Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Dante Divina Commedia percorsi danteschi

La Divina Commedia, Inferno: Canto VI

Il Cerchio III dell'Inferno e uno dei peccati capitali, la gola.

Ciao mio caro iCrewer, questo viaggio parte dal Cerchio III dell’Inferno, sei pronto a conoscere i suoi dannati? Avevamo lasciato Dante nel canto V con Paolo e Francesca, riprendiamo il nostro cammino.

La Divina Commedia – Inferno – Canto VIInferno di Dante

Dopo lo svenimento a causa del dolore provato dinnanzi ai due innamorati del Canto V, Dante riprende i sensi e si risveglia nel terzo cerchio dove cade ininterrotta una pioggia di grandine, di neve, acqua sporca e maleodorante.

In questo cerchio, troviamo come custode Cerbero, mostruosa creatura a tre teste che Dante riprende dalla mitologia e la inasprisce, rendendola ancora più mostruosa e crudele. Quando Cerbero vede i due poeti apre le sue bocche mostrando i denti come segno di minaccia e di voglia di divorarli.

Virgilio per fermare la creatura gli lancia del fango in bocca, gesto che acquieta il custode del cerchio, distraendolo dalla loro presenza.

Da questo momento i due poeti attraverseranno la lunga distesa di dannati e uno di loro si presenta a Dante come Ciacco, un fiorentino che per la dannosa colpa della gola, è punito in questo cerchio.

Dante, essendo fiorentino, prova subito una forte compassione e rivolve a Ciacco tre domande inerenti il futuro della sua gente e il motivo per il quale la sua amata Firenze si trovava in questa situazione. Si riferisce ai disordini tra Guelfi bianchi e neri.

Ciacco risponde alle sue domande predicendo ciò che succederà e dando la colpa di questo conflitto alla superbia, all’invidia e all’avarizia.

Dopo le risposte date a Dante, Ciacco torna tra gli altri dannati, e i due poeti proseguono il loro cammino attraverso il fango, ragionando sulla vita futura.

Incuriosito, Dante chiede a Virgilio se, dopo il Giudizio Universale, le pene dell’Inferno saranno maggiori, minori o rimarranno come sono al momento e Virgilio gli risponde che ogni cosa tanto più è perfetta, tanto più sente il piacere e il dolore.

Dato che le anime dei dannati si ricongiungeranno ai loro corpi dopo il Giudizio Universale, i loro tormenti saranno più intensi. Continuano il loro cammino fino a trovarsi al punto che porta all’entrata del IV Cerchio e si conclude il VI Canto, proprio quando I colori della Divina Commedia Samya Ilaria Di Donato Dante Alighieriincontrano sul loro cammino Pluto, nemico dell’uomo.

Una fantastica lettura con la quale inoltrarci ancor di più attraverso la comprensione di questo magnifico capolavoro della letteratura italiana è I colori della Divina Commedia di Samya Ilaria Di Donato edito da Ali Ribelli Edizioni.

La Divina Commedia ci apre le porte per scoprire i segreti celati dietro ai colori

Il nostro viaggio è arrivato alla fine di questo fantastico canto che ci parla di uno dei peccati capitali, continua a seguirci per non perderti i prossimi appuntamenti con Dante Alighieri e la sua Divina Commedia.

Un abbraccio virtuale e buona lettura mio caro iCrewer

 

0 0 voto
Voto iCrewers

Potrebbe interessarti...

Speciale

Prenditi tempo… consiglia Pablo Neruda

Gestire se stessi. Le chiavi del successo

Novità in libreria: Gestire se stessi. Le chiavi del successo di Peter F. Drucker

Mr Wrong lezioni d'amore

Novità in libreria: le letture Mondadori di luglio 2021

Case sugli alberi. Edizione italiana e inglese

Libri da… I quattro Hotel e il villaggio sugli alberi in Piemonte

Profumi

Recensione: Profumi, libro di Paola Bottai

Il Piccolo Principe

Nuovi appuntamenti di Borgate dal vivo 2021

Siamo al Canto VI della Divina Commedia, un canto che parla di uno dei sette peccati capitali, la gola. Quale degli altri peccati capitali conosci?
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti

Scelti dalla redazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0