Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Lo scioglimento dei ghiacci

Lo scioglimento dei ghiacci di Valerio Cruciani

Lo scioglimento dei ghiacci: un romanzo che racconta dell’essere una donna pienamente libera nelle scelte

Caro lettore, il libro che ti consiglio oggi è Lo scioglimento dei ghiacci di Valerio Cruciani, Ensemble editore.
Un libro molto particolare che mira a scardinare stereotipi sia di scrittura che culturali, per approdare ad una visione del ruolo della donna libera da pregiudizi e preconcetti.
Caratterizzato da una narrazione a più voci, tranne quella della protagonista, oggetto solamente di giudizi e azioni degli altri.

Ma conosciamo meglio l’autore di Lo scioglimento dei ghiacci 

Valerio Cruciani è nato a Roma nel 1977 e ha vissuto in Spagna per diversi anni. E’ scrittore, sceneggiatore, professore di scuola secondaria e tutor di laboratori di cinema e poesia. È stato tra i fondatori della rivista digitale Amnesia Vivace.
Ha pubblicato Le città hanno gli occhi sempre aperti, La scheggia nel dito e Resurrezioni occasionali e ha partecipato a diversi festival internazionali.
La casa editrice Click Ediciones (Gruppo Planeta) ha pubblicato i suoi primi quattro romanzi ed è autore della piattaforma di chat stories Leemur. Come sceneggiatore, ha scritto corti, serie e lungometraggi, collaborando spesso con produttori e registi. Attualmente vive a Roma, dove lavora a un’antologia di poeti della Rioja, a un nuovo romanzo e a una raccolta di racconti.

Lo scioglimento dei ghiacci 

Lo scioglimento dei ghiacciIl titolo potrebbe ingannare e far pensare appunto a qualcosa che ha a che fare con la scienza, in realtà effettivamente Roberta, la protagonista è una glaciologa. Ma il titolo allude soprattutto allo “scioglimento” che avviene alle persone e alle cose attorno a lei a seguito della sua scelta  di girare un film per adulti. Inizia così una duplice percezione di Roberta, che da stimata professionista, moglie e madre, al diventare virale del film, si trasforma agli occhi degli altri in donna di dubbia moralità, dai gusti sessuali discutibili, professionista non più (o non solo) della glaciologia.

“Ma Roberta non si sente di giustificarsi, di motivare le sue scelte, confidarsi o confrontarsi con qualcuno; è se stessa e questo, nel bene e nel male, la rende felice”

Questo romanzo mi incuriosisce molto soprattutto perchè nel libro a parlare non è Roberta ma sono gli altri personaggi che reagiscono e parlano, mentre Roberta agisce.
Come sempre buona lettura!

Potrebbe interessarti...

La circonferenza delle arance. la prima inchiesta della commissaria Lolì

Le grandi Fiction sulla Rai tratte dai libri: Lolita Lobosco

Lingua madre

Il premio Calvino Maddalena Fingerle e il romance di Flora Gallert

Speciale

Il primo libro non si scorda mai

Un mondo di donne

Un mondo di donne di Lauren Beukes – Fanucci Editore

L'angelo trafitto

L’angelo trafitto di Alberto Büchi: segnalazione

La leggenda del santo bevitore

Audiolibri gratis per te: app despar

Che ne pensi?
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
+1