Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Leggilo anche tu: Un figlio è poco e due son troppi

Un figlio è poco e due son troppi, di Angelica Massera, uno spiccato sguardo sulla modernità dell'essere mamma, edito da Mondadori

Leggilo anche tu: Un figlio è poco e due son troppi, di Angelica Massera, uno spiccato sguardo sulla modernità dell’essere mamma, edito da Mondadori

Un libro attuale su come ti cambia la vita, quando da donna e moglie si diviene mamma, una sorta di Wonder Woman con superpoteri in dotazione, pronta a gestire tutte le problematiche e le difficoltà che giorno per giorno aumentano e si moltiplicano, sino a doverti ingegnare per svolgere i compiti più banali e che rappresentano la quotidianità che più non hai. Quindi Angelica Massera cosa ha fatto? Ha scritto questo libro dopo il successo riscontrato nel web, infatti lei è il volto esilarante del web che con #vitadamamma descrive in tono ironico e biografico la vita da mamma.

Diventare mamma ti porterà a scoprire di avere in dotazione alcuni superpoteri di cui prima eri totalmente ignara. Un bel giorno ti laverai i denti con una mano mentre con l’altra preparerai il biberon e con la terza (non si vede ma c’è) cambierai un pannolino. Scoprirai di saper dormire con gli occhi aperti e di avere uno spiccato senso dell’orientamento quando di notte i figli piangeranno in coro, e tu, come i pipistrelli, li raggiungerai senza incidenti di percorso, guidata da un radar invisibile. Sempre di notte, nell’istante in cui staranno per emettere un suono, nonostante tu sia a chilometri di distanza sorseggiando cocktail al party del Grande Gatsby, ti volterai di scatto e, senza far cadere il bicchiere, urlerai: ‘Oddio si sono svegliati!’ dileguandoti in loro soccorso come Batman sui tetti di Gotham City.” La maternità è un viaggio faticoso e gioiosamente folle. Lo dice Angelica Massera, una donna che ha sempre sognato di diventare madre e che ha reso la maternità il punto di partenza per esprimere la sua creatività. Angelica è infatti il volto esilarante del web che con #vitadamamma descrive in tono ironico ma assolutamente realistico le situazioni e le battaglie quotidiane in cui le madri di oggi si trovano a combattere ogni giorno: la casa, la scuola, le feste di compleanno, il supermercato, il rapporto con gli altri genitori e soprattutto il racconto di quella fase in cui una donna è ancora nel pieno dei suoi anni e si ritrova a passare da donna a madre.

Angelica si diverte a sottolineare alcuni comportamenti vagamente schizofrenici tipici delle madri, che le portano a fare certe cose e poi il loro contrario. Come ad esempio aiutare il bambino a compiere i primi passi, per poi sgambettarlo perché smetta di correre nelle corsie del supermercato; incoraggiarlo con suadenti «Dài, parla amore», per poi gridargli in faccia: «E zitto un attimo, per favoreee», oppure passare dal grande classico «Ti prego, di’ “mamma”» a «Smettila di chiamarmi per ogni cosa!».

Un libro divertente e identitario, che svela quanta energia e quanto amore stanno dentro le giornate delle mamme italiane.

Angelica Massera nata a Roma nel 1985, è attrice e web creator. Dal 2016 racconta la sua #vitadamamma su Facebook e YouTube a una vastissima community che la ama per le risate che riesce a generare.

0 0 voto
Voto iCrewers

Potrebbe interessarti...

Marina

Spazio ai classici: Carlos Ruiz Zafón e Marina, un romanzo di mistero e amore

Natale da chi vuoi

Novità in libreria: Natale da chi vuoi di Flora A. Gallert

Speciale

Calendario dell’Avvento: San Nicola e la leggenda di Babbo Natale

Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo

Una coccola tra le pagine: Percy Jackson, Rick Riordan e la mitologia greca

L'imperatore di Roma

L’imperatore di Roma di Roberto Fabbri. Recensione

I racconti di Natale

I Racconti di Natale, Edizioni Convalle. Recensione

Dedicato e consigliato a tutte le mamme eroine del focolare.
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0