Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

News: Anche questo è Strega

Casa Bellonci, sede storica della giuria del Premio Strega diventa un Museo

Premio Strega
Premio Strega
Ti piace l’idea che la famosa sede del Premio Strega diventi un Museo? Hai letto qualche libro di Veronesi o di Carofiglio?,Continua a seguirci, e se hai letto uno dei romanzi che ho accennato dimmi cosa ne pensi!

Museo BellonciÈ uno Strega che ti sorprenderà quest’anno

per le innovazioni, i contenuti e le sfide letterarie che si preannunciano stimolanti. La prima sorpresa, di grande interesse, arriva proprio dalla Fondazione impegnata da qualche mese nella ristrutturazione di Casa Bellonci, la storica dimora del Premio che dal 1951 accoglie gli Amici della Domenica, la famosa giuria preposta alla selezione della cinquina finalista. Nei programmi il forte desiderio di trasformare il famoso appartamento pariolino in una casa Museo per dare la possibilità ai lettori di condividere e apprezzare un patrimonio letterario di 24 mila volumi e una collezione di opere di grandi pittori e artisti. Il primo annuncio lo ha dato proprio Stefano Petrocchi, il direttore della Fondazione, nella conferenza stampa che si è tenuta a dicembre alla presenza del Ministro dei beni culturali Dario Franceschini durante la quale è stata comunicata la collaborazione di BPER Banca e della Regione Lazio oltre alla nomina dell’architetto Patrizia del Vescovo come direttore dei lavori.

Una cosa è certa: stando ai primi dati, i lavori di recupero Museo Belloncidella casa di via Rispoli dureranno almeno per un anno e riguarderanno soprattutto l’inserimento di  innovazioni tecnologiche con il preciso obiettivo di mantenere inalterato l’aspetto originario. Nel frattempo, per una maggiore tutela, il patrimonio libraio all’interno della sede sarà trasferito alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma; insomma, se tutto va bene, tra circa un anno Museo Bellonci sarà finalmente aperto al pubblico e questa è davvero una bellissima notizia.

Sandro Veronesi

Il concorso letterario dedicato ai ragazzi è partito secondo i programmi, il 5 dicembre scorso durante il festival della letteratura di Roma Più libri più liberi sono stati ufficialmente annunciati i cinque finalisti del Premio Strega ragazzi e ragazze 2020, la proclamazione del vincitore sarà il 5 e 6 maggio prossimo durante il Bologna Children’s Book festival Book Fair. Il concorso dello Strega è invece partito puntuale con la presentazione delle nuove proposte letterarie, ognuna affiancata dal proprio pigmalione; come da copione, potevano mancare le indiscrezioni sul libro più gettonato?

Tra i venti i testi selezionati dagli amici della Domenica Il Colibrì di Sandro Veronesi edito da La Nave di Teseo e presentato dall’Accademia degli Scrausi, non c’è dubbio, sia il favorito e non è una gran sorpresa, sia per la prima vittoria conquistata dallo scrittore nel 2012 con Caos Calmo edito da Bompiani, sia per la forte risposta avuta dai lettori dopo la pubblicazione dell’ultimo romanzo considerato libro dell’anno. La sorpresa che sta accendendo di curiosità il concorso è invece la prepotente entrata nella gara di Gianrico Carofiglio, da quindici giorni in testa alle classifiche con La misura del tempo pubblicato da Einaudi e presentato questa volta dal giurista Sabino Cassese con una motivazione di tutto rispetto:

Gianrico Carofiglio

 

Dietro l’apparenza del giallo si celano insegnamenti profondi: la pluralità dei punti di vista; i diversi modi in cui si presenta la realtà; l’invito a dubitare della verità stessa. Due citazioni, una dal capolavoro di Kurosawa e una di Canetti, in pagine diverse, confermano queste conclusioni. Carofiglio si conferma come una delle voci più importanti della letteratura italiana. 

Insomma, un testa a testa che si profila molto entusiasmante ma non è detta l’ultima parola; gli stessi editori sono alle prese con la pubblicazione di più romanzi, come il romanzo di Viola Grado candidata per La nave di Teseo con Fuoco al cielo o Almarina edito da Einaudi. Una cosa è certa, lunedì prossimo, scadenza della presentazione dei romanzi, gli editori dovranno fare una scelta e questo non sarà certo un compito facile.

Oltre ai romanzi che ti ho accennato, sono stati presentati altrettanti testi e molto interessanti: per Mondadori sono in corsa Tutto chiede salvezza di Daniele Mencarelli e La metà del cielo di Angelo Ferracuti, mentre per Rizzoli è stato presentato Nessuna notte è infinita di Francesca Pansa, a questi si aggiunge il romanzo di Gipi, Momenti straordinari con applausi finti pubblicato da Fandango Editore, si parla della candidatura di Ilaria Bernardini, in libreria da gennaio con Il ritratto, di Romana Petri da febbraio con Figlio del lupo, romanzo biografico sua vita leggendaria di Jack London.

La gara è appena cominciata e c’è tempo per le battute finali, che come sai si svolgeranno il 4 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, come sempre ti terremo informato su tutte le variazioni, intanto anche tu puoi goderti i romanzi che ti ho presentato, un buon modo per esprimere il tuo pensiero!

Buona Lettura!

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0