Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
La leggenda della Befana

Leggende e miti natalizi dal mondo: La leggenda della Befana

La Befana vien di notte, con le scarpe tutte rotte, il vestito alla romana, viva viva la Befana

La leggenda della Befana e dei tre re Magi

Caro iCrewer, siamo giunti all’ultimo appuntamento delle leggende e usanze natalizie dal mondo. ti ho parlato del Gatto natalizio d’Islanda, di Nonno Gelo e del ragno di Natale.

In questa notte arriverà lei, con il suo sacco pieno di dolci, caramelle e qualche pezzo di carbone da mettere nelle calze che le hanno lasciato appositamente per lei, i bambini, e qualche adulto; va bene lo ammetto, ho messo una piccola calza anche per me.

Di chi altri avrei potuto parlarti se non de

La leggenda della Befana

Fa parte di quasi tutte le tradizioni natalizie. La vecchina vestita di stracci con un grande cappello in testa, il naso adunco e il mento a punta che a cavallo di una scopa porta doni e dolci a tutti i bambini.

Tu sai com’è nata questa leggenda? Mi è venuta in mente anche un’altra piccola filastrocca dedicata a questo giorno: L’epifania ogni festa porta via.

Cosa lega quindi la leggenda della Befana al giorno dell’Epifania?

Nella tradizione cristiano-ortodossa il 6 gennaio si festeggia il Natale mentre nella tradizione cristiano-cattolica, in questa giornata si festeggia l’Epifania, il giorno in cui i tre Re Magi arrivarono e portarono in dono oro, incenso e mirra a Gesù nella stalla. E la vecchina che porta doni in tutto questo che ruolo ha?

La leggenda della Befana

Ecco la leggenda che lega la Befana ai Re Magi

I Re Magi stavano andando a Betlemme per rendere omaggio al Bambino Gesù. Giunti in prossimità di una casetta decisero di fermarsi per chiedere indicazioni sulla direzione da prendere.

Bussarono alla porta e venne ad aprire una vecchina.

I Re Magi chiesero se sapeva la strada per andare a Betlemme perché là era nato il Salvatore. La donna che non capì dove stessero andando i Re Magi, non seppe dare loro nessuna indicazione.

I Re Magi chiesero alla vecchietta di unirsi a loro, ma lei rifiutò perché aveva molto lavoro da sbrigare. Dopo che i tre Re se ne furono andati, la donna capì che aveva commesso un errore e decise di unirsi a loro per andare a trovare il Bambino Gesù.

Ma nonostante li cercasse da ore non riuscì a trovarli e allora fermò ogni bambino per dargli un regalo nella speranza che questo fosse Gesù Bambino.

E così ogni anno, da millenni  la sera dell’Epifania lei si mette alla ricerca di Gesù e si ferma in ogni casa dove c’è un bambino per lasciare un regalo, se è stato buono, o del carbone, se invece è stato birichino!

Ed ecco caro Icrewer com’è nata la leggenda della Befana e perché la notte dell’Epifania a cavallo della sua scopa, porta dolci e doni ai bambini.

Se vuoi fare un regalo gradito ai tuoi bambini ti consiglio il libro illustrato da colorare La magica notte della Befana di Anthony Braun, per aspettare la dolce vecchina leggendo la sua leggenda.

 

Potrebbe interessarti...

Come una formica rossa in una goccia d'acqua

Novità in libreria: Come una formica rossa in una goccia d’acqua di Duilio Scalici

Lo Hobbit. Un viaggio inaspettato

Le offerte di Libri: Lo Hobbit. Il gioco da tavolo

Manuale di sopravvivenza, come liberarsi dalla trappola narcisista quando l'arma sono i figli

Manuale di sopravvivenza, come liberarsi dalla trappola narcisista quando l’arma sono i figli, Ambra Sansolini

Speciale

Lawrence Ferlinghetti ci ha lasciati a 101 anni

Il suo ultimo segreto

Il suo ultimo segreto di Barbara Copperthwaite, la recensione

I sogni dei bambini sono gratis

Novità in libreria: I sogni dei bambini sono gratis di Luca Fiscariello

Che cosa accomuna il mitico personaggio della Befana ai tre Re magi? Scopriamo insieme la leggenda che li lega.
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0