0

0

2011 Accadde che… Nozze Reali, terrore in Giappone e cinque incredibili addii

Un anno tormentato, ma alleviato da una letteratura straordinaria

accadde che

iCrewPlay consiglia

A breve in pubblicazione

  • Newton Compton editori: agosto 2020 sarà pubblicato alle 10:00 del 04.08
  • Domenica d'agosto tra un Compagno di sbronze e la vita spericolata sarà pubblicato alle 12:00 del 04.08

Caro iCrewer, il 2011 è stato un anno di inizio decade davvero tormentato e pieno di colpi di scena, ma vediamo gli eventi nel dettaglio.

2011 e primavera araba

Nell’anno 2011 prosegue l’onda di proteste scoppiate nel Medio Oriente e nord Africa nel 2010: manifestazioni contro la violazione dei diritti umani e la rivendicazione delle libertà individuali, ma anche la richiesta di attenzione per le condizioni di povertà e il prezzo dei generi alimentari.

La crisi dei paesi arabi e le rivolte che ne sono derivate, sono state però sfruttate da gruppi estremisti di matrice islamica, che hanno approfittato del caos per insidiare il loro potere in paesi come Siria, Libia, Egitto, Tunisia e molti altri e hanno permesso loro di stabilire leggi ancora più lesive delle libertà richieste.

Il vento della rivolta ha però portato con se la caduta di quattro capi di stato in tutto l’arco del 2011: Ben Ali in Tunisia, Hosni Mubarak in Egitto, Ali Abdullah Saleh in Yemen e Mu’ammar Gheddafi in Libia.

2011 e la devastazione Giapponese

tsunami 2011 giapponeIl 2011 Giapponese ha visto una rezione a catena di eventi drammatici. Tutto ha avuto origine con il terremoto dell’11 marzo, uno tra i terremoti più forti della storia della sismografia.

Il sisma di magnitudo 9.0 della scala Richter con epicentro in mare, ha originato onde anomale e tsunami che si sono abbattuti sulle coste del Giappone, ma che hanno interessato anche il resto del bacino del Pacifico.

Tra le conseguenze del maremoto che ha causato circa 11.000 vittime, c’è anche l’incidente alla centrale di Fukushima che ha provocato una fuoriuscita di materiale radioattivo.

Celebrazioni e nozze reali del 2011

The Phantom of the Opera celebra 25 anni di ininterrotte repliche a Londra. Il musical liberamente ispirato al romanzo omonimo di Gaston Leroux, racconta l’amore disperato di un geniale musicista dal volto sfigurato che vive nei sotterranei dell’Opéra di Parigi per il giovane soprano Christine Daaé, sentimentalmente legata al visconte Raoul De Chagny.

Il 29 aprile 2011 invece viene dichiarata giornata di Festa nazionale per tutto il Regno Unito, per la celebrazione del matrimonio tra Kate Middelton e il principe William.

Una favola moderna costata 20 milioni di sterline che ha avuto un impatto mediatico enorme. Ha coinvolto 1900 invitati, mezzo milione di persone in corteo e due miliardi di spettatori hanno sguito in tv il matrimonio trasmesso in tutto il mondo. A questi numeri vanno poi aggiunti gli spettatori che hanno seguito l’evento da youtube e dalle live dei vari giornali.

Come da tradizione la cerimonia si è svolta nell’abbazia di Westminster. Catherine Middleton con la stessa formula matrimoniale utilizzata da Lady Diana ha promesso di “amare, confortare, onorare e avere cura” del marito, ma non di “obbedirgli”.

Diversamente dalla tradizione William ha avuto un testimone, il fratello Henry, invece del tradizionale supporter.

Impossibile dimenticare l’espressione emozionata del Principe William nel giorno che lo ha reso marito e Duca di Cambridge, Conte di Strathearn e Barone Carrickfergus.

Royal-Wedding-Princie-Harry-William-e-Kate-Middleton2011

Cinque incredibili addii del 2011

Marco simoncelli, pilota motocilistico e campione del mondo velocità 2008 per la classe 250. Era conosciuto fra gli appassionati con il nomignolo di Sic, è morto a 24 anni per un fatale incidente sul circuito di Sepang. durante il Gran Premio della Malesia.

Osama bin Laden, terrorista saudita, fondamentalista islamico sunnita, fondatore e emiro generale di al-Qāʿida, la più nota organizzazione terroristica internazionale di stampo jihādista.

Dopo cinque tentativi falliti, il 2 maggio 2011 24 assaltatori Navy Seal hanno colpito e ucciso il responsabile degli attentati dell’11 settembre contro gli Stati Uniti d’America e numerosi altri attacchi che hanno terrorizzato il mondo per quasi vent’anni.

Steve Jobs, imprenditre e visionario staunitense, è stato cofondatore e amministratore delegato di Apple.

Qualche mese prima di morire nella sua casa a Palo Alto in California il 5 ottobre 2011, a causa di un cancro al fegato, ha tenuto il suo ultimo e celeberrimo discorso nell’Università  di Stanford che chiude con il famoso auspicio “Siate affamati, siate folli”

Amy Winehouse, cantautrice e produttrce britannica. Una vera e propria icona della musica che ha ha scalato le classifiche mondiali vinto di cinque Grammy Awards. Viene ricordata come una delle maggiori esponenti del soul bianco.

Ha fatto parlare di se per gravi problemi legati a droga, alcol e disordini alimentari. Il 23 luglio 2011, il suo corpo è stator trovato senza vita nella sua casa a Londra, ma la sua scomparsa rimane avvolta nel mistero visto che nemmeno l’autopsia è riuscita a chiarirne le reali cause.

Mu’ammar Gheddafi, militare, rivoluzionario, politico e dittatore libicoa che ha detenuto con la forza il potere per oltre 40 anni.

A seguito delle rivolte della primvera araba, ha tentato la fuga dalla capitale Tripoli verso Sirte, ma è stato catturato dai ribelli e ucciso il 20 ottobre 2011.

La letteratura del 2011

Almeno in letteratura si tira un sospiro di sollievo, e tra le tante pubblicazioni di questo anno complicato, vale la pena ricordarne quattro italiane:

Nessuno si salva da solo di Margaret Mazzantini, la storia di Gaetano e Delia una coppia separata le cui storie sono andate ben oltre l’orlo della crisi e il loro incontro con una anziana coppia. Un romanzo drammatico da cui è stato tratto l’omonimo film, diretto da Sergio Castellitto.

Il gioco degli specchi di Andrea Camilleri, il 18 romanzo che vede come protagonista il commissario Montalbano e da cui, anche in questo caso, è stato tratto il film omonimo.

Mr Gwyn di Alessandro Baricco, la storia di uno scrittore londinese che vuole arrivare al nocciolo della magia e che ritiene che “tutti siamo qualche pagina di un libro, ma di un libro che nessuno ha mai scritto”.

L’amica geniale di Elena Ferrante, il primo volume quadrilogia letteraria omonima. L’amica geniale è poi diventata anche una seguitissima serie tv, in onda sui canali RAI.

Un anno pittosto movimentato direi!

 

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
E tu che ricordi hai del 2011?
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
leggi tutti i commenti
0
In iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x