La vita in più Book Cover La vita in più
Fabio Rizzoli
Romanzo - Memoir
Mondadori
22 gennaio 2019
Libro - Ebook
162

Cosa può succedere quando una notizia inattesa rivoluziona la nostra vita? È difficile prevederlo, perché spesso le cose non sono come sembrano. Infatti in questa storia, proprio come in quella reale dell'autore, un evento apparentemente tragico si rivelerà essere invece la via per la rinascita. Lui è un uomo comune, in conflitto tra amore e sesso, fedeltà e tradimento, speranza e depressione. Sta attraversando un periodo difficile: ci sono crepe nella relazione con Anna, il lavoro scarseggia, l'umore è in caduta libera. A peggiorare la situazione si aggiunge un mal di schiena sempre più ostinato, che lo spinge a fare un controllo. Imprevedibilmente l'esito dell'esame lo condurrà a un ricovero immediato, per cercare di fermare una malattia che sembra aver preso in fretta il sopravvento su tutto. Da qui, per lui comincia la vera vita. Il reparto d'ospedale diventa la porta d'accesso per una conoscenza più profonda dell'esistenza, che lo porterà a fare i conti con se stesso, le persone che gli stanno accanto, i ricordi felici, le bugie, i desideri intimi. Raccontato in prima persona con spiazzante sincerità, "La vita in più" è il diario di bordo di un'avventura personale e spirituale, in cui da ogni lacrima nasce un fiore.

Una storia vera

Negli ultimi anni ho letto e recensito alcuni libri che parlavano di malattia, di tumore e di chemioterapia, in questi giorni ho letto “La vita in più” di Fabio Rizzoli.
All’autore rivolgo il mio più sincero e caloroso augurio di una remissione totale e che questo libro diventi un successo!!! A me non è piaciuto e voglio commentarlo per te.
L’ho trovato angosciante, come se fosse una manifestazione del cervello, quasi uno sfogo, senza alcuna riflessione.
L’ho trovato pesante per il tipo di stile di scrittura utilizzato, in quanto secondo me mancavano quelli che ritengo “capisaldi” dello scrivere un libro: il virgolettato nel discorso diretto, l’assenza di capitoli per spezzare la narrazione.
La storia è confusionaria, con alternanze nel racconto di passato e presente.

[amazon_link asins=’8804702095′ template=’ProductCarousel’ store=’game0ec3-21′ marketplace=’IT’ link_id=’0e4b5306-7f09-4419-8057-65f5cffafc7f’]

Inizialmente mi è piaciuto molto il personaggio di Anna, per l’amore che sembrava dimostrare a Fabio, l’autore, poi… ho provato dispiacere per lui, ancor più perché è il racconto di una storia vera.
Do una stella, quello che è il mio parere completamente soggettivo, per il messaggio che, secondo me ha voluto trasmettere l’autore: non è necessario arrivare a rischiare la vita, sopravvivendo senza né gioie né emozioni, per poi capire troppo tardi che era necessario e si poteva fare di più per noi stessi e per chi ci è accanto… È più bello ed interessante vivere la vita, comunicando a coloro che ci sono vicini quelle che sono le nostre emozioni nei loro confronti!

Fabio Rizzoli

Fabio è nato a Bologna nel 1974; è tutt’ora residente nella città natia. Con Fernandel ha pubblicato Almanacco dei giorni migliori – Primavera (2011) e Inverno (2012). La vita in più è il suo primo romanzo o, come lui stesso preferisce definirlo, è a metà strada fra il romanzo e il memoir perché, pur essendo basato su una triste verità, c’è pur sempre una parte di “storia”.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami