Il quadro segreto di Leonardo Book Cover Il quadro segreto di Leonardo
Fabio Delizzos
Thriller Storico
Newton Compton
19 settembre 2019
ebook/cartaceo
336

Roma, 1516. Nella vita di Leonardo da Vinci c'è una donna, affascinante e misteriosa. Una donna con un dono speciale che, insieme alla sua bellezza, suscita le brame di uomini potenti. Leonardo fa di tutto per proteggerla e spera di riuscire presto a portarla con sé in Francia. Una notte, nei pressi di Castel Sant'Angelo, è testimone involontario di un omicidio. Sulle prime sembrerebbe un caso di ordinaria criminalità, ma qualcosa di oscuro si sta invece muovendo nell'ombra: un antico segreto è stato violato e un oggetto molto prezioso è stato rubato da un monastero. Leonardo è chiamato dal cardinale Bernardo Dovizi da Bibbiena a indagare sull'accaduto, per rintracciare gli artefici del furto: ma più scava in quel mistero, più si convince che c'è un collegamento tra i furti e l'omicidio cui ha assistito. Eventi terribili stanno per abbattersi su Roma e la donna che ama potrebbe essere in serio pericolo. Ha così inizio, per Leonardo, una corsa contro il tempo tra tetre sale anatomiche, meandri di antichi monasteri e misteri biblici. Riuscirà a scongiurare la minaccia che incombe sulla Città Eterna e sulla donna che ama?

Nessuna cosa si può amare né odiare se non si à cognition di quella.

Leonardo da Vinci

Caro iCrewer, oggi vorrei parlarti del thriller di Fabio Delizzos edito Newton Compton e disponibile dal 19 settembre.

Come avrei intuito dal titolo il personaggio principale è Leonardo da Vinci, figura storica che amo molto, quindi leggere questo libro è stata per me un’emozione molto forte. Ma andiamo con ordine.

Ciò che si nota subito quando si ha per la prima volta un libro per le mani è la copertina, che dovrebbe darti un’idea di quanto contenuto nelle pagine di ciò che stai per leggere. Il mistero, il segreto, la scoperta e l’illuminazione che impregnano il romanzo sono elementi presenti nella copertina del thriller Il quadro segreto di Leonardoche è quindi perfetta. Già dalle prime pagine è palpabile l’adrenalina che scorre tra i fogli come l’energia elettrica sui fili. Ecco queste sono le giuste definizioni di questo romanzo, adrenalinico ed elettrizzante. La storia si svolge a Roma agli inizi del 1500 prima che Leonardo lasci per sempre la città eterna per trasferirsi ad Amboise, città dove vivrà fino alla morte.

Caro iCrewer, sono stata ad Amboise, proprio alla tomba di Leonardo da Vinci. L’aria aveva un’elettricità particolare ed è stata un’emozione unica trovarmi lì al cospetto del grande maestro. Ma torniamo a noi.

Fabio Delizzos ha una scrittura fluida e piacevole che riesce a trasmettere le emozioni dei personaggi, il senso di meraviglia o sgomento che prova Leonardo nei vari momenti del romanzo, al lettore sembra di provarli davvero. Dalla prima all’ultima pagina manca spesso il respiro e si sente un senso di urgenza per il bisogno di leggere cosa accadrà dopo. Una miscela ben equilibrata tra storia e fantasia, tanto da non capire dove finisce una e inizia l’altra. Alcuni aneddoti, inventati dall’autore ma non per questo non possibili, sono veramente delle piccole chicche. A te scoprire di quali sto parlando.

Le ambientazioni e i personaggi storici realmente esistiti sono descritti fedelmente e in modo molto particolareggiato. Ogni elemento del romanzo è come lo vedi ma nella migliore tradizione di Leonardo non sempre è come sembra. Nasconde un messaggio o una simbologia che non verrà svelata se non alla fine.

Caro iCrewer, credo che questo thriller meriti proprio tutte le cinque stelle. Sarà sicuramente un romanzo che rileggerò con piacere e io non rileggo mai un libro. Fabio Delizzos mi ha colpito molto con questo testo e la costruzione del personaggio di Leonardo è molto particolareggiata anche sotto l’aspetto umano. Ti allego un passo delle note dell’autore a fine romanzo:

“Nel romanzo, Leonardo appare forte e attivo, di aspetto piacevole, non vecchio e decrepito come lo si può vedere nel cosiddetto Autoritratto di Torino. In effetti, era davvero attivo e forte, e lo dimostra il grandissimo lavoro che faceva e che continuò a svolgere anche in Francia. Ho voluto immaginare che l’autoritratto di Torino sia una sorta di gioco/esperimento, nel quale Leonardo volle disegnare se stesso all’età di cento anni, per vedere come sarebbe diventato invecchiando”

Ho una domanda per te: Qual è il quadro segreto di Leonardo? Lascio a te il piacere di scoprirlo.

Caro iCrewer ti auguro buona lettura e aspetto i tuoi commenti.

AUTORE

Fabio DelizzosFabio Delizzos classe 1969 è nato a Torino ma è cresciuto in Sardegna. Attualmente vive a Roma dove lavora come creativo pubblicitario. Laureato in Filosofia, i suoi romanzi sono sempre al vertice delle classifiche e tradotti in diversi paesi. Per la Newton Compton ha pubblicato La setta degli alchimisti;La cattedrale dell’Anticristo; La loggia nera dei veggenti; La stanza segreta del papa; Il libro segreto del Graal; Il collezionista di quadri perduti, Il cacciatore di libri proibiti e La cattedrale dei vangeli perduti. 

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami