0

Marta Morazzoni si aggiudica il Premio Chiara 2019

Il dono di Arianna
Leggi la sinossi

Il dono di Arianna trionfa all’edizione XXXI del Premio Chiara

Caro iCrewer, nel tardo pomeriggio di domenica 27 ottobre si è tenuta la cerimonia di premiazione del Premio Chiara, importante riconoscimento letterario dedicato alla memoria dello scrittore varesino Piero Chiara e che viene conferito da più di trent’anni alla migliore raccolta di racconti pubblicati nell’ultimo anno. Come ogni anno, l’evento è stato ospitato nella Sala Napoleonica del complesso Ville Ponti a Varese.

Premio Chiara baner

La terna finalista di questa edizione prevedeva tre opere di tre note artiste, donne della letteratura per l’infanzia, del cinema italiano e della critica teatrale. Sto parlando di Più grande la paura di Beatrice Masini (Marsilio editore), Brividi immorali di Laura Morante (La nave di Teseo) e infine Il dono di Arianna di Marta Morazzoni.

E la vincitrice del Premio Chiara 2019 è… Marta Morazzoni!

Il dono di Arianna

Leggiamo insieme la sinossi della raccolta di racconti Il dono di Arianna, a cui è stato conferito il premio:

«Come avvicinare oggi i miti greci? Marta Morazzoni entra quasi di soppiatto, da una porta socchiusa, nella sala delle divinità e degli eroi di quel mondo che la letteratura ha già a lungo percorso. E lo fa in libertà, rileggendo e modificando le linee del racconto. Nelle pagine di queste storie, dove compaiono tra gli altri Clitemnestra e Agamennone, Teseo, la bella Elena con la sua corte di sciagure, Alcinoo e Nausicaa, o un giovane molto simile a Edipo, non c’è un’aderenza rigorosa alla tradizione classica, ma nemmeno un’intenzione trasgressiva. Più semplicemente, da quella mitologia, con cui l’autrice ha confidenza fin da bambina, è sgorgata una vena narrativa senza schemi, ma con radici ben piantate nella terra ellenica. I luoghi qui raccontati diventano lavagne su cui scrivere le infinite possibilità di una leggenda millenaria: Creta, Mykonos, Tebe, il Taigeto, luoghi tutti attraversati dal mito, anche oggi che quei nomi corrispondono a volte a città senza fascino. Ma permane l’eco di ciò che lì si dice sia avvenuto, e proprio quel «si dice» ha mosso questa ricomposizione, o interpretazione, con il diritto naturale dello scrittore a inventare.»

La redazione di iCrewPlay Libri fa i complimenti a Marta Morazzoni per la vittoria e a Beatrice Masini e a Laura Morante per essersi classificate corrispettivamente al secondo e al terzo posto.

 

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp