Alzati e corri, direttora Book Cover Alzati e corri, direttora
Silvia Volpi
Giallo
Mondadori
2 aprile 2019
ebook/cartaceo
225

"La giornata della direttora comincia presto, d'inverno che è ancora buio e d'estate con l'alba spuntata da poco.". Elsa Guidi, quarantasette anni, un marito affettuoso ma distratto, due figli adolescenti che la fanno disperare quanto basta, tutte le mattine si alza e corre: il modo migliore per iniziare la giornata è infilarsi le scarpe da running quando ancora tutti dormono e avviarsi nel quartiere lungo le vie silenziose di Pisa. In realtà, questo momento tutto per sé è una scusa per annusare l'aria in città prima di tutti. Da un paio d'anni Elsa è a capo della "Piazza", il quotidiano con sede sul Lungarno di fronte alla chiesa di Santa Maria della Spina. La "direttora" comanda a bacchetta tutti e non le manda a dire a nessuno, a partire dalla riunione delle dieci, in cui affida i vari pezzi della giornata. Il suo bersaglio preferito è Tommaso Morotti, "il Moro", cronista di nera con gli occhi dolci e le spalle larghe. Trentatré anni, livornese, è arrivato da qualche mese al giornale ma ha già creato non poco scompiglio. Innanzitutto nella vita di Paola, segretaria della Guidi, vittima dei suoi occhi neri e dei suoi modi gentili ma impertinenti. Quando, in una bella mattina di primavera, un giovane elettricista precipita dal terrazzo di un condominio in centro, la direttora non ci pensa due volte a scatenare il suo segugio migliore e a chiedergli di raccontare la storia della persona dietro quel corpo sul selciato: un bravo giornalista deve arrivare al cuore del lettore. Le cose si complicano però quando al giornale vengono recapitate un paio di buste anonime apparentemente legate al suicidio dell'uomo. Intervistando alcuni negozianti della zona, il Moro si accorge che qualcosa non torna. Direttora e nerista, in corsa contro il tempo per battere la concorrenza sulla notizia, si buttano a capofitto nell'indagine, non senza punzecchiarsi in continuazione. Chi arriverà per primo alla verità?"

Caro iCrewer oggi vorrei parlarti del libro di Silvia Volpi edito Mondadori e disponibile dal 2 aprile 2019.

Alzati e corri, direttora è un romanzo giallo che dalla prima all’ultima pagina ha una scrittura fluida, senza errori e senza fronzoli proprio come la copertina. Pochi tratti che riescono a raffigurare la protagonista, Elsa Guidi, direttrice della redazione del quotidiano “La Piazza” di Pisa. La sua vita è una continua corsa, tra il lavoro, due figli adolescenti, il marito, il cane e il gatto di casa. Ed è proprio con la corsa del mattino che scarica le tensioni, mette in moto corpo e cervello. Quest’ultimo, arguto e sempre pronto a cogliere i dettagli insieme al suo infallibile fiuto per le notizie le permette di svolgere al meglio il suo lavoro.

Un giorno simile a tutti gli altri, la notizia di un suicidio in piazzetta Guandalini porta Elsa Guidi e Tommaso Mori, il suo cronista di nera, a scavare più a fondo. In un susseguirsi di colpi di scena, di depistaggi e spiragli di vita dei protagonisti il romanzo scorre veloce come la sua protagonista.

Quando ho letto il titolo del romanzo ho subito pensato ad un errore, errore che si ripete spesso nel romanzo. Invece con mia grande sorpresa Silvia Volpi spiega alla fine il perché di questa parola. Per saperlo caro iCrewer dovrai leggerlo tu stesso. Io l’ho trovata una cosa molto bella.

Il romanzo è davvero piacevole da leggere, nonostante il fulcro sia un fatto di cronaca nera. I personaggi sono ben caratterizzati, sia i protagonisti che chi sta sullo sfondo. Ognuno ha le sue debolezze e i suoi punti di forza. Ma nessuno è banale o stereotipato e qualsiasi sia il ruolo che ricopre nella storia è rilevante, tenendo sempre viva l’attenzione del lettore. Silvia Volpi in questo è stata molto abile, con gli indizi sparsi tra le pagine del romanzo e le piste che prendono pieghe inaspettate.

Caro iCrewer, ti consiglio sicuramente questo romanzo. Ti auguro buona lettura.

Autrice

Un cappello per dueSilvia Volpi nata nel 1969 a Pisa dove vive con il marito e i tre figli, è una giornalista del “Tirreno”.  Amante della lettura e dei libri fin da piccola, avvicinarsi alla scrittura è stato il passo successivo, anche se c’è voluto molto tempo. “Alzati e corri, direttora” è il suo primo romanzo.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami