Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Angela Merkel

F(t)E(a)M. Angela Merkel: la donna con più potere al mondo

Ecco un personaggio che sarà di grande ispirazione per le future generazioni: Angela Merkel

Quando pensiamo al potere o a un personaggio potente ci vengono in mente uomini politici, imprenditori, medici e giornalisti. Difficilmente pensiamo a qualche donna: un po’ per le poche che ci sono e un po’ per le poche occasioni che hanno di farsi valere. Ma negli ultimi 16 anni c’è stata una donna che ha lottato per il potere in un mondo fatto di uomini: Angela Merkel.

Chi è Angela Merkel? Angela Merkel

Angela Dorothea Kasner nasce ad Amburgo il 17 luglio 1954 ed è una politica tedesca. La sua fama inizia il 22 novembre 2005 quando divenne Cancelliera federale della Germania. Nel 2007 fu nominata Presidente del Consiglio europeo e Presidente del G8. Il suo ruolo è stato fondamentale per i negoziati del Trattato di Lisbona e nella Dichiarazione di Berlino sempre nel 2007. In politica interna, i principali problemi che ha affrontato sono stati la riforma del sistema sanitario e lo sviluppo energetico futuro. Angela Merkel è la prima donna a ricoprire la carica di Cancelliera della Germania e la seconda a presiedere il G8, dopo Margaret Thatcher.

È considerata da Forbes Magazine «la donna più potente al mondo»

Nel 2008 ha ricevuto il Premio Carlo Magno «per la sua opera di riforma dell’Unione europea».

Come ha fatto a diventare Angela Merkel? Qual è stata la sua formazione? Angela Merkel ha compiuto i suoi studi all’Università di Lipsia, dove ha studiato fisica dal 1973 al 1978. Angela Merkel Successivamente ha frequentato e lavorato all’Istituto Centrale per la Chimica fisica dell’Accademia delle Scienze a Berlino-Adlershof dal 1978 al 1990. Dopo aver conseguito il dottorato con una tesi dottorale sulla chimica quantistica, ha continuato a operare nella ricerca. Angela Merkel parla correntemente il russo e questo l’ha aiutata molto con gli incontri con Putin.

Come donna politica di un partito del centro-destra e come scienziata, Angela Merkel è stata paragonata da molti giornalisti della stampa britannica all’ex Primo ministro del Regno Unito Margaret Thatcher, con cui condivide la formazione scientifica e il fatto di usare il cognome del marito al posto del proprio. Infatti Merkel è il cognome del primo marito, dalla quale si separò nel 1981. Oltre a essere la prima donna cancelliera, e la più giovane eletta del dopoguerra in Germania. Angela Merkel è anche la prima cancelliera proveniente dalla Germania Est, la prima nata dopo la seconda guerra mondiale e la prima con studi accademici in scienze naturali. Angela Merkel

Per approfondire tutto ciò Sergio e Beda Romano hanno pubblicato con la casa editrice Longanesi il 16 settembre del 2021 il libro intitolato Merkel. La cancelliera e i suoi tempi.

Questo libro mostra come sono cambiate la Germania e l’Europa grazie ad Angela Merkel e prova a immaginare cosa succederà dopo di lei.

Per sedici anni ha dominato la scena politica internazionale, dando prova di possedere buon senso, saggezza e lungimiranza. È stata confermata alla guida del suo Paese per ben quattro volte e ha potuto contare sul sostegno dei suoi concittadini anche durante le maggiori crisi degli ultimi anni, da quelle economiche a quelle umanitarie, sino alla più recente emergenza pandemica. Si è distinta per serietà e preparazione, contribuendo a rinnovare l’immagine della Germania e ad allontanarla definitivamente dal ricordo nazista. Ma la sua personalità è più complessa di quanto possa apparire a prima vista. La cancelliera da giovane non sognava la politica, ma la scienza (e infatti ha una laurea in fisica e un dottorato in chimica quantistica) ed è cresciuta nella Germania dell’Est in una famiglia atipica per quei tempi: suo padre era un pastore protestante che predicava in uno Stato in cui la norma era essere atei e comunisti. Ha mosso i suoi primi passi in politica negli anni conclusivi della Repubblica democratica tedesca, fino a essere nominata portavoce dell’ultimo governo. Pochi anni dopo, nel 1991, è entrata nella squadra di governo di Helmut Kohl, presidente della CDU e primo cancelliere della Germania unificata. La chiamavano Das Mädchen, la ragazza. E proprio quella ragazza, che non ha esitato a puntare il dito contro il suo mentore, pubblicando una lettera sul principale quotidiano tedesco in cui denunciava che Kohl aveva ricevuto sovvenzioni illecite, ha stupito tutti trasformandosi da meteora a figura chiave del panorama globale: mentre gli altri capi di Stato si davano il cambio, lei è rimasta sempre ferma e forte al posto di comando. Questo libro mostra come sono cambiate la Germania e l’Europa grazie a lei e prova a immaginare cosa succederà dopo di lei.

Perché tutto ciò, in un futuro, potrebbe diventare stimolante e di grande ispirazione per le generazioni? Perché è difficile che una donna si faccia spazio in mezzo ad un mondo di uomini e che sia altrettanto favorevole all’empowerment femminile. Insomma, come non si poteva mettere su F(t)E(a)M?

Angela Merkel Angela Merkel

Angela Merkel

0 0 voto
Voto iCrewers

Potrebbe interessarti...

Speciale

Libri dalla Storia: l’importanza dei piccioni viaggiatori, i postini del cielo

Speciale

Sport in book I più belli dello sport, Alika Shmidt dalle Olimpiadi alle sfilate

Dress code rosso sangue

Novità in libreria: Mondadori, le uscite di ottobre 2021

La ragazza fuggita da Auschwitz

Novità in libreria: Newton Compton, le uscite di ottobre 2021

Orgoglio e pregiudizio

Spazio ai classici: Sono posizionati tutti nello stesso modo in ogni libreria?

L'Imbalsamatore

Recensione l’imbalsamatore di Alison Belsham Newton Compton

Leggerai questo libro?
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0