Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Alessandro Magno e l'aquila di Roma

LEGGILO ANCHE TU: Alessandro Magno e l’aquila di Roma. J. Negrete

Cosa sarebbe successo se Alessandro Magno avesse guardato a Roma

Caro iCrewer, oggi voglio segnalarti questo interessante romanzo storico che esce oggi per Newton Compton: Alessandro Magno e l’aquila di Roma di Javier Negrete. Leggiamo insieme la trama:

«323 A.C. Alessandro Magno, il più grande condottiero di tutta la storia, è destinato a morire a Babilonia, quando un misterioso medico, inviato dall’oracolo di Delfi, gli salva la vita. Dopo quasi vent’anni di campagna militare ininterrotta in Grecia e in Asia, Alessandro decide quindi di tornare indietro. Qualcosa a Occidente ha catturato il suo interesse. Solo la più grande potenza militare esistente può infatti ostacolare la sua conquista del mondo. Si tratta di una città che, allo stesso modo di Alessandro, è convinta che il suo destino sarà grandioso: Roma. È tempo di capire a chi spetti la supremazia nel Mediterraneo, se alle falangi macedoni o alle legioni romane. Gli auguri e i profeti intravedono catastrofi nei loro presagi, perché la cometa Icaro, apparsa nello stesso istante in cui Alessandro fu strappato alla morte, cresce notte dopo notte nel firmamento. I calcoli dello stravagante astronomo Euctemone parlano chiaro: come nel mito, Icaro precipiterà sulla terra. Alessandro e Roma si preparano a combattere la più grande battaglia mai vista, sulle pendici del Vesuvio…»

Javier NegreteIl nuovo romanzo dello scrittore spagnolo Javier Negrete, conosciuto in Italia per la trilogia de La regina del Nilo (Newton Compton), è un what if, ovvero una narrazione che stravolge il corso naturale della storia da un evento specifico. In questo caso, l’autore immagina che cosa sarebbe successo, se Alessandro Magno non fosse morto a Babilonia nel 323 a.C. e se avesse continuato la sua campagna espansionista verso Roma, che era già una potenza temuta. Trovo che l’idea di dare un percorso diverso per uno dei più formidabili conquistatori della storia e di metterlo davanti ad un’altra grandiosa civiltà sia davvero particolare ed interessante. Una bella novità per un divoratore di romanzi storici ambientati in età classica.

0 0 voto
Voto iCrewers

Potrebbe interessarti...

I pittori maledetti

Recensione: I pittori maledetti di Alessandro Moriccioni

Un'estate alla grande

Un’estate tutta Sperling & Kupfer: dal 15 giugno in libreria le novità!

Speciale

Un mare di libri: il festival di Rimini

Speciale

Maturità 2021 in bocca al lupo ragazzi!

Nelle tenebre

Recensione: Nelle Tenebre di Giacomo Colossi

Quattordici spine. La prima indagine dell'ispettore Traversa in Sicilia

Recensione: Quattordici spine. La prima indagine dell’ispettore Traversa in Sicilia, Rosario Russo

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0