Lo spettacolo teatrale di Camilleri al cinema dal 5 al 7 novembre

Grande notizia per tutti gli amanti di Andrea Camilleri: dal 5 al 7 novembre arriverà nelle sale il suo spettacolo teatrale Conversazione con Tiresia, scritto e interpretato da Camilleri stesso. Il monologo, presentato in data unica l’11 giugno 2018 al Teatro Greco di Siracusa, è stato infatti registrato dalla casa di produzione cinematografica Palomar e verrà distribuito da NexoDigital come evento speciale nei cinema aderenti all’iniziativa.

Ecco il trailer dello spettacolo:

In un’intervista rilasciata al quotidiano la Repubblica il 14 ottobre scorso, il regista dello spettacolo Roberto Andò racconta come è stato lavorare con questo gigante della letteratura italiana che scrive in lingua vigatese. Innanzitutto, Andò spiega cosa c’è alla base di Conservazione su Tiresia: l’identificazione del creatore del Commissario Montalbano con Tiresia, un indovino della mitologia greca. Ci sono varie versioni del mito, però tutte concordano che egli fu reso cieco dagli dei per non svelare i loro segreti e, come risarcimento del danno arrecatogli, gli fecero dono della preveggenza. Figura sicuramente interessante, nel suo spettacolo Camilleri si accosta a Tiresia per via della cecità che ha colpito lo scrittore già da alcuni anni. È cosa nota infatti che dal 2016 Camilleri detta i suoi romanzi alla sua assistente Valentina Afierj e questa nuova condizione di salute e di lavoro gli ha permesso una riflessione profonda, che trova sbocco nello spettacolo teatrale su Tiresia. Andò afferma infatti:

«Mi è sembrato che ci fosse un’esperienza di testimonianza urgente per lui, la spinta e la molla per mettersi in ballo fisicamente è stata quella. Il suo è stato anche un saluto, e lo ha detto: il momento più emozionante era l’incontro col pubblico.»

Un momento di grande commozione dunque per chiunque ha avuto l’onore di assistere dal vivo a questo incredibile racconto intimo, che ha in sé tanto di autobiografico quanto di filosofico e letterario. L’autore dialoga infatti con noti scrittori del passato che si sono interessati all’indovino greco nell’arco delle loro carriere: Omero, Sofocle, Seneca, Dante Alighieri, T.S. Eliot, Apollinaire, Virginia Woolf, Jorge Luis Borges, Ezra Pound, Cesare Pavese, Primo Levi, ma anche Woody Allen e Pier Paolo Pasolini. Attraverso le epoche Camilleri ci fa conoscere un personaggio mitologico a cui si sente particolarmente legato e lo fa con il suo solito stile dissacrante, pungente e malizioso che i suoi lettori conoscono bene.

La possibilità di poter assistere al cinema a Conversazione su Tiresia è un’opportunità per chiunque di vivere o rivivere quel magico momento che Camilleri ha condiviso lo scorso settembre a Siracusa. Una proiezione sicuramente da non perdere, quindi vi consiglio caldamente di controllare il programma del vostro cinema preferito, prenotare il vostro posto e godervi lo spettacolo.

Se non riuscirete invece ad essere presenti, non vi preoccupate, cari iCrewers: il testo  della Conversazione sarà in libreria da marzo grazie alla casa editrice Sellerio, con cui Camilleri pubblica i suoi libri.

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami