Palermo Comic Convention, dalla nascita alla sua affermazione in città. La quinta edizione si terrà dal 6 all’8 settembre 2019 presso l’ex Fiera del Mediterraneo.

Senti dire Palermo e pensi Sicilia, pensi ad antiche tradizioni e culture che si perdono nella notte dei tempi, pensi ad una terra aperta, circondata da un mare incantevole e denso di storia, dove popoli e uomini di tutte le razze hanno approdato e continuano ad approdare, portando un pezzetto di se stessi e prendendo un frammento di questa meravigliosa e generosa terra da portare nel cuore: perchè un’isola è così, dà e riceve, è un porto aperto a tutti, nessuno escluso.

Senti dire Palermo e pensi cultura, pensi arte, pensi tradizioni: il tutto intriso dai passaggi delle varie dominazioni straniere che nei secoli si sono susseguite, perchè il Mediterraneo è un mare di mezzo e su queste acque solcate da navi di ogni forma e misura, scorre la storia dei popoli che lo abitano e lo hanno abitato

Senti dire Palermo e ti viene in mente una città che, malgrado sia martoriata da antiche piaghe, (e sappiamo quali) ha una sua vivacità culturale grazie all’impegno di associazioni e persone che sanno rimboccarsi le maniche, laddove le istituzioni latitano, in barba a tutti i luoghi comuni che vedono il siciliano inattivo e nullafacente, vittima forse di quel fatalismo di atavica memoria, per cui il “vivi, lascia correre e stai a guardare” o il “nenti sacciu e nenti vuogghiu sapiri” (non so niente e non voglio sapere niente, traduco per il resto d’Italia) è uno stile di vita.

palermo comicon
Palermo Comic Convention, biglietti…

In questa Palermo, di cui ho solo accennato qualche caratteristica ma della quale ci sarebbe ancora moltissimo da raccontare, dal Settembre 2015, si organizza una Manifestazione annuale, Palermo Comic Convention legata al gioco, al fumetto e al cinema di genere. Un evento le cui redini sono saldamente in mano ad Alessio Riolo, imprenditore catanese classe 1981, laureato in Relazioni Pubbliche presso l’Università di Catania ed event manager con una esperienza decennale legata alla diffusione della cultura pop quanto a quella del sol levante.”

La Palermo Comic Convention ha sede fissa, nei giorni del suo allestimento, presso la Fiera del Mediterraneo di Palermo. Nei primi due anni l’area interessata all’allestimento era soltanto all’interno del Padiglione 20, dal 2017, visto l’elevato numero di visitatori raggiunto nelle precedenti due edizioni, si è estesa anche ai padiglioni 20A e 11. Ampio spazio è dedicato all’area palco e alle zone delle rievocazioni storiche o distopiche. Nel 2018 in sostituzione del 20/A, si è ricorso al padiglione 16: all’interno una grande area dedicata al Games in ogni sua forma. Spero che questi riferimenti precisi, ti siano di aiuto nel caso in cui volessi visitare la Comic Convention.

Quest’anno, 2019, dal 6 all’8 Settembre, la Fiera del Mediterraneo sarà come negli anni passati, il centro nevralgico della quinta edizione di Palermo Comic Convention: la manifestazione che riunisce fumetti, games, cinema e new media è, come ogni anno un evento denso di iniziative e di ospiti prestigiosi, italiani e internazionali. E non poteva mancare la narrativa, del resto noi di iCrewer Libri, siamo qui per informarti delle novità e degli eventi che riguardano il mondo della scrittura e delle pubblicazioni e, nella Palermo Comic Convention, la presenza della grande narrativa si esplica, per il quinto anno consecutivo, con l’Elpìs Editrice, una giovane realtà editoriale siciliana che negli anni ha saputo ritagliarsi uno spazio importante all’interno del mercato della narrativa, soprattutto di genere. La casa editrice è capitanata da Claudia Sabella, editrice e scrittrice. Saranno ospiti della manifestazione, scrittori emergenti quali: Gabriella Bertolino, Valeria Di Spezio, Daniele Di Franco, Aurora Di MariaSelene Rampolla, Nicoletta Torregrossa e altri.

logo Elpis
Il logo della casa editrice Elpis

Non mancheranno, inoltre, conferenze, workshop, masterclass, mostre, performance live, proiezioni e anteprime: il tutto ospitato all’interno degli spazi espositivi della Fiera del Mediterraneo. Sul palco concerti, sfilate e imperdibili momenti di interazione con il pubblico. Saranno tre giorni all’insegna della fantasia che vedranno Palermo capitale della cultura e del divertimento.

C’è grande partecipazione ma nessun aiuto dalle istituzioni…

…di questo si lamenta l’ organizzatore dell’evento, Alessio Riolo  che pur constatando il successo della manifestazione in termini di presenze e di radicamento sul territorio, nota con amarezza l’assenza anche di organizzazioni che rappresentano le attività produttive.

Alessio Riolo, con un’esperienza di tutto rispetto nel settore, dovuta alla partecipazione nell’organizzazione di Etna Comics, è passato da Catania a Palermo, portando tutta la sua esperienza e competenza nella manifestazione Palermo Comic Convention. Convinto che il nostro (quello siciliano e palermitano in particolare, cioè) “sia un territorio che nulla ha da invidiare a regioni come la Toscana o città come Milano e Roma, dove vengono organizzate numerose iniziative di settore scaglionate lungo il corso dell’anno. Ho trovato grande fervore da parte dei giovani palermitani, desiderosi di dare lustro alla propria città con una manifestazione degna del capoluogo regionale, racconta Riolo, facendo capire il grande interesse dei giovani palermitani nell’investire in un mercato già largamente diffuso in una città che presenta un numero di negozi specializzati superiore rispetto a Torino o Napoli.

Purtroppo però, come spesso accade nella nostra terra, la cultura è considerata “un bene di lusso” i fondi da destinarle sono scarsi e chi ci amministra non se ne cura più di tanto: Ho incontrato un muro amministrativo di burocrati che non riescono a dare il giusto peso all’iniziativa, a dispetto di una manifestazione con una buona risposta territoriale in termini di partecipazione popolare. Questo, quanto lo stesso Alessio Riolo afferma… e da siciliana che conosce la realtà dell’isola non posso che dargli ragione.

palermo
Palermo, un pezzo di panorama

A differenza di quanto accade altrove, ne il Comune di Palermo ne la Regione Sicilia supportano e patrocinano in alcun modo la manifestazione. «In questi anni abbiamo avuto un dialogo costante con le istituzioni locali che si sono dimostrate aperte nei confronti dell’iniziativa, ma non siamo mai riusciti a ottenere aiuti di nessun tipo, economico, logistico o di altra natura», asserisce con rammarico Alessio Riolo, parlando della Fiera del Mediterraneo, nei cui padiglioni si svolge la manifestazione.“Vorrei vedere coinvolti nella manifestazione i responsabili regionali di Confcommercio, Confesercenti e Federalberghi, esattamente come succede in altre parti della penisola, il cui esempio virtuoso è Lucca Comics, Movies & Games“… afferma ancora, citando il maggiore evento nazionale, secondo al mondo per importanza, del genere.

Eppure sia la Fiera del Mediterraneo che la Palermo Comic Convention sono fonte di lavoro per un centinaio di persone, tra organizzatori, lavoratori esterni e associazioni e il grande pubblico che richiamano, attiva l’economia locale con la la sua presenza: come è vero che la cecità di chi dovrebbe vedere più in la del suo naso, blocca i passi di chi vorrebbe camminare veloce e non può. E si, caro iCrewer, consentimi questa metafora Ci sta tutta.

 

 

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami