La lettera di Gertrud Book Cover La lettera di Gertrud
Bjorn Larsson
Narrativa
Iperborea
20 febbraio 2019
ebook/cartaceo
465

È spargendo al vento le ceneri della madre che Martin Brenner, genetista all'apice di una brillante carriera, marito e padre felice, comincia a interrogarsi sul suo rapporto con lei: perché non prova un vero dolore, perché ha sempre sentito che un velo si frapponeva tra loro? Scoprirà il motivo in una lettera che lei gli ha lasciato: quello che li divideva era un segreto. Sua madre non si chiamava Maria, ma Gertrud, ed era un'ebrea sopravvissuta ai lager. Glielo aveva nascosto per proteggerlo, ma anche per lasciarlo libero di scegliere, da adulto consapevole, la propria identità e la propria vita. Ma qual è la scelta davanti a una rivelazione così scioccante? E cosa vuol dire poi essere ebreo? Con il razionalismo dello scienziato, Martin si getta in ogni genere di letture, ricerche, discussioni con l'amico Simon e il rabbino Golder, per poter decidere: tenere il segreto o accettare la sua ebraicità, sconvolgendo non solo la propria esistenza, ma anche quella della sua famiglia, nonché quel quieto rapporto di «reciproca indifferenza» che ha sempre avuto con Dio? Ed è davvero libero di scegliere o è in realtà costretto ad accettare una definizione che per un genetista, e ateo, non ha alcun significato, e un'appartenenza che non sente? Con la sua capacità rabdomantica di captare i grandi temi del presente, Björn Larsson affronta uno dei grandi equivoci di oggi - l'identità levata a vessillo di divergenza e inconciliabilità e l'appartenenza come bisogno primordiale eretto a muro divisorio - per rivendicare il diritto di ognuno di essere guardato e giudicato per l'unica vera identità che abbiamo: quella di singole persone.

La libertà dell’uomo consiste nel poter immaginare se stesso e il mondo diversi da quelli che sono.

Caro iCrewer oggi vorrei parlarti del libro di Bjorn Larsson edito Iperborea.

La lettera di Gertrud è un romanzo che va letto con molta attenzione, narra della ricerca di sé stessi, un viaggio introspettivo sul bisogno di certezze che ha ognuno di noi, soprattutto quando ciò che pensi di sapere si sgretola e ti lascia in balia dei dubbi e delle domande.

Vorrei per prima cosa parlarti della cover, una ragazza che accarezza un cavallo. Ho fantasticato un po’ su di loro prima di aprire il libro. Poi ho iniziato a leggerlo e nulla è come avevo immaginato. E’ molto meglio.

bjorne larsson

Bjorn Larsson affronta un tema per nulla facile e lo fa con tratto deciso e preciso, spesso leggendo mi è capitato di sentire un pugno allo stomaco. La scrittura è fluida e i personaggi sono ben delineati.

L’argomento trattato come detto è molto delicato e l’autore riesce con maestria a farti sentire le emozioni dei vari personaggi in tutte le loro sfumature, dalla tristezza al dubbio, dall’angoscia alla dolcezza, dallo sgomento alla speranza. Il romanzo si apre con il protagonista principale, Martin, al funerale della madre Maria. Questo evento sconvolgerà la sua vita più di quello che lo stesso Martin avrebbe potuto pensare, mandando in frantumi tutte le sue certezze. Lo porterà a vedere il rapporto che aveva con la madre sotto un’altra prospettiva e a chiedersi chi lui sia veramente. La madre, o meglio la sua assenza, sarà uno dei perni portanti di tutto il romanzo.

Ti chiederai: Allora chi è Gertrud e cosa c’entra in tutto questo? Per scoprirlo caro iCrewer dovrai leggere questo romanzo che ti consiglio vivamente a cui dò 4 stelle più che meritate. Inoltre ti farà conoscere o ricordare un pezzo di storia molto cupo e triste, ma che non bisogna dimenticare.

AUTORE

Bjorne LarssonBJORNE LARSSON classe 1953 nato a Jonkoping è filosofo, scrittore e traduttore, ha la passione per la vela. Lavora come docente di letteratura francese presso l’Università di Lund. E’ tra gli autori svedesi più conosciuti in Italia, infatti ha ricevuto diversi premi tra cui il Premio Grinzane Biamonti, il Premio internazionale cultura del mare, il Premio Elsa Morante e il Premio  Boccaccio Europa. In Francia ha vinto il prestigioso premio Prix Medicis.

Gli altri titoli pubblicati con Iperborea sono La vera storia del Pirata Long John Silver, Il cerchio celtico, II porto dei sogni incrociati, La saggezza del mare e I poeti morti non scrivono gialli.

VOTO FINALE
La lettera di Gertrud
Articolo precedenteLeggilo anche tu: Il quadro segreto di Leonardo – Fabio Delizzos
Articolo successivoLeggilo anche tu: Come se tu fossi mio di Lucy Score
Avatar
Adoro leggere sopratutto romanzi storici, rosa e thriller. Dal leggere allo scrivere, il passo è stato lungo e ponderato con attenzione. Ho pubblicato tre libri, ma mi definisco ancora un'aspirante scrittrice. Mi piace creare gioielli, candele, oggetti in fimo e con l'uncinetto. Mi piace scoprire cosa c'è oltre la superficie delle cose, credo negli angeli e nell'energia dell'universo, credo che la magia di un sorriso donato possa cambiarti la giornata.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami