Scopriamo oggi un particolare genere letterario, che di certo appassionerà tanti appassionati di gioco: il Librogame.

Cari iCrewers navigando su Facebook ho incontrato Mauro Longo scrittore di librogame, oltre che di altri generi letterari. Personalmente non sapevo che il librogame costituisse un genere letterario a sé stante. Incuriosita, ho fatto un po’ di ricerche e ora… eccovi le mie scoperte.

Cos’è un librogame?

Il librogame è quel genere letterario che tanto andava di moda negli anni Settanta e Ottanta e che raggruppa in sé le varie tipologie di librogame.

Si tratta di veri e propri libri, tuttavia a differenza degli altri libri al loro interno i librogame sono divisi in sezioni numerate, le quali terminano con delle opzioni che trasformano il lettore in giocatore, consentendogli di compiere la sua scelta una volta che ha raggiunto quel determinato punto.

Ogni opzione porta il lettore a una scelta e quindi a un paragrafo in cui proseguirà la lettura/avventura e così via fino a conclusione della storia. La cosa interessante è che solo uno dei paragrafi si conclude con un successo del lettore/giocatore, mentre tutti gli altri saranno un fallimento o un successo parziale.

Per cercare di rendervi il tutto più chiaro…

Si tratta di libri dai finali multipli in cui i finali alternativi possono venire ‘sbloccati’ in base a scelte compiute dal lettore.

Quali sono le loro particolarità?

Solitamente i librogame sono scritti in seconda persona e quindi il lettore assume il ruolo di un personaggio. Solitamente si gioca in solitaria anche se sono state pubblicate serie che permettono di giocare in gruppo come Blood Sword.

La trama predominante è il fantasy, ma in commercio si possono trovare librogame a tema storico, fantascientifico, horror, giallo, rosa e persino di genere erotico. Ad esempio possiamo citare Derrière la porte di Alina Reyes pubblicato nel 1994 in Francia dalla Pocket Books France e tradotto in italiano dalla Ugo Guanda Editore.

Quante tipologie di librogame esistono?

I Racconti a bivi

Come dice il termine bivi in questi racconti il lettore si trova di fronte a scelte che porteranno a finali differenti. Un esempio è la serie You Choose Your Adventure.

I Moduli di avventura in solitario per un gioco di ruolo

Uniscono i racconti a bivi e le regole dei giochi di ruolo, permettendo di giocare un’avventura senza un dungeon master. Esempi: i librigioco per Tunnel e Troll o quelli per GURPS.

Il librogame d’avventura

Nei librogame d’avventura troviamo i famosissimi racconti della serie Fighting Fantasy, che in Italia ha ispirato Dimensione Avventura e la serie di Lupo Solitario.

La loro particolarità consiste nel combinare i racconti a bivi con un regolamento incluso in ogni libro. Talvolta il giocatore può gestire un personaggio che possiede certe abilità che sono riassunte in una scheda all’inizio del libro.

In questi librogame è spesso utilizzata la tecnica del lancio dei dadi.

I visual picture gamebook

Una variante a sé stante dei librogame sono i visual picture gamebook. Permettono di giocare in più di un giocatore e solitamente si tratta di compiere sfide tra flotte aeree. I giocatori devono scegliere una mossa tra quelle disponibili sulla pagina in cui si trovano e proclamata contemporaneamente, incrociando la propria mossa con quella dell’avversario, determinando così gli eventuali danni subiti e la nuova pagina a cui andare. Ricalcano il meccanismo della Morra Cinese.

Nascono dalla serie Ace of Aces di Alfred Leonardi.

In cosa consiste la tecnica del lancio dei dadi?

Il personaggio che rappresenta il giocatore, durante la lettura del librogame, può incontrare dei nemici con cui si può scontrare. Per risolvere il combattimento sarà necessario il lancio dei dadi che infliggeranno un danno al nemico. A seconda del punteggio il nemico o il giocatore possono essere sconfitti.

Alcuni librogame sostituiscono i dadi veri e propri con due dati raffigurati nell’angolo di ogni pagina. Il tiro si effettua aprendo a caso una pagina del libro.

Famossisime sono le tabelle del destino della serie Lupo Solitario. Ovvero delle pagine presenti nel librogame in cui ci sono dei numeri sparsi nel foglio. Il lancio del dado avviene puntando ad occhi chiusi la matita sul foglio e scegliendo il numero su cui si è appoggiata la matita.

Il librogame in Italia 

In Italia vennero pubblicati pochi librogame. Abbiamo Avventure nell’isola di Edward Packard, delle Nuove Edizioni Romane. Il primo librogame per un pubblico di giovani è Lo stregone della montagna infuocata di Steve Jackson e Ian Livingstone edito da Supernova.

I primi due librogame di autori italiani saranno pubblicati nel 1987 e si tratta di: In cerca di fortuna di Andrea Angiolino e Il presidente del consiglio sei tu di G&L.

Sarà la EL di Trieste che con la sua collana librogame che i librogame avranno notorietà in Italia. Anche se la Edizioni E. Elle pubblicherà esclusivamente traduzioni di autori stranieri.

Come accadrà nel resto del mondo, anche in Italia il mercato del librogame entrerà in crisi a meta degli anni novanta e in Italia resterà in vendita solo Lupo Solitario.

Influenze dei librogame nei videogiochi

È sicuramente facile cogliere molte somiglianze tra i librogame e alcuni videogiochi. Un esempio possono essere infatti i videogiochi d’avventura testuali controllati da un menù nel quale lo schermo mostra un testo e il giocatore sceglie l’azione successiva da un menù.

Oppure un famosissimo videogioco che sfrutta la struttura dei racconti a bivi è sicuramente la saga di Final Fantasy. Ma l’elenco può sicuramente essere molto più ampio e se volete saperne di più vi consiglio di dare un’occhiata alla nostra sezione game. Infine, se volete leggere dei librogame, vi consiglio di visitare il sito: www.caponatameccanica.com

Cari iCrewers, vorrei concludere facendovi notare che ogni singolo librogame edito in Italia negli anni Ottanta e Novanta, se perfettamente conservato rappresenta ai giorni nostri un pezzo unico e dotato di un grande valore.

Quindi controllate nelle soffitte o nelle cantine dei vostri genitori, potrebbe esserci nascosto un vero tesoro.

 

 

 

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami