Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Naguib Mahfouz

Autori in tasca: Nagib Mahfuz, premio Nobel per la letteratura del 1988

Nagib Mahfuz, premio Nobel per la letteratura del 1988

Caro lettore, oggi ti voglio parlare di Nagib Mahfuz, drammaturgo, giornalista, narratore, sceneggiatore e scrittore egiziano, vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1988, per aver creato un’arte narrativa araba che si adatta all’intera umanità. Nel 1957 ha ricevuto, nella nazione natia, il premio di Stato per la letteratura.

Biografia di Nagib Mahfuz

È nato a Il Cairo l’undici dicembre 1911, da una famiglia della piccola borghesia. Ha sempre vissuto nella zona di Khān el-Khalilī, un mercato egiziano, il secondo più grande, dopo quello di Istanbul, di tutto il Vicino Oriente. L’unico scrittore arabo insignito del premio più importante per uno scrittore.

Naguib Mahfouz

Ha iniziato a scrivere all’età di diciassette anni, ma la sua prima opera è stata pubblicata dopo una laurea in filosofia, quindi dopo ben undici anni, nel 1939. Le sue storie sono ambientate nella città che gli diede i natali, luogo che conosce molto bene e del quale sa trasmettere l’atmosfera anche se il racconto è ambientato lontano nel tempo, generando nel lettore forti emozioni.

Fino al 1972 è stato impegnato in ruoli istituzionali: consulente per gli Affari culturali al ministero della Culturadirettore della censura per la Soprintendenza dei Beni artistici e culturali e, infine, direttore della Fondazione a sostegno del cinema.

Nel 1994 ha subito un tentato omicidio, in quanto accusato, dagli integralisti islamici, di blasfemia, in quanto oppositore dell’integralismo e sostenitore di un Islam moderato; è stato accoltellato, fuori dalla sua residenza, al braccio destro, riportando gravi danni ai nervi dell’arto colpito.

È morto nella città natale il trenta agosto 2006, all’età di novantaquattro anni, dopo un mese e mezzo di ricovero in ospedale, poiché era gravemente malato.

Canto di nozze di Nagib MahfuzLa sua attività letteraria è composta da otto pièce teatrali, alcuni testi definiti “teatro da leggere”, quindici raccolte di novelle, oltre quaranta romanzi, di cui circa la metà è stata trasformata in film, trasmessi in tutto il mondo in lingua araba.

Opere letterarie del Premio Nobel del 1988

Tra le sue opere principali voglio ricordare Un uomo da rispettare, dove il protagonista, Othman Bayyumi, è un impiegato, con l’ambizione di scalare le posizioni, fino alla sedia di Direttore. Trascorrerà la sua vita inseguendo il miglioramento che, quando arriverà, non donerà la felicità sperata. L’autore lascia al lettore il giudizio sul comportamento tenuto dall’arrampicatore sociale.

Sogni nel tempo della convalescenza, è un racconto autobiografico, in cui sono narrati alcuni momenti della sua vita, nonostante fosse schivo e riservato, quindi non amava parlare di sè; Il settimo cielo è un insieme di racconti, dove i temi principali sono il soprannaturale e l’aldilà.

Mīrāmār e La quaglia e l’autunno sono gli unici non ambientati a Il Cairo, ma basati su Alessandria d’Egitto. Il primo è ambientato nel 1966, nella pensione che dà il titolo al libro.

La sua opera più famosa è la trilogia del Cairo, dove sono raccontati cinquant’anni di storia dell’Egitto, attraverso una saga familiare: Tra i due palazzi, Il Palazzo del desiderio e La via dello zucchero.

Le altre opere sono: Akhenaton. Il faraone eretico, Canto di nozze, Karnak Café, Il caffè degli intrighi, Il giorno in cui fu ucciso il presidente. Le radici dell’odio in Egitto, Il ladro e i cani, Il mendico, Il miraggio, Il nostro quartiere, Il tempo dell’amore, La battaglia di Tebe,  La maledizione di Cheope, La ricerca, La taverna del gatto nero, L’epopea dei harafish, Notti delle mille e una notte, Per le strade del Cairo, Principio e fine, Racconti dell’Antico Egitto, Vicolo del mortaio,… e, ancora, molti altri!

Leggete… con la lettura volerete! Buona lettura!

0 0 voto
Voto iCrewers

Potrebbe interessarti...

Principe di cuori

I romanzi della Verona Legacy di L. A. Cotton arrivano su Kindle unlimited

Speciale

Prenditi tempo… consiglia Pablo Neruda

Gestire se stessi. Le chiavi del successo

Novità in libreria: Gestire se stessi. Le chiavi del successo di Peter F. Drucker

Mr Wrong lezioni d'amore

Novità in libreria: le letture Mondadori di luglio 2021

Case sugli alberi. Edizione italiana e inglese

Libri da… I quattro Hotel e il villaggio sugli alberi in Piemonte

Profumi

Recensione: Profumi, libro di Paola Bottai

Caro lettore, oggi ti ho presentato un Premio Nobel che,ammetto non conoscevo: Nagib Mahfuz, il premio Nobel del 1988.
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0