Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
incontri

Incontri, di Leila Baiardo, Le Commari Edizioni 2020

Uno dei volumi proposti in questo 2020 da una nuova Casa Editrice Indipendente, Le Commari: Incontri, di Leila Baiardo

Incontri

è il titolo di questo interessante volume, edito da una nuova Casa Editrice Indipendente, Le Commari edizioni. Non si tratta di un vero e proprio romanzo, piuttosto di una particolare forma di diario personale che racconta l’amicizia dell’autrice con illustri personaggi di vario stampo. Andiamo a scoprire tutti i dettagli.

incontri22 personaggi e nomi illustri della cultura italiana mostrati sapientemente da una scrittrice di rango, che ce li presenta e ce li fa conoscere senza veli, spesso fino a toccarne l’Anima, la vera essenza dell’Essere. L’amicizia della scrittrice con i personaggi incontrati, intervistati e descritti, dà un saggio della straordinaria sensibilità dell’autrice, dalla penna impietosa quanto graffiante, gentile quanto premurosa

Chi sono i personaggi del libro Incontri?

Si tratta del profilo di ventidue personaggi famosi, tra cui citiamo per brevità solo alcuni: Federico Fellini, Alberto Moravia, Alda Merini e Elsa Morante, mostrati sapientemente da una scrittrice di rango, che ce li presenta e ce li fa conoscere senza veli, spesso fino a toccarne l’Anima, la vera essenza dell’Essere.

Un’opera che “Le Commari” hanno accuratamente scelto per l’esordio nel mondo della piccola editoria etica, con la convinzione d’interpretare una richiesta che viene da giovani e meno giovani, per conoscere, capire e apprezzare alcuni grandi personaggi del XX Secolo che hanno lasciato un segno indelebile nella storia e nella nostra Società.

Il minuto libro di Leila Baiardo, Incontri, di sole 122 pagine, racconta le relazioni con personaggi famosi che ha incontrato, alcuni legati a lei da amicizia, altri frequentati per lavoro, sono ritratti insoliti. Grandi nomi della letteratura, della poesia, del mondo dello spettacolo, vengono ritratti minuziosamente dal punto di vista privato, facendo scoprire il lato umano sconosciuto.

Sembra quasi di guardare dal buco della serratura, cogliendo aspetti intimi inaspettati, sorprendenti. Descritti con precisione chirurgica e con sapienza, viene alla luce anche il carattere di Leila Baiardo. Sarda, determinata. Anticonvenzionale, in anni in cui tutti lo erano o cercavano di esserlo, lei lo è stata davvero. Il suo modo di scrivere è raro, pulito, senza arcaismi inutili, chiara, ironica, mai banale, empatica, e questo fa di lei una grande scrittrice.

Incontri è un piccolo libro ma un grande spaccato di un’Italia negli anni in cui la letteratura si respirava nelle strade, nei circoli, nelle case. Un omaggio a persone che nella sua vita hanno lasciato il segno, a volte con relazioni divertenti, come Paolo Poli o Mike Bongiorno o malinconiche come Alda Merini, Anna Maria Ortese. La genialità di Federico Fellini, la sofferenza di Sandro Penna. La liaison con Fred Buscaglione, la disponibilità di Cesare Zavattini, l’esuberanza e la generosità di Claudio Villa.

Personaggi

Anna Maria Ortese, Cesare Zavattini, Antonio Delfini, Federico Fellini, Topazia Alliata, Sandro Penna, Giulio Turcato, Alberto Moravia, Elsa Morante, Amelia Rosselli, Jolanda Insana, Alda Merini, Elio Pecora, Mike Bongiorno, Valentino Zeichen, Anna Proclemer, Fred Buscaglione, Claudio Villa, Paolo Poli, Carla Fracci, Silvano Bussotti, Franca Valeri (di cui ricordiamo la recente scomparsa all’età di 100 anni).

L’autrice di Incontri, Leila Baiardo

Leila Baiardo è nata a Castelsardo, provincia di Sassari. Ha collaborato con giornali e riviste letterarie: Cronache, Noi Donne, Vie Nuove e Nuovi Argomenti diretto da Alberto Moravia. Nel 1976 ha pubblicato per Valentino Bompiani il romanzo L’inseguimento, è stato Cesare Zavattini a inviarlo proprio alla Bompiani e con lui ha collaborato alla stesura di soggetti cinematografici. Ha curato per i fratelli Taviani alla pubblicità giornalistica dei loro film.

Il romanzo Sogno d’amore nel 1983 è stato pubblicato da Edizioni Cooperative Libera Stampa, vincendo il premio Noi Donne. Il romanzo Antiquo e la raccolta di poesie satiriche Ho bussato alla mia porta pubblicati con l’editore Graus. Nel 2010 con LaRecherche.it ha pubblicato per la prima volta Incontri.

Vuoi conoscere meglio questa nuova Casa Editrice Indipendente? Ecco qualche interessante informazione su Le Commari

La Casa Editrice “Le Commari” nata il 10 febbraio 2020, ha il piacere di presentarsi alle librerie, al mondo dell’editoria e ai lettori.  L’opportunità di entrare nel mondo dell’editoria è stata subordinata al rigoroso abbraccio di una forma di “imprenditoria etica” intenta a lanciare autori emergenti.

Inoltre, pur trattando per la realizzazione dei suoi prodotti i derivati della cellulosa – e quindi sostanzialmente carta – “Le Commari” hanno scelto di non venire mai meno al rispetto dell’ambiente con l’utilizzo di accorgimenti come ad esempio il plastic-free per la copertina. E proprio per dare una mano all’ambiente e al pianeta intero effettueremo la piantumazione di un albero per ogni libro editato.

Nel nostro sito è possibile scegliere anche che tipologia di albero e seguirne la crescita con un sistema di geo-localizzazione. Ulteriori scelte de “Le Commari” riguardano il rispetto assoluto dell’autore del libro, considerato l’attore principale, quel nucleo centrale cui gira attorno tutta la giostra dell’editoria: dalla casa editrice, alla distribuzione, al libraio.

La scelta di abbracciare la sigla NO EAP (editori che non prendono contributi dagli autori) è per noi un motivo d’orgoglio e di profondo rispetto del lavoro altrui.

Caro iCrewer, come sempre ti auguro buona lettura!

0 0 voto
Voto iCrewers

Potrebbe interessarti...

Casa di bambola

Spazio ai classici: Casa di Bambola, di Henrik Ibsen

Speciale

Festival Romance Italiano. L.A. Cotton, guest author per la Queen Edizioni

Speciale

Autori in tasca: Saint John Perse, poeta e politico

L'uccello nero

Novità in libreria: L’uccello nero di Gunnar Gunnarsson

Festival LetterAltura

Festival Letteraltura 2021: programma e ospiti, all’insegna della bicicletta e della cultura

Che fatica essere uomini (e sopportarli)

Di Anita Cainelli, Che fatica essere uomini (e sopportarli)

Che ne pensi di questa proposta da parte di una nuova casa editrice e della sua particolare mission?
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0