Diligenza e voluttà. Ludovica Ripa di Meana interroga Gianfranco Contini Book Cover Diligenza e voluttà. Ludovica Ripa di Meana interroga Gianfranco Contini
Ludovica Ripa di Meana
Saggio
Garzanti
Febbraio 2019
Cartaceo e eBook
250

Caro iCrewer oggi ti propongo un saggio edito Garzanti: l’autobiografia di un grande intellettuale  europeo.

Diligenza e voluttà”: Ludovica Ripa di Meana interroga Gianfranco Contini: critico letterario, filologo e accademico italiano, storico della letteratura italiana e tra i massimi esponenti della critica stilistica. Fra i suoi numerosi saggi: Una lunga fedeltà (1974), Un’idea di Dante (1986) e Quarant’anni di amicizia: scritti su Carlo Emilio Gadda (1989).

La passione per i libri, gli incontri con artisti e scrittori, le scelte politiche di un uomo che ha dedicato la suA vita all’arte e alla letteratura.

Questo saggio, pubblicato per la prima volta nel 1989 da Mondadori, oggi viene riproposto da Garzanti in una nuova edizione. Ludovica Ripa di Meana ripercorre insieme a Gianfranco Contini la sua vita privata e professionale, mettendo in luce la sua anima al contempo rigorosa e passionale.

Vediamo insieme la trama: Nel settembre 1988, poco più di un anno prima della sua scomparsa, Gianfranco Contini si offre con sincerità e affetto alle domande di Ludovica Ripa di Meana: dall’incontro tra due persone così distanti per origini, età e indole nasce questa singolarissima biografia intellettuale, punto di approdo di una vita straordinaria interamente dedicata all’arte e alla letteratura. Con lucidità e acume si rivive l’infanzia felice e solitaria a Domodossola agli inizi del secolo scorso, la formazione a Pavia e poi in Svizzera, la fugace epopea della repubblica partigiana nella Val d’Ossola fino alla cattedra alla Normale di Pisa. Nella sua infaticabile attività di studioso e docente, Contini ha conosciuto e frequentato i maggiori intellettuali europei, e in pagine di grandissima prosa si è segnalato come insostituibile testimone della sua epoca. La vita privata e quella professionale si intrecciano a formare un ritratto unico di uno dei più grandi studiosi italiani che nelle curiosità, nelle domande, nei dubbi di Ludovica Ripa di Meana riconosce l’interlocutrice ideale per ripercorrere le tappe di un’esistenza dedicata con inesorabile «diligenza» alla «voluttà» dello studio.

Ludovica Ripa di Meana
Diligenza e Voluttà. Intervista a Gianfranco Contini
E’ nata a Roma nel 1933, dove vive. Poeta, regista, giornalista, traduttrice tra i suoi libri: La fine degli A (2006) e La morte di Gadda (2013).

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami