0

0

Orca… un superpredatore per la Rubrica Animalibri

Orca: un mammifero, un grande predatore con un elevato istinto materno

Orca
0

0

iCrewPlay consiglia

A breve in pubblicazione

  • Sogni di carta: intervistiamo Matteo Caldarelli autore di Lawmar & Emme sarà pubblicato alle 12:00 del 26.10
  • Libri Novità Mondadori ottobre 2020 sarà pubblicato alle 14:00 del 26.10

Ascolta il testo!

Caro lettore, oggi ti voglio parlare dell’orca, un’assassina o un animale con un grande istinto di sopravvivenza?

Ormai… mi conosci, per me gli animali hanno sempre ragione: siamo noi esseri umani che “entriamo nella loro casa” e, spinti dalla curiosità, portiamo questi esseri selvatici a difendere la prole, la tana o la riserva di cibo. Spesso il termine “orca” è associato all’aggettivo “assassina”, la spiegazione risale al XVIII secolo, quando dei marinai videro alcuni individui cacciare delle balene, poi una traduzione frettolosa ha dato a questo animale una fama negativa. Questa versione è stata poi supportata da alcuni attacchi effettuati ad esseri umani, evento molto raro e solo in particolari condizioni di pericolo.

Orca con cucciolo

Conosciamo meglio questo mammifero che è il più grande delfino oceanico e predilige vivere nelle acque fredde: un predatore, all’apice della catena alimentare, infatti non ha predatori naturali! Le prede, invece, variano dai pesci ai mammiferi marini (balene, delfini, foche, leoni marini e pinguini).

Può pesare dalle 4 alle 6 tonnellate e misurare dai 5 agli 8 metri. È il mammifero marino più veloce, infatti, può raggiungere i 55 chilometri all’ora.

Vive organizzandosi in unità familiari, dette POD, composte da una femmina con i suoi piccoli, coadiuvata da femmine sterili ed un solo maschio adulto. Ogni famiglia, a base matrilineare, ha un suo linguaggio, paragonabile ad un nostro dialetto. L’emissione di suoni avviene attraverso un organo posto sulla fronte ed utilizzato come sonar.

La gestazione dura circa 1 anno e mezzo, al termine è concepito 1 cucciolo, che sarà seguito da cure parentali fino agli 8 – 10 anni, età in cui la femmina raggiunge la maturità sessuale e crea un suo POD; il maschio, invece, diventa adulto a 16 anni.

Orca dentatura

Ora il comportamento, nel 2018, di Tahlequah, il suo voler restare con la sua cucciola e accudirla per 17 giorni, nonostante fosse morta dopo il parto è facilmente spiegabile da una forte attitudine sociale e una lunga gravidanza. La bella notizia è che J35, questo il suo nome scientifico, il 5 settembre, nelle vicinanze delle isole San Juan, ha dato alla luce il suo terzo cucciolo, chiamato J57.

La vita media di un’orca, in cattività, varia tra i 17 anni nel maschio e i 29 nella femmina; le difficoltà della vita selvatica riducono l’aspettativa di vita di questi animali.

Consigli letterari sull’orca

Il primo libro di oggi, per i piccoli lettori, Orca libro da colorare: Orca libro da colorare per bambini di Coloring Books by Max, contiene 40 illustrazioni da colorare per stimolare creatività e curiosità.

Se, invece, il piccolo lettore ha voglia di una storia di amicizia, che supera tutte le barriere, il libro giusto è Un’amica speciale per Julia di Morena Bortolu.

Orca Tahlequah
Orca Tahlequah con il suo cucciolo

Un bel libro per i lettori che crescono è Il viaggio dell’Orca Zoppa di Guido Quarzo, dove è raccontata la storia della nave denominata Orca Zoppa che trasporta il suo carico da Porto Caraibo a Terraferma.

Se il lettore in crescita apprezza la lettura di romanzi d’avventura estrema, il libro giusto è L’orca assassina di Justin D’Ath, dove Sam Fox e suo fratello vivranno un’avvincente emozione in Antartide.

Se vuoi leggere un racconto dove la narratrice è l’orca Zena, avvistata nel porto di Genova, il 2 dicembre 2019, ti consiglio Zena: Storia di un’orca di Andrea Izzotti: è un romanzo che offre una versione di quelli che sono i pensieri di questi animali marini.

Il lettore in crescita appassionato di libri fantasy non può lasciarsi scappare Rekkar. L’orca urlante, il tredicesimo episodio di Sea Quest, scritto da Adam Blade. Una leggenda narra che sia impossibile uscire dalla Laguna Perduta, luogo dove sono rimasti intrappolati Max e Lia.

Ti piace leggere i libri che narrano le storie accadute durante la Seconda Guerra Mondiale? Il libro di Stefano D’Arrigo, Horcynus Orca narra un episodio avvenuto durante quel periodo bellico, dopo l’8 settembre 1943; argomenti simili sono trattati da Daria Biagi, nel libro Orche e altri relitti. Sulle forme del romanzo in Stefano D’Arrigo.

Leggete… con la lettura volerete! Buona lettura!

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Caro lettore, le orche abitano nell’Oceano, un ambiente che troppo spesso è inquinato da mezzi utili all’uomo. Come ho scritto nell’articolo, sarebbe bello poter “bussare” prima di entrare in casa d’altri; le case degli animali selvatici non hanno porte, proprio per questo bisognerebbe portare ancor più rispetto. Tu sei d’accordo, aspetto i tuoi commenti!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x