0

Recensione: Una cena di Natale di Marianna Vidal

Una cena di Natale
Leggi la sinossi

Caro Icrewer, lo so, questo titolo può sembrare “fuori stagione”, ma Una cena di Natale è una lettura assolutamente consigliata per chi, come me, ha letto Vieni via con me e Il tuo bacio tra mille di Marianna Vidal.

In questo racconto le coppie che si sono formate nei precedenti romanzi, Giulia e Clark e Federica e Pablo, si danno appuntamento ad Ischia, a “Villa Richardson”, per trascorrere le festività insieme alle rispettive famiglie. Ma un imprevisto rischia di rovinare i loro piani.

Il racconto è breve ma già dalle prime righe ci rituffiamo nelle vite dei personaggi dei quali abbiamo seguito le storie d’amore. E’ come andare a sbirciare nella loro quotidianità,  guardando l’evolversi del loro matrimonio e della bella amicizia che si è instaurata tra loro, in particolare fra Clark e Pablo, in un periodo magico come quello natalizio.

“La neve a Ischia era un evento eccezionale, uno di quelli per cui la gente scendeva in strada, immortalando con i telefonini quegli insoliti batuffoli che si scioglievano prima di toccare terra…”

Tra i protagonisti del racconto c’è anche un nuovo personaggio, Monica, la cugina di Giulia appassionata del Messico e molto entusiasta per l’arrivo di sua cugina e di tutti gli ospiti ai quali farà da cicerone esercitandosi nel parlare spagnolo. Inoltre scopriamo anche cosa è successo a Luis, che abbiamo incontrato sempre nel primo romanzo insieme a Clark e che ritroveremo protagonista di Uno scapolo da sposare.

Clark e Pablo mostrano in questo racconto il loro lato più vero, non più da sex symbol che conquistano le loro donne, ma proprio uomini normali che a volte nascondono qualche segreto a fin di bene alle loro mogli. Altrettanto vale per Federica e Giulia che fremono nell’attesa dei loro uomini.

Questo racconto mi è piaciuto molto, l’ho letto in qualche ora. Come sempre lo stile di scrittura dell’autrice è impeccabile e i suoi personaggi sembrano uscire dalle pagine, mentre leggi ti sfilano davanti agli occhi e ne puoi cogliere le emozioni, i gesti, gli sguardi.

E’ stato bello ritrovare questi personaggi e vedere altre sfumature del loro carattere. E poi il finale di questo racconto è molto emozionante.

Se hai amato i primi due romanzi di questa autrice non puoi non leggere questo racconto di passaggio tra i primi due e sequel di Uno scapolo da sposare, del quale Monica sarà protagonista.

 

E allora come sempre buona lettura!

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp