Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Giornata mondiale dell’ambiente – Il riutilizzo salvaguarda

Caro iCrewer sono sicura che, come me, ami  l’ambiente che ci circonda ed in cui viviamo.

Il 5 giugno è stata celebrata:

La giornata mondiale dell’Ambiente

un appuntamento che viene proposto sin dal 1972, anno in cui fu indetta per la prima volta dall’Assemblea delle Nazioni Unite.

Una formula semplice, basata su argomenti di interesse comune atti a migliorare la qualità della vita e preservare l’ambiente.

Ogni anno viene proposto un argomento specifico, e quale idea migliore se non presentare dei libri che hanno lo scopo di stimolare ed imparare ad utilizzare al meglio le risorse che, inevitabilmente, finiscono nelle discariche per incuria o disinformazione quando invece potrebbero essere riciclate per un uso alternativo?

Anche noi di iCrewplay non abbiamo ignorato i segnali, ti abbiamo presentato infatti il “grido” di Greta Thunberg presentandoti La nostra terra è in fiamme (Mondadori).

E prendendo spunto da questo ho capito che i bambini, se istruiti e istradati, possono riuscire là dove gli adulti “toppano”, vuoi per interessi personali o politici, o per vile denaro.

Tra i tanti impegnati realmente a come fare qualcosa per mantenere pulito l’ambiente che ci circonda spicca il libraio Michele Gentile di Polla, un piccolo paese della provincia di Salerno, e la sua Ex Libris Caffè, dove si macinano in continuazione proposte. L’ultima è la raccolta differenziata!

L’idea, anzi l’invenzione che è stata denominata “non rifiutiamoci”, consiste nel tenere “in sospeso” un libro da destinare a chiunque porti della plastica o dell’alluminio. Questo approccio ha il duplice scopo: incentivare la lettura dei giovanissimi – infatti l’iniziativa è stata pensata per loro – e contrastare, nel piccolo, la crescente produzione di plastica e il conseguente inquinamento.

Pensa, caro iCrewer, che solo nel 2018 sono stati raccolti più di 3 quintali di rifiuti, tra alluminio e plastica, il cui corrispettivo in denaro, ottenuto dopo che il materiale è stato  pesato e avviato alla struttura di riciclo, è stato utilizzato per finanziare l’acquisto di altri volumi.

I volumi a disposizione sono tanti, e ritroviamo anche pubblicazioni su come dare nuova vita a sacchetti e bottiglie di plastica; per esempio:

Io ricreo. Manuale di riciclo creativo – di Francesco Di Biasio – Ed. Terre di Mezzo 49 progetti alla portata di tutti. Una lampada da una gruccia, un antigoccia dalla cialda del caffè, un quadro da un vecchio ed, un candelabro da un cucchiaio. Tante idee originali per salvare plastica, carta, cartoncino, alluminio, tessuti, legno… dai cassonetti. In quattro semplici mosse, e con l’aiuto di pochi attrezzi, daremo una seconda vita ai rifiuti trasformandoli in cose nuove, belle e utili.

 

Creiamo con le bottiglie di plastica” – di Barbara Aldovrandi – Ed. Il Castello

Bottiglie di plastica piccole, grandi e colorate, carta, cartoncino e un po’ di colore, pochi e semplici materiali per dare nuova vita alle bottiglie.

 

 

 

Ti ho raccontato una storia… vera, la plastica l’ho portata ed in cambio ho avuto il mio bel libro.

Ora facciamo girare, facciamola diventare virale, possiamo leggere di più a “costo zero” e nel contempo pulire le nostre strade, i parchi, le spiagge, i mari!

0 0 voto
Voto iCrewers

Potrebbe interessarti...

Alice nel paese delle meraviglie

Alice nel paese delle meraviglie, perché in fondo siamo tutti un po’ come Alice

Border love

Novità in libreria: Border love di Martina Salvatori

Speciale

Addio allo scrittore operaio: Antonio Pennacchi

Speciale

Libri dalla Storia: almanacchi, tra i primi mezzi di diffusione della cultura

Più nero della notte

Novità in libreria: Più nero della notte, Alberto Minnella

Speciale

Sport in book: Tokyo 2020, Two is better than one

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0