gli ultimi tre mesi di vita della madre, morta in circostanze non molto chiare. L’autore ha il coraggio di immergersi nel dolore per offrirci un pezzo di sè, il romanzo della sua vita, per poi risalire e comprendere le contraddizioni e le meraviglie della Sicilia.

Sempre a Palermo incontriamo un’altra grande scrittrice. Sto parlando di Stefania Auci che con il suo I leoni di Sicilia, è divenuta il caso editoriale più eclatante degli ultimi anni. Per parlarci di sè e di questo suo romanzo, Stefania Auci ci porta nei luoghi della sua storia, per offrirci un’istantanea della Sicilia nuova e inaspettata. La scrittrice palermitana ci racconta la storia, il passato, senza però tralasciare il coraggio e i sentimenti. Per lei la scrittura è portare l’asticella sempre più in alto, superare se stessi ed andare oltre.

Il nostro viaggio in Sicilia termina qui, con l’incontro di questi tre grandi scrittori, diversi tra loro, ma uniti nell’amore per la propria terra.

Stai seguendo anche tu Romanzo Italiano? Che cosa ti ha affascinato di più della puntata sulla Sicilia?

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Stai seguendo anche tu Romanzo Italiano? Che cosa ti ha affascinato di più della puntata sulla Sicilia?
1+